Tissot T Touch Trekking

Tissot T Touch TrekkingUna nuova versione per uno degli orologi Tissot più conosciuti il T Touch.
La maison svizzera ha prodotto due nuove versioni dell’orologio Tissot T Touch Trekking con quadrante giallo o arancione protetto da vetro zaffiro con trattamento antiriflesso e 8 funzioni di elevata precisione e facilità d’uso.
Tissot con il modello T Touch ha rivoluzionato il modo di concepire l’orologeria, applicando ad un orologio il ” touch screen ” la tecnologia grazie alla quale semplicemente toccando il vetro è possibile attivare le sue funzioni.
La serie T Touch venne lanciata nel 2000 e Tissot non ha mai smesso di rinnovarsi introducendo modelli indediti abbinati a questo innovatico sistema.
Il Tissot T Touch Trekking ha un’estetica vigorosa, è dotato di movimento a quarzo Tissot/ETA E40.305, ha 8 nuove funzioni attivabili premendo la corona, impermeabilità garantita fino a 30 metri di profondità.
L’orologio è corredato da un cinturino in gomma nera attraversato all’esterno da una profonda scanalatura longitudinale e internamente da una lavorazione a rilievo.
E’ serrato da una fibbia dèployante con pulsanti rettangolari ed elemento di chiusura personalizzato.

Technorati Tag: Orologi, Tissot

Redazione on Facebook
Redazione
Il Blog degli Orologi è il primo blog di settore nato in Italia, che dà voce ad esperti ed appassionati del mondo dell'orologeria e offre uno spazio di visibilità per i brand italiani ed esteri.
È un progetto WEBCREATIVI, per contattare la redazione, scrivi a info@webcreativi.it
112 commenti
« Commenti più vecchiCommenti più recenti »
  1. fabio incantalupo
    fabio incantalupo dice:

    Ora ho un Tissot Touch II avuto gratis in sostituzione dello schifoso Touch della prima serie.
    Indovinate chi me lo ha sostituito?
    C’è chi si lamenta e c’è chi combatte per i propri diritti e ottiene ciò che è giusto.
    Io non mi lamento più, per ora!
    L’unica cosa è che per ottenere ciò che ti spetta devi sempre alzare la voce e passare per un rompi scatole.
    Che paese di dementi!
    Il touch II è veramente bello, più massiccio, più maschio. Più accessori.

  2. alfredo
    alfredo dice:

    Ho un T-Touch Polished titanium che presenta questo problema: ho regolato l’allarme e da quel momento il display digitale e’ rimasto fermo con l’indicazione dell’orario di allarme mentre le lancette funzionano regolarmente.Mentre tutte le funzioni sono bloccate.Qualcuno puo’ darmi qualche dritta oppure devo rivolgermi all’assistenza?grazie Alfredo

  3. Marco
    Marco dice:

    Prova a riattivare il Touch (tasto centrale), poi la funzione allarme ed infine tocca il vetro alla base delle lancette (zona centrale).

    Non ho più il TTouch (purtroppo), quindi non posso fare delle prove ma non dovrebbe essere un problema gravissimo…

  4. Teobaldo Mazzilli
    Teobaldo Mazzilli dice:

    da circa 3 anni ho un Tissot T-Touch titanium che ora ha un problema serio: il tasto T non va più e non attiva le funzioni Touch. Sul display c’è il cronometro. L’orologio è praticamente inservibile: non posso usare nessuna funzione se non il cronometro e non posso nemmeno aggiustare l’orario.
    Qualcuno di voi ha suggerimenti? Quanto può costare far riparare l’orologio presso la rete ufficiale? Ne vale la pena? A giudicare dalle innumerevoli lamentele che ho letto su questo modello temo di no.
    Grazie a quanti mi risponderanno.

  5. Enrico Cannoletta
    Enrico Cannoletta dice:

    Ciao Teobaldo Mazzilli,
    ti consiglio di recarti presso un concessionario Tissot esponendo il tuo problema e sottolineando che si tratta di un T-Touch prima serie.
    Mi risulta che i clienti T-Touch godano da parte della Swatch Italia un trattamento particolare.
    Salutoni.

  6. fabio incantalupo
    fabio incantalupo dice:

    Mi risulta che su Tecnocino dicono che la Tissot, tramite Swatch Italia, risolve gratuitamente i problemi legati al Tissot Touch prima serie.
    Io lo ho risolto gratis con minacce e insulti.
    La forza vale molto di più dell’educazione e del diritto.

  7. Enrico Cannoletta
    Enrico Cannoletta dice:

    Ciao fabio incantalupo,
    il progetto di risoluzione dei problemi di T-Touch prima serie è stato iniziato a valutare da Tissot circa un anno e mezzo orsono.
    Solo dopo un adeguato riscontro tra casa madre e i diversi distributori nei vari Paesi, circa un mese fa, hanno potuto intraprendere la presente soluzione.
    Essa prevede la proposta ai possessori di quei T-Touch prima serie che hanno problemi, la sostituzione o la riparazione gratuita con un seconda serie se sono in garanzia; oppure la sostituzione con un seconda serie a fronte di un minimo importo o la riparazione con una tariffa ridotta, se l’orologio è già fuori dalla garanzia dei due anni.
    Tissot inoltre sta predisponendo una rete di una trentina di Concessionari-Orologiai, dislocati un po’ in tutta Italia, per gli interventi di quick-service quali la sostituzione di pila, guarnizioni, ecc.
    Spero averti dato informazioni utili.
    Ciao.

  8. fabio incantalupo
    fabio incantalupo dice:

    guarda che io ho già risolto alla mia maniera e non ho tirato fuori un centesimo.
    Mi fan pena quei 4 pirla che si lamentano e a parte quello non fanno nient’altro.

  9. Claudio
    Claudio dice:

    Ero in procinto di acquistare un T-Touch e come al solito ho iniziato a cercare in rete infor relative a questo prodotto….
    Bè che dire….. forse chi ha scritto le recensioni ha raggiunto il suo scopo, almeno con me….. ho cambiato idea…andrò su altra marca (tra l’altro con spesa minore ma sicuramente con maggiore affidabilità….alemno così si legge nel web…)
    Mi spiace, non sono un appassionato di orologi enon sono un inteditore, pensavo che Tissot fosse una “signora” marca…. invece…..

  10. Enrico Cannoletta
    Enrico Cannoletta dice:

    Ciao Claudio,
    ti rispondo come tecnico orologiaio.
    La nuova generazione di T-Touch non ha assolutamente problemi.
    Il T-Touch II e il T-Touch Expert sono affidabilissimi.
    L’ho potuto constatare direttamente in un seminario tecnico durante il quale ho avuto modo di operare nel modulo.
    Tissot ha preso coscienza dei problemi che effettivamente colpivano alcuni moduli della 1.a generazione e sta effettuando una campagna per la eventuale sostituzione.
    Salutissimi.

  11. Nicola
    Nicola dice:

    Salve,
    i vostri commenti sono davvero utili e quindi grazie!

    Se ho capito bene i tissot touch di prima generazione fanno acqua da tutte le parti…l’expert e il touch II invece sono meglio?!?

    Starei per comprare o un tissot touch di prima generazione o un suunto observer? cosa mi consigliate?

    grazie!

  12. Concetto CARUSO
    Concetto CARUSO dice:

    Buongiorno a tutti, posseggo un T-Touch (ritengo 1^ serie) acquistato il 09/10/2006 presso una famosissima gioielleria di Via Etnea a Catania. Dopo 5 anni (ad ottobre prossimo) di regolare funzionamento, cambio la pila recandomi per l’appunto presso il rivenditore sopra accennato, il quale gentilmente mi informa che ci vorranno € 45,00 perchè trattasi di pila “speciale” (so che bastano soltanto 2 euro per una serie CRxxxx) e perchè andrà sostituito un ORING (guarnizione)all’apertura. Mi afferma che passeranno alcuni giorni perchè tale operazione non la farà lui ma un suo orologiaio di fiducia (inutile dirvi che ritengo a presunzione che quest’ultimo sia autorizzato, del resto la gioielleria è famosa a Catania non penso si affidi al primo sprovveduto per curare gli interessi dei propri clienti. Dopo 5 giorni mi telefonano dicendo che l’orologio è pronto e Martedì 6 Settembre, pagando con normale ricevuta fiscale, rientro in possesso dell’orologio. Premetto che l’ho sempre usato per fare il bagno (sia doccia che in piscina ed anche al mare) non ho MAI avuto nessun problema prima d’ora. Ieri pomeriggio, mi reco al mare e faccio la mia solita nuotata e mi accorgo della SORPRESA: quadrante spento, lancette posizionate strane, nessun segnale di vita. Mi precipito dalla gioielleria per accennare al problema e la commessa, riconoscendomi, gentilmente prende in carico l’orologio aprendo la scheda di consegna e mi assicura che mi avrebbe fatto sapere qualcosa telefonicamente non prima di aver parlato con il titolare. Dopo nemmeno 45 minuti mi chiama il titolare, infuriato, dicendomi che se avevo fatto il furbo lasciandogli l’orologio senza parlare con lui, che non avrebbe minimamente fattosi carico di nessuna spesa per l’inconveniente perchè asseriva che l’orologio martedì mi era stato dato funzionante, che lo stesso non è subacqueo ma impermeabile (leggasi sul fondello 30 metri, poi qualcuno mi spiegherà la differenza di come può essere impermeabile a 30 mt di profondità e non subacqueo)e che al massimo avrei potuto lavare le mani con quell’orologio. Ribadivo al cane, perchè ha abbaiato e non colloquiato, che l’orologio era stato aperto per il cambio batteria dal suo orologiaio e non da me e pertanto qualsiasi cosa che poteva oggi derivare da una chiusura errata o comunque non più garante dell’impermeabilità, era solo a carico di questo o della gioielleria ma non sicuramente mia per aver fatto il bagno, come del resto l’ho sempre fatto da 5 anni a questa parte. Cosa ne dite?? mi ha invitato a riprendermi l’orologio e ritornarmi 45 euro dell’intervento della batteria ma non ha capito che si è fregato avendo ammesso, con tale gentile offerta, che sicuramente il danno è proprio da imputare al suo tecnico (spero per lui autorizzato) e comunque ho la ricevuta di consegna di ieri sera e l’orologio per quel che mi riguarda potrà marcire là dentro e farò tutto il possibile affinché mi restituisca il mio funzionante senza manco chiedermi un centesimo. Avete qualche consiglio da darmi? Sono bel lieto di confrontarmi con qualcuno. Grazie per l’attenzione.

  13. Enrico Cannoletta
    Enrico Cannoletta dice:

    Ciao Nicola,
    si tratta di due orologi diversi, anche perchè il Suunto Observer è interamente digitale, mentre il Tissot T-Touch è anche analogico.
    La Tissot ha promosso in questo periodo una campagna che mira a sostituire i Tissot T-Touch di I.a generazione con i T-Touch II o Expert: non so se è il caso di insistere sul I.a generazione.
    Riguardo al confronto tra Suunto Observer e T-Touch II o Expert, mi affiderei alle tue specifiche esigenze.
    Devo dirti che all’ultimo corso per il Quick-Service Tissot sono rimasto impressionato circa l’affidabilità dell’Expert e del II: con il primo mi sono addirittura divertito a tracciare la mia rotta per raggiungere Piazza Duomo a piedi (il T-Touch è ora in grado di correggerti lungo il percorso con una comodissima e esplicita segnalazione a frecce sul display.
    Puoi trovare un’utile scheda riassuntiva delle funzioni del T-Touch Expert a questo link:
    http://www.gioielleriacannoletta.it/orologio-tissot-t-touch-ii-t0474204720700.html
    Ciao. 😉

  14. Franco
    Franco dice:

    Ho letto tutti i commenti precedenti e ritengo di essere stato fortunato perchè un Tissot Touch mi è stato regalato a fine 2005 e solo ad inizio di settembre ha presentato tutti i problemi citati nei precedenti commenti,(praticamente funziona solo l’ora analogica, tutto il resto è in tilt). L’orologiaio a cui mi sono rivolto (Verbania) mi ha comunicato che non è possibile eseguire la riparazione e che la Soc. Tissot, essendo scaduta la garanzia, sostituisce l’orologio con uno nuovo previo pagamento di € 300 c.a. più spese di spedizione.
    ma è mai possibile che un marchio importante come Tissot non sia ancora riuscita a trovare una soluzione a tutti questi problemi, se non con la sostituzione ?!!!.

  15. stefano
    stefano dice:

    acquistato nel 2008 tissot touch expert color cioccolato…..nessun problema,anzi fantastico orologio….un po’ come tutti i prodotti che si acquistano…chi si lamenta e chi ne è entusiasta…

  16. fabio incantalupo
    fabio incantalupo dice:

    Ma invece di belare incazzatevi come leoni e fate valere i vostri diritti.
    Chi ha sbagliato “tissot” deve pagare e non il consumatore.
    La sostituzione deve essere gratis.
    I vostri soldi non gli hanno recato danno, mentre loro si.
    Non esiste che per avere ciò per cui si era pagato, bisogna tirar fuori altri soldi.
    Io ho fatto un macello e ho un orologio nuovo senza tirar fuori un centesimo anche se ero fuori garanzia. Tirate fuori i coglioni!

  17. gianluca
    gianluca dice:

    Buongiorno a tutti, se così può essere!
    Vi spiego brevemente il problema!
    Mi è stato regalato un T-touch per il Natale del 2008, bello, elegante, figo! Costo 700 euro, forse un pò eccessivo ma probabilmente li varrà tutti…mi sono detto! Eccessivo se calcoliamo che la persona che me lo ha regalato, la mia compagnia, ha speso il 70% del suo stipendio!
    Tornando a noi, a settembre 2011 ha iniziato a fare le bizze, il touch non funzionava più o andava sempre su chrono. Lo mando in riparazione, 2 mesi circa per effettuarla ed una spesa di 100 euro. Sul biglietto della riparazione si parla di aggiornamento software…boh!
    La storia continua….l’orologio ha ripreso a funzionare correttamente fino ad un mese fa’, giugno 2012. Ora la temperatura letta è circa 10 inferiore alla realtà e, non appenapremo il pulsante T…..l’orologio impazzisce, le lancette cominciano a girare avanti e indietro ed il cronometro parte ed è impossibile fermarlo! Lo mando in riparazione allora! Bell’orologio….ho uno swatch pagato 50.000 Lire che ha vent’anni con il cronometro e funziona ancora e anche meglio! Mi fà quasi specie scoprire che la Tissot fà parte del gruppo Swatch!
    Ieri mi chiama l’orologiaio e mi dice:
    “La Tissot ha detto che non ripara più questo tipo di orologio, se voglio glielo rendo e loro mi fanno uno sconto del 50% sull’acquisto di un nuovo modello T-Touch”. Sono allibito, una ditta così grande e “seria” che sponsorizza e spende miliono per motogp, superbike, attori, calciatori e via via si perde in un bicchiere d’acqua! Questi sono fuori di testa, sono già stati spesi 700(acquisto)+100(riparazione)+il mio tempo e devo spendere altri 300-400 auro per acquistare un’altra merda e scoprire tra un paio d’anni di avere tra le mani un’altra patacca?!? Non sono mica scemo! Credo che non consiglerò mai a nessuno questo orologio….anzi, questo “marchio”!
    Fabio Incantalupo per favore fammi avere i numeri di telefono di assistenza Italia Tissot o meglio ancora fammi avere quelli della casa madre se li hai!
    g.galimba@gmail.com
    Grazie!
    Io rivoglio il mio orologio, loro non mi fanno alcun favore facendomi lo sconto del 50%, io non bisogno della carità, non sono un morto in culo! Voglio ciò che mi è dovuto!
    Fabio ha pienamente ragione!
    Saluti

  18. claudio
    claudio dice:

    Buon giorno sono a scrivere questa mia lettera di sconforto che parte da circa 10 anni fa qyuando mia moglie mi ha regalato il Touch bellissimo, ma dopo poco tempo alcune delle innumerevoli funzioni si inceppavano. Mandato tramite negozio di acquisto in Genova all’assistenza di Milano ed arrivatomi dopo alcuni mesi, apparentemente funzionante, ma passato poco tempo altre funzioni cessavano. Nuovamente rimandato all’assistenza nell’arco degli anni, mi è continuamente arrivato mal funzionante. Oggi di tutte quelle bellissime funzioni solo l’ora è visibile, mentre tutte le altre sono “morte”.
    Mi chiedo se una casa come la TISSOT non si avvalga di un’assistenza competente.Purtroppo la garanzia è scaduta e mi trovo ad avere un orologio che non ha mai funzionato e costato una bella cifra.
    Grazie

  19. gianluca
    gianluca dice:

    l’unica cosa che si può fare e martellarli,
    io ho parlato al telefono e scritto mail, ho dato i numeri di serie così che loro possano risalire alla storia del mio orologio e resto in attesa di risposte e nel frattempo continuo e continuerò a scrivere e telefonare!
    customercare@it.swatchgroup.com
    02575971
    Saluti

  20. gianluca
    gianluca dice:

    Sono allibito, il touch non funziona, lo mando in assistenza in garanzia e questi mi mandano un preventivo di 156 euro dicendomi che cassa, lunetta, fondello e cinturino sono rovinati da normale usura! Mi vogliono prendere per il culo?
    Hanno capito male! Li massacro di telefonate, e-mail e cattiva pubblicità.
    Hanno prodotto un cesso camuffato da ferrari?
    Affari loro! Rivoglio il mio orologio!

  21. fabio incantalupo
    fabio incantalupo dice:

    Rivolgetevi a Swatch ad Assago che sono i distributori. Mettetevi assieme e martellateli fino a che non vi risolvono il problema che “vi hanno causato”.
    Minacciate di fare azioni legali etc……….

    la miglior difesa è l’attacco!
    Non lasciate perdere MAI!

  22. fabio incantalupo
    fabio incantalupo dice:

    Ora io ho un Tissot Touch II gratis e funziona benissimo.
    e sono contentissimo del mio orologio.
    Si combatte fino alla morte per i propri diritti!

  23. gianluca
    gianluca dice:

    insistono a prendermi per il culo facendo rimbalzare la palla all’orologiaio! In assistenza Tissot dicono di non aver mai ricevuto il mio orologio…..di sicuro i “miei” soldi se li sono ciucciati però! E io vado avanti a spaccargli le palle, si devono licenziare tutti dalla disperazione di sentirmi!
    Saluti,
    Usque ad inferos

  24. gianni
    gianni dice:

    ciao a tutti, si è scaricata la pila del mio t. touch, qualcuno sa dove posso trovare un orologiaio qualificato tissot per sostituirla, in roma o nelle sue vicinanze?
    Precisando che un orologiaio di ostia, mi ha chiesto €180,00 per poi spedirlo a milano.
    Saluti.
    Gianni.

  25. gianluca
    gianluca dice:

    onestamente il consiglio che potrei darti è….
    butta l’orologio o vendilo visto i costi x sostituzione pila e guasti vari che non ti auguro mai di avere!
    Auguri

  26. Enrico Cannoletta
    Enrico Cannoletta dice:

    Caro Gianni,
    Il costo della sostituzione della batteria del T-Touch è stato fissato da Tissot in €. 45,00 compresa la re-impermeabilizzazione e la sostituzione di isolanti, viti e guarnizione.
    Puoi effettuare la sostituzione presso un concessionario che abbia frequentato il corso Quick-Service di Tissot.
    Nel caso avessi difficoltà fammelo sapere scrivendo a enrico@cannoletta.it
    Salutissimi

  27. gianluca
    gianluca dice:

    continuano a prendere in giro me ed anche i propri concessionari facendo rimbalzare le colpe qua e là!
    Qualcuno si è già rivolto ad una associazione consumaotori?
    Saluti

  28. Enrico Cannoletta
    Enrico Cannoletta dice:

    Caro Gianluca,
    devo dire che in effetti SwatchGroup ha avvertito tutti i propri concessionari di non intervenire per il cambio pila dei modelli Touch, ma di inviare l’orologio in assistenza.
    Questo fino a pochi mesi orso o, quando ha autorizzato alcuni concessionari, e tra questi il sottoscritto, a effettuare il cambio- pila.
    I concessionari autorizzati hanno frequentato un apposito corso in quanto queste operazioni differiscono dagli standard.
    Ancora oggi NESSUNO è autorizzato a fare RIPARAZIONI sui Touch, se non il Centro Assistenza SwatchGroup di Milano.
    Ho parlato personalmente del suo caso con la Responsabile Nazionale Tissot dell’Assistenza e sono convinto che alla base di tutto ci sia un equivoco di fondo.
    Premetto, come lei sa, che posso essere imparziale in quanto non sono coinvolto direttamente nella vicenda.
    Probabilmente l’orologio, in perfetta buona fede da parte sua, è stato consegnato per il cambio pila a un centro non autorizzato facendo decadere ogni tipo di garanzia.
    Queste, purtroppo, giuste o sbagliate che siano, sono regole geneali che tutte le maison adottano, e sono imposte dalla Svizzera.
    Da questo probabilmente nasce tutta la successiva incomprensione.
    Tissot Italia, a quanto mi hanno confermato, può venire incontro esclusivamente con le offerte di sostituzione che le sono state proposte.
    Mi dispiace che sia rimasto deluso da tutto ciò, e comprendo il suo disappunto.
    Cordiali saluti.

  29. gianluca
    gianluca dice:

    Io la ringrazio per la sua correttezza e per il suo interessamento. Ho sentito il concessionario autorizza il quale dice di averlo mandato in Tissot a Milano, la Tissot dice che l’orologio è stato mandato ad un riparatore non più autorizzato dal 2008, questo riparatore dice che era autorizzato da Tissot fino alla fine del 2010, il mio orologio è stato mandato in riparazione o cambio pila a ottobre 2010 (non ho mai capito cosa abbiano fatto all’orologio!) e quindi? Io che faccio? Chi devo ascoltare, ognuno mi racconta la propria versione!
    Tissot non è responsabile dei propri concessionari?
    A me sembra che se ne lavi le mani! Normalmente le ditte sono responsabili delle azioni dei propri dipendenti e collaboratori! Ognuno sceglie i propri collaboratori nel bene e nel male! Voi concessionari siete o non siete collaboratori di Tissot?
    Saluti

  30. gianluca
    gianluca dice:

    Il target è lo stesso di Tissot, si preferisce non rispondere e lasciare che la cosa vada a morire! La scuola è la stessa d’altronde!

  31. gianluca
    gianluca dice:

    ah dimenticavo, sono stato contattato nuovamente da Tissot, ora mi fanno un ulteriore sconto del 50% sulla riparazione/sostituzione dell’orologio, siamo passati quindi a circa 80 euro!
    La domanda nasce spontanea….come diceva qualcuno…. Ma questa ditta è svizzera o di qualche paese arabo? Ormai fanno trattative/contrattazioni come si usa fare nei mercatini dei paesi arabi. Allora il target dell’orologio è proprio quello!

  32. Enrico
    Enrico dice:

    Gent.mo Gianluca,
    non avevo capito che avrei dovuto rispondere, e mi sono stupito di leggere il suo commento.
    Ogni concessionario, se crea danni, dovrebbe risolverli autonomamente.
    Questo per logica, per etica e anche per legge.
    I concessionari non sono collaboratori dei brand che trattano e sono i primi a dover rispettare le regole di garanzia.
    Giusta o sbagliata che sia, questa è la legge.
    Mi perdoni , ma mi pare ingiusto che lei mi apostrofi come è stato nel suo commento n.82, dopo che in completa gratuità e senza aver nessuna colpa del suo problema, ho cercato di aiutarla interpellando Tissot.
    Cordiali saluti.

  33. gianluca
    gianluca dice:

    Le chiedo scusa, non volevo offenderla.
    E’ chiaro che sono inc……….. nero e Le chiedo di nuovo scusa e La ringrazio ancora per l’interessamento! Sicuramente ho capito che anche il concessionario ha sbagliato, ma non è l’unito. La casa ha le sue colpe altrimenti non avrebbe continuato a spingere per la sostituzione fin dall’inizio! O sbaglio?
    La domanda comunque, oltre a quella a cui mi ha risposto, è:
    Quando Tissot ha deciso di fa pervenire tutti i T-Touch per riparazioni e cambi pila direttamente al loro centro assistenza?
    2008 o 2010
    C’era comunque qualcuno autorizzato fino ad una certa data ad eseguire cambi pila e prove di impermeabilità? quale data?
    Altra chicca sulla serietà della casa:
    venerdì 19 ottobre ho ricevuto una lettera (non raccomandata RR) in cui si diceva che se entro 15gg non davo loro risposte mi avrebbero mandato indietro l’orologio.
    La lettera era datata 17 ottobre.
    Ieri, 25 ottobre, è arrivato il corriere a casa con l’orologio non riparato ovviamente.
    Non tornano i conti dal 19 al 25 non sono trascorsi 15gg e nemmeno dal 17 al 25 sono trascorsi 15gg.
    Qui si dimostra nuovamente la serietà dell’azienda!
    Distinti Saluti
    Le chiedo nuovamente scusa davanti a tutti e senza problemi.

  34. Enrico
    Enrico dice:

    Caro Gianluca,
    nessun problema, anzi, come più volte ho avuto modo di ripetere, mi dispiace enormemente per il suo caso.
    Per rispondere alla sua domanda: a quanto mi risulta, Tissot ha sempre preteso che la pila venga cambiata dal Centro Assistenza. Solo a partire dal 2011 ha acconsentito che fossero alcuni concessionari (solo quelli che hanno seguito il corso), ad aggiungersi al Centro per facilitare i clienti.
    Riguardo alla spedizione dell’orologio, devo ammettere che è molto strano, e non posso darle torto se è perplesso.
    Sinceramente ritengo che tra lei e Tissot si sia innescato un meccanismo negativo dovuto principalmente a malintesi.
    Se ritiene che possa intercedere per accontentarla, non esiti a disporre di me.
    In definitiva, se Tissot le venisse incontro con il prezzo ultra-ridotto che le ha proposto, penso che lei potrebbe finalmente apprezzare il nuovo corso del T-Touch.
    La saluto con molta cordialità.

  35. Alessandro
    Alessandro dice:

    Buongiorno, mi rivolgo a qualche tecnico che risponde su questo blog.
    Sono possessore da circa 5 anni di un T-touch (sicuramente 1a generazione, quadrante nero e cinturino nero in caucciù), fino ad oggi mai avuto problemi.
    Oggi 28/10 ho proceduto al cambio ora (legale/solare) ma i movimenti delle lancette sono stati irregolari. Ho provato numerose volte a sincronizzarlo (come sempre fatto con successo in passato) ma al termine le posizioni assunte dalle lancette non corrispondono, per nessuna funzione; sul display digitale indica l’ora (corretta!), ma periodicamente esce per una frazione di secondo una scritta che sembra “6re”, di cui non trovo menzione sul manuale. NON appare alcuna indicazione tipo “bat” che, secondo manuale, indicherebbe batteria scarica.
    Vorrei sapere se il problema possa comunque essere da imputarsi alla batteria da sostituire, oppure altro. Date le precedenti indicazioni nel blog, infatti, ritengo valga la pena di provare se va solo sostituita la batteria, con intervento tipo quello indicato dal Sig. Cannoletta nel post del 29/09; invece la sostituzione di componenti dell’orologio appare poco affidabile. Ho letto che potrei avere uno sconto per sostituzione dell’orologio con un T-touch nuovo, ma non sono invogliato a spendere tanto per un altro prodotto i cui costi di assistenza sono iperbolici e che, tempo pochi altri anni, potrei essere invitato nuovamente a sostituire.
    Saluti

  36. gianluca
    gianluca dice:

    Alessandro buttalo e non sbagli
    fai come ho fatto, calcola che è un investimento, non spendi + nulla in cambi batteria ogni 2 anni (cifre che vanno da 95 euro a…. guarda i post precedenti!) e non spendi soldi di telefono x chiamare e arrabbiarti!
    Se ti rimangono in tasca i “tuoi” soldini hai già guadagnato, nemmeno le banche ti danno tanti interessi.
    Poi ci guadagni in salute, non ti viene il mal di stomaco quando ti rubano i soldini (perchè qui si tratta di furto!). Se non ti viene il mal di stomaco non spendi nemmeno i soldi per le cure e il tuo guadagno aumenta!
    Saluti

  37. Enrico
    Enrico dice:

    Gent.mo Alessandro,
    ritengo che il suo T-Touch, possa avere dei semplici problemi di batteria,magari con qualche “interferenza” sul circuito che dovrebbe pilotare l’indicazione “bat”.
    Trovo invece molto utile far testare l’orologio per verificare se effettivamente è la batteria ad essere la causa di ciò.
    Questo controllo lo potrebbe fare gratuitamente un concessionario che ha partecipato al corso per il Quick Service.
    Personalmente contatterei l’assistenza Tissot per avere l’indicazione del Concessionario più vicino che ha questa abilitazione.
    Resto a tua disposizione per ogni necessità.
    Salutissimi.

  38. Alessandro
    Alessandro dice:

    Ringrazio vivamente per i suggerimenti.
    Mi sono rivolto al rivenditore da cui avevo acquistato l’orologio, spiegando che dovevo mandarlo presso il Quickservice più vicino per il cambio batteria. Ero già pronto a dover rinunciare all’orologio per un paio di mesi e sostenere oltre 45 € di spesa. Il rivenditore mi ha suggerito che la batteria la poteva cambiare lui, ovviamente senza garanzie sull’impermeabilizzazione. Ho accettato, l’orologio funziona: spesa 4 € e nessuna attesa.
    Meglio che buttarlo, ma concordo con Gianluca che lo avrei buttato piuttosto che pagare una revisione maggiore; se in futuro mi si dovesse guastare definitivamente, posso sempre pensare che comunque l’orologio era già dato per spacciato.
    Ma ora che, con il cambio batteria, ho la prova che l’orologio funziona, mi ripropongo comunque di farlo vedere alla prima utile occasione ad un Quick Service, per il resto dell’intervento.
    Grazie nuovamente.

  39. Enrico
    Enrico dice:

    Caro Alessandro,
    mi compiaccio per la soluzione del problema.
    Ora però devo fare una precisazione per amore di verità.
    Devo sottolineare che in questo caso … ti è andata bene per la perizia del collega, ma questa è la classica situazione in cui si rischia poi di dare la colpa a Tissot per eventuali malfunzionamenti.
    Voglio precisare che per il T-Touch non è sufficiente il solo cambio di pila e il controllo del l’impermeabilità.
    Si tratta di un prodotto iper-tecnologico e quindi da tale va trattato.
    I Quick-Service di Tissot operano insieme al cambio della pila tutta una serie di sostituzioni che vanno addirittura fino alle viti e all’isolante. Sono infatti stati muniti da Tissot di veri kit per questi interventi.
    Inoltre occorre sapere che le operazioni vanno precedute e seguite da manovre di reset e “sleep” per evitare sorprese nel riavviare l’orologio.
    Ognuno, quindi è padrone di scegliere se operare la sola sostituzione della pila tout-court a €. 4,00 di spesa, oppure affidare l’orologio ad un Quick Service Tissot, ottenendo un servizio diverso.
    È importante però essere chiari come lo sei stato tu: hai accettato il rischio e ti è andata bene, e sinceramente me ne compiaccio.
    Un saluto con tanta simpatia.
    Enrico

  40. gianluca
    gianluca dice:

    a me è costato 95 euro il cambio pila, il quick- service non esisteva nel 2010 ed il concessionario ufficiale di “crema” non mi ha certo chiesto se poteva mandare o meno il t-touch a fare il cambio pila ad un pirla qualunque o in tissot-italia!
    Ho parlato anche con il “pirla qualunque”…volete sapere l’assurdità….mi ha detto che per il cambio pila al t-touch, loro chiedevano solo 8 euro! Alla faccia dell’inflazione, da 8 auro iniziali a 95 euro a me! Azz.. E alla faccia dei controlli da parte della casa madre! Inoltre il “pirla qualunque” mi ha garantito che fino alla fine del 2010 era regolarmente autorizzato a fare i cambi pila e la prova di impermeabilità!
    Scusa Alessandro se sono stato così schietto ma è realmente ciò che consiglierei di fare ad un amico!

  41. fabio
    fabio dice:

    cambiare la batteria a un orologio costa 5 euro. qualsiasi orologio, massimo 10 euro, compreso test impermeabilità. I fatti stanno a 1 e le chiacchiere a ZERO. Ma vi siete rimbecilliti tutti? Ma spaccategli il culo, nel vero senso della parola.
    Io con minacce e mazzate ho sempre risolto qualsiasi diatriba a costo ZERO o il giusto! Siete divenuti un popolo di senza coglioni!

  42. fabio
    fabio dice:

    Compro la macchina e poi scopro che fa 10 kilometri con un pieno. Ma te lo devono dire prima e io posso scegliere se farmi inculare o no!
    Lo stesso vale per il Touch. Era doveroso e serio dire che ha problemi che i costi della batteria sono elevati, che l’orologio è una MERDA.
    Così io posso scegliere se farmi inchiappettare o no!

  43. gianluca
    gianluca dice:

    sante parole!
    E oltre a inchiappettare la gente senza avvisarla, non hanno nemmeno la cortesia di sputarti in quel posto prima di …ci siamo capiti!
    Ragazzi in rete si trovano ottime imitazioni con 100 euro, se poi conoscete qualcuno che deve andare in Thailandia Ve la cavate con una ventina di euro al max. E poi dicono di non comprare imitazioni! Così ci pensano loro stessi ad invogliare la gente a comprare tarocchi!
    Saluti

  44. Alessandro
    Alessandro dice:

    Scusate la temporanea assenza, ero all’estero.
    Anch’io ho pensato +/- ciò che sostiene Fabio: può anche essere che uno strumento di alta tecnologia richieda dei service costosi, tipo la strumentazione dei laboratori di analisi mediche. Ma chi acquista un orologio da polso vuole uno strumento molto durevole, affidabile, che non dia problemi nel tempo e non richieda ulteriori esborsi. Invece ci troviamo con uno strumento per cui la casa madre ha previsto, ogni pochi anni, un esborso notevole. Peccato che non ne abbia fatto cenno da alcuna parte: non nella pubblicità, non sul suo sito, non sul manuale. Così è stato negato all’utente il diritto di sapere cosa avrebbe speso nel tempo, mentre ci si aspetta di dover solo spendere pochi euro per il cambio batteria e nulla più, come per ogni normale orologio da polso. La politica attuata da Tissot sembra essere quella di forzare gli utenti a sostituire, ogni pochi anni, i loro orologi con nuovi modelli, così da garantirsi consistenti guadagni non solo per l’acquisto iniziale, ma anche in seguito. Questa politica è illegale, in quanto attuata a danno degli utenti che sono stati volutamente tenuti all’oscuro dei costi “chilometrici”.
    Invece non posso che esprimere gratitudine verso il Sig. Enrico, che ha precisato la portata degli interventi tecnici ed i costi stabiliti dalla Tissot, nonostante non avesse nulla da guadagnarci anzi ha pure subito l’indignazione di qualcuno.
    Grazie per l’attenzione

  45. fabio
    fabio dice:

    Ho acquistato un paio di Mason’s e si sono rotti quasi subito. Ho scritto alla casa e hanno ammesso che può capitare un problema. Venerdì mi hanno inviato un paio di Mason’s nuovi gratis (160,00 euro di pantaloni)
    questa è serietà. Non quei porci Svizzeri della Tissot. (sia ben intenso che anche Tissot mi ha soddisfatto gratis) Truffatori da mercatino souq!
    è truffa, sapere che un orologio ha problemi e ciò nonostante lo si inserisce nel mercato.
    Non avvisare dei costi alti per cambiare una fottuta batteria.

  46. Giuseppe
    Giuseppe dice:

    Dopo 5 anni di onorata attività il mio TT prima serie ha “ceduto”! Non funziona più lo spicchio di vetro per selezionare l’altimentro. Leggo ora di tutti i commentio negativi, quindi mi ritengo uno dei pochi fortunati… Poco dopo averlo preso avevo perso il pulsante contrale, tempo un mesetto scarso sistemato tutto in garanzia. Tornando al succo del discorso ieri lo porto dal orologiaio, che mi dice che quel modello indipendentemente dal guasto mi costa 155€ e che la riparazione non è garantita!!! Oppure posso lasciarglielo alla Tissot, che riconoscendo le problematiche risapute del modello mi propongono il TT2 a metà prezzo. Quindi con 300€ ho un TT2 nuovo di zecca con più funzioni del precente e 2 anni di garanzia. Che dire!? Non tutti i mali vengono per nuocere!! 😉

  47. Franco
    Franco dice:

    A Natale 2006 mi è stato regalato un orologio della Tissot al titanio, tanto pubblicizzato in tv come grande innovazione tecnologica. Tutto bene il funzionamento senza nessun problema fino a quando è stato il momento di cambiare la batteria. Un rivenditore autorizzato mi consigliò di lasciarlo per la spedizione in centro autorizzato per una cifra attorno ai 90 euro. Mi è sembrata eccessiva e allora l’ho portato da un orologiaio di mia fiducia e con 15 minuti di tempo e 15 euro di spesa l’orologio ha ripreso a funzionare come prima.Dopo due anni mi succede che non funziona il vetro sul tocco centrale, non dà segni di vita, invece tutti gli altri tocchi, thermo, bussola ecc. funzionano. Il problema che non funzionando il tocco centrale adesso non posso fare nessuna regolazione come il cambio orario dell’ora legale. Da quello che ho letto in questo forum mi sembra che mandarlo in un centro autorizzato sia priprio una bella avventura senza farsi venire il mal di fegato per ottenere qualche risultato semprechè sia durevole nel tempo. Mi sa proprio che farà parte del corredo di qualche cassetto. Però con quello che è costato pensavo che avesse una vita più lunga, vista anche la grande precisione degli svizzeri, a meno chè anche in questa azienda non ci sia lo zampino dei soliti cinesi. Se qualcuno ha qualche consiglio grazie anticipatamente

« Commenti più vecchiCommenti più recenti »

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *