Ulysse Nardin Maxi Marine Chronometer

Ulysse Nardin Maxi Marine ChronometerSin dalla sua presentazione sul finire degli anni 90, il Marine Chronometer By Ulysse Nardin non ha mai nascosto la sua eredita’ stilistica di orologi classico.
Il modello dispone di un quadrante ispirato a quello degli orologi da nave del secolo scorso, che sono un classico della produzione Ulysse Nardin.
Si tratta di un modello in acciaio, con cassa 41 mm di diametro, fondello chiuso per mezzo di 6 viti e corona di carica protetta da due spallette. Il quadrante ha indici blu che risultano perfettamente visibili sul fondo argento dell’orologio.
Il Maxi Marine Chronometer dispone di due contatori supplementari, il suo movimento meccanico a carica automatica, è un calibro UN-26, cronometro ufficialmente certicato: costa 5.220 €.

Technorati Tag: Orologi, Ulysse Nardin

4 commenti
  1. Stefano
    Stefano dice:

    Devo dire carino , ma monta il solito eta a 5.500 euro mi sembra veramente eccessivo , poi ho visto questa cassa , dato che lavoro in dogana svizzera , arrivare dalla CINA , non finita ma arriva dalla cina ! Pazzesco

  2. Massimo
    Massimo dice:

    Ho questo orologio da 2 anni e mi trovo bene mi da molta soddisfazione , soprattutto con chi se ne intende , meglio questo che il solito rolex

  3. claudio
    claudio dice:

    mah!! chi se ne intende.. capisce che 5200 euro per un orologio che monta un eta e’veramente esagerato, il solito rolex, in qualsiasi momento si vende e si riprendono bei soldini, con qello non si riprende niente….

  4. Roberto
    Roberto dice:

    Si fa presto a dire Eta, spesso le case più blasonate che montano questi movimenti sottopongono gli stessi ad interventi di “ottimizzazione”, (decorazioni e interventi mirati ha migliorarne le prestazioni meccaniche), che possono incidere anche per ben 10 volte il prezzo del movimento “grezzo”.
    Per quanto riguarda le casse prodotte in cina temo che non siano i soli. Se avete dubbi cercate un orologio con il Punzone di Ginevra.

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *