Orologi Suunto

Orologi SuuntoVicino al proprio 70° Anniversario, Suunto casa Finlandese è ben presto entrata nel Cuore degli Italiani.
Suunto e’ uno tra i marchi preferiti da uno dei nostri editori – Limbiati Orologeria che lo ha visto crescere :
nato con le prime bussole a liquido deve Oggi la propria fama ai primi Computer da Polso con GPS (Suunto X9i).

Un catalogo capace di divenire riferimento dei tanti amanti dell’Escursionismo (con funzionalit di altimetro-barometro-bussola), al fianco ed al polso di sempre più numerosi Velisti (orologi completi di Yacht Timer) ed Oggi anche sui Green con una collezione dedicata al Mondo del Golf.

Una rete commerciale poco ramificata fa si che LimbiatiOrologeria.com diventi un sicuro rifermimento per l’acquisto di un Orologio Suunto o solo per la necessit di un assistenza o ricambio al prodotto.

Redazione on Facebook
Redazione
Il Blog degli Orologi è il primo blog di settore nato in Italia, che dà voce ad esperti ed appassionati del mondo dell'orologeria e offre uno spazio di visibilità per i brand italiani ed esteri.
È un progetto WEBCREATIVI, per contattare la redazione, scrivi a info@webcreativi.it
136 commenti
« Commenti più vecchiCommenti più recenti »
  1. rufio
    rufio dice:

    nella giornata di oggi mi è stato recapitato il mio orologio “RIPARATO” con la sostituzione del pezzo rotto e il campbio del kit batteria…costo totale comprensivo di spese di spedizione = 16,00 euro pagati tranquillament con postepay…sono molto soddisfatto della casa finlandese…un saluto al blog…

  2. misurao
    misurao dice:

    SUUNTO LIGHT GREEN – non lo ricomprerei;
    9 mesi di vita; istruzioni sommarie (comunque…. si usa lo stesso usando la testa….).
    Leggibilità notturna schifosa (paragonata al mio CASIO PRO-TREK con lancette e bracciale titanio…)
    Controllo la bussola con due bussole professionali da geologo (ciascuna costa più del suunto X):
    il CASIO (ha 5 anni) mai calibrato!
    il SUUNTO ogni pochi giorni sei lì che lo calibri….
    Utilizzare strumenti i precisione è la mia porfessione (mi dà da vivere!)
    Qualche mese addietro un signore incontrato in gita mi dice che il cinturino del suo SUUNTO era stato “mangiato” dal sudore…
    Non vi credetti.
    Stamani il cursore del cinturino cade miseramente ai miei piedi (che è? mi son detto; era del mio SUUNTO…!)
    Giro su Internet per trovare un ricambio e su questo sito ne leggo di tutti i colori.
    Complimenti a SUUNTO.
    Tutte le volte che sono in montagna con un vecchio amico mi sento le battute sarcastiche sul SUUNTO (amichevolmente eh!); lui ha ancora un CASIO di 3 anni).
    Ogni tanto entra in funzione un cicalino (non è l’allarme tempesta!). Sul libretto nessuna indicazione in merito…..
    Domenica scorsa a 2300mt ci becca una tempesta della madonna! [circa 3/4 d’ora di grandine, a seguire 1 e mezza di acqua, il uìtutto fra fantastici (sic) tuoni e fulmini].
    Nessun allarme sullo schermo del SUUNTO e nessun cicalino di allarme tempesta…..(lascio valutare a Voi).
    Tra l’altro, parlando di finlandesi è già il secondo fornello PRIMUS che compro (in 2 anni senza uso intensivo, e non costano poco….!). Dopo qualche mese di stoccaggio in armadio il primo l’ho buttato, il secondo (ultimo modello ed il più costoso – dove partire per un trekking) lo stà seguendo (dopo circa 1 e mezzo in armadio non funziona più. Rifatto la pulizia completa che avevo fatto prima di riporlo…).
    Sarà un caso? Finlandesi i fornelli, Finlandese l’orologio….. (devo preoccuparmi?)
    Auguri a tutti sia pro che contro!
    Ah! nella vita ci sono cose più importanti che scaldarsi per difendere un prodotto.
    Semplicemente si deve prendere atto che ci sono aziende (e prodotti) migliori nel mondo ed altre peggiori (che sfortunatamente vendono molto facendo ottima promozione, fanno moda, o tendenza , o per fare i fighetti, fanno più trendy – siamo italiani, facciamoci capire quando si parla!).

  3. Massimo
    Massimo dice:

    Salve a tutti, sono un rivenditore autorizzato
    di prodotti Suunto, da noi potete trovate anche
    cinuturi e Kit batterie di ricambio.
    Per Paolo la Suunto non può obbligare il rivenditore ad acquistare i cinturini di ricambio,
    ( il listino hanno tanti accessori ) e da buon negoziante avere il necessario.
    Dimenticavo ci trovate a Pescara.

  4. kurtz
    kurtz dice:

    Cercavo una soluzione al problema che mi sta dando il mio vector e non ho potuto fare a meno di notare che i giudizi positivi sul suunto e sulla sua assistenza provengono al 90% da rivenditori, importatori, riparatori, commercianti e webmaster di blog dedicati al brand, guarda caso, fondati e sponsorizzati da commercianti….Sappiamo che la publicità è l’anima del commercio ma un comportamento più obbiettivo sarebbe apprezzato da noi utenti ed appassionati.Ovviamente adesso nutro poche speranze di risolvere il problema del mio vector, ma almeno so di essere in buona compagnìa :))) Saluti

  5. Giorgio
    Giorgio dice:

    Aggiungo la mia voce al coro di lamentele riguardante gli orologi Suunto (io ho un Yachtsman. Anch’io ho come altri il problema del cinturino, ma non ho il problema della ghiera che si stacca. Anzi, questa è ben salda, tanto che non gira più da molto tempo ed è perciò inutilizzabile. Aggiumgo inoltre i seguenti problemi:
    – il tasto per il cambio dell’ora (in caso di cambio di fuso orario o ora legale-solare e viceversa) è bolccato. Con un paio di pinze riesco a fare qualcosa, rischiando di fare danni maggiori.
    – L’indicazione della bussola è del tutto inattendibile.
    – Il barometro indica una pressione troppo bassa per essere credibile, neanche fosse in arrivo il ciclone Katrina.
    Concludo chiedendo alla sig.ra Roberta Marini: visto che lei è una fan dei Suunto, perchè non ci dà informazioni precise per far riparare i nostri orologi? Ma forse faccio prima a butatre via il mio ed a comprare un Casio.

  6. thomas
    thomas dice:

    salve! suunto vector con display “tagliato a metà”! nel senso che il display appunto è illeggibile. si consideri che era almeno una settimana che era inutilizzato quindi nessun utilizzo estremo o urti o quant’altro!!! comincio la ricerca di assistenza…

  7. Alberto
    Alberto dice:

    Dopo aver letto tutti i post ed avendo già la mia personale esperienza Suunto con uno Stinger usato perlopiù come orologio da polso mi sento di dire alcune cose:
    1) il servizio assistenza della Suunto fa schifo: è un anno che cerco di far cambiare la batteria a questa dannata cipolla ma la ZIEL non lo fa più e bisogna spedire il tutto in finlandia (!!!!ma siamo pazzi????). peccato che abbia provato a farlo attraverso il sito e dopo un pò mi sono anche rotto gli zebedei non riuscendo ad approdare ad un bel nulla!!!!niente male per un oggettino che quota sui cinquecento euro!!!!!
    2) se dovete cambiare la batteria trovate i kit per fare da soli (come alla fine, disperato, ho dovuto fare io)sul sito http://www.smartinterface.de che li vende per tutti i modelli (per lo stinger dovete comprare anche la chiave per svitare la ghiera, 25 euro, venduta con basetta di fissaggio ed un kit batterie con o-ring);
    3) l’orologio è robusto, non c’è dubbio. Sulla validità delle funzioni non posso esprimermi in quanto non l’ho mai potuto usare in attività subacquee proprio perchè con la batteria in riserva vengono “tagliate” tutte le funzioni sub ed anche la retroillum del quadrante. Tuttavia per lo stesso prezzo si comprano orologi con le stesse funzioni di marche blasonate, però con reti di assistenza pensate in maniera più intelligente e meno costose (il kit batteria costa nel sito di cui sopra, solo 4,50 euro. Più spedizione, certo, ma se da previdenti ne prendete 2 o 3 il discorso cambia);
    4) quelli di suuntomania possono dire quel che vogliono: i post sono fatti quasi tutti da gente insoddisfatta del prodotto o del servizio, o, anche peggio, di tutti e due. E sono tanti. Direi troppi. Ed una azienda seria ad un certo punto DEVE correre a mettere una toppa per soddisfare TUTTI i clienti disposti a pagare TANTI soldi per comprare i loro orologini….

    In ogni caso MAI PIU’ ripeterò l’errore di acquistare un suunto. Il rapporto qualità/prezzo, soprattutto mettendo in conto il servizio assistenza, gioca a svantaggio. Tornerò a considerare l’argomento solo quando vedrò che chi si lamenta di difetti o servizi scadenti sarà in NETTA minoranza. Cosa che ad oggi non accade. Ciao a tutti.

  8. LimbiatiOrologeria.it
    LimbiatiOrologeria.it dice:

    Caro Alberto,
    sono Marco della LimbiatiOrologeria.it, animatore di questo BLOG ma anche moderatore di SuuntoMania.

    Inutile dire che leggendo il Tuo post mi sono sentito chiamato in causa ed opportune sono alcune precisazioni.

    Permettimi di dire che la strada da Te imboccata non è stata tra le più corrette:
    infatti il Distributore dei prodotti subacquei di Suunto non è la ZIEL ma la TecniSub di Genova (http://www.technisub.com/)ragion per cui le Tue corrette richieste erano sulla rotta sbagliata.

    Suunto da più di un anno ha attivato un efficiente servizio on-line di assistenza che prevede una gestione delle richieste completamente on-line:
    la gestione dei ritiri e della consegne è affidata poi a DHL, la comunicazione di preventivi e della gestione della Tua riparazione corre poi tramite semplici mail. Sei in difficolta ? L’Help Desk Telefonico di Suunto è gestito anche da operatori in Lingua Italiana!

    Il tutto è reperibile on-line sul sito della Casa Madre http://www.suunto.com.

    Relativamente a SuuntoMania l’iniziativa è autonoma ed indipendente dalla Casa Madre Finlandese.

    E’ una felice piazza virtuale dove i diversi utenti possono chiedere info, confrontare le proprie esperienze (positive e negative).

    Da Commerciante posso dire che talvolta (vedi i problemi che hanno avuto i Suunto Core) può essere anche una Piazza scomoda
    ma la trasparenza che ci guida sempre ha dato spazio anche ai commenti più “cattivi”!!

    Ma in taluni casi (vedi anche il Tuo commento) indicazioni precise possono cambiare anche la rotta a certi giudizi (non nel Tuo caso ma sempre più spesso non sono i prodotti che non funzionano ma gli stessi che non vengono usati correttamente!!).

    Suunto gode di questa Piazza e quindi al tempo stesso può essere “vittima” di attacchi:
    pardon ma gli altri marchi sono puri o sono indenni (perchè non hanno questi strumenti) da critiche ??

    Credo che ne web del futuro ogni Casa Madre dovrebbe dotarsi di questi strumenti,
    offrire la massima trasparenza e moderare correttamente i commenti a difesa della propria reputazione on-line !

    Per Suunto questa operazione coraggiosa è reltà ma per altri marchi come siamo messi ??

    A Voi la parola…

  9. Antonino
    Antonino dice:

    A me la parola allora
    Aoh! A Limbià, ma che stai a dì??
    Io ho un T-Touch,un Suunto, di Casio ne ho 2, 1 Citizen pilot ecodrive, 1 Polar per fare sport, e appena potrò mi comprerò un’automatico.Non ho mai dovuto mandare a riparare orologi nemmeno a seguito di condizioni estreme come la presenza di campi magnetici generati da magneti al neodimio …il T-Touch non si scompone minimamente…
    Voto 10 e lode agli Svizzeri,10 ai Giapponesi….ai Finlandesi gli facciamo una carezza e con un sorriso diciamo che sono rimandati a settembre per sostenere l’esame di credibilità e tecnologie dei materiali plastici.

    Excuse me sir, what’s the time?
    …..I’m sorry, I have a Suunto!

  10. Marco
    Marco dice:

    Caro Antonio,
    non vedo cosa possa aver detto di troppo o di sbagliato.

    Ho parlato del servizio di assistenza on-line di Suunto che poteva dare una mano al ns.Alberto ed ho citato SuuntoMania, una community dove lodi&critiche si incontrano.

    Eravamo di fronte ad una persona che criticava aspramente il Mondo di Suunto ma per il fatto che si era rivolto a persone sbagliate per avere assistenza e ricambi.

    E’ come sei io criticassi la FIAT ma mi sono rivolto solo a Concessionari Citroen!!

    Non ho criticato altri marchi (di cui per altro sono Concessionario) ma ho solo posto un interrogativo : gli altri marchi hanno una piazza virtuale dove confrontarsi con gli utenti?

    Forse si…forse no…

  11. Antonino
    Antonino dice:

    ….o forse non ne hanno bisogno perchè il prodotto è di ottima qualità!
    Sig. Marco,la mia non era una critica verso nessuno…anzi! La piazza è ben curata e mi sembra gestita in maniera molto onesta e democratica.
    Forse sono stato troppo ermetico ma la mia ironia è contro questo marchio molto blasonato e che purtroppo non rispecchia la realtà dei fatti.Basta leggere i commenti lasciati dai signori qui sopra…
    Un piccolo esempio:
    la batteria del mio orologio Suunto è stata SPESSORATA da me medesimo con un piccolo film di nylon in quanto toccava parzialmente nei pin di alimentazione che, come lei sa, sono retrattili. Ad ogni scossone che prendevo con la mia mountain bike, la cipolla si spegneva….ARRGHHH!!!

    Personalmente, dopo aver speso quasi la bellezza di 350Eur per poterlo comprare, mi sento leggermente l’amaro in bocca per non dire peggio….Forse sono stato sfigato ma certe cose non si devono assolutamente tollerare. Mi sento uno che è stato fregato perchè l’orologio secondo il mio modestissimo parere, non vale il prezzo pagato.
    Questa è la mia esperienza personale con Suunto.
    Colgo l’occasione per ringraziare ilblogdegliorologi per avermi dato la possibilità di potere esprimere liberamente ciò che penso.
    Antonino

  12. Marco
    Marco dice:

    Caro Antonio,
    è sempre un piacere dialogare con persone che alla base di un dialogo&confronto pongono cordialità ed educazione (e di questo Ti devo dare merito).

    Ma..visto il Tuo finale mi chiedo : pardon ma l’assistenza in garanzia è stata interpellata o utilizzata ??

    Il prodotto DEVE andare bene ma in caso di eccezioni si deve poter contare su un’assistenza !!

    Be su quello Suunto (e parlo di quella loro on-line) è efficiente !!

  13. sandro
    sandro dice:

    Salve a tutti, sono possessore da gennaio 2009 di un Suunto Xlander, mi sono trovato benissimo, solo che ormai stufato da questo orologio non riesco proprio a venderlo, nessun negozio in provincia di Napoli dove risiedo se lo vuole prendere in permuta per l’acquisto di un altro orologio. Chi puo aiutarmi?
    Si tratta comunque di un orologio in perfetto stato, con cinturino in pelle, piu scatolo con garanzia e altri 2 cinturini in pelle di ricambio.
    Grazie mille

  14. Francesca
    Francesca dice:

    Voglio regalare un orologio Sunto, abito nella provincia di Perugia qualcuno sa dirmi a quale rivenditore posso rivolgermi?? o almeno in quale città cercare? grazie

  15. misurao
    misurao dice:

    Sono di nuovo qui con un SUUNTO LIGHT GREEN che fà di nuove le bizze…..
    Mandato in assistenza il 7 Agosto 2009, è tornato il 09 Settembre 2009…..
    Ma non è di 10/15 giorni lavorativi la riparazione?
    Comunque….
    Il LIGHT GREEN è di nuovo daccapo…. Tutto da solo se ne torna alla schermata dis ettaggio dell’ora.
    Dato che leggevo dell’affidabilità dei SUUNTO, penso, con cognizione di causa, di poter dire la mia.
    Affidabilità del prodotto zero.
    Per zittire i maligni, una ditta seria, che (tramite il numero di serie risale a partite difettose…) vuole mantenere alto il suo nome, in casi simili ti chiama e ti manda indietro un’apparato nuovo.
    Tanto, per non dire molto, lo fa la serietà del venditore.
    Comunque per Natale mia moglie mi regala un nuovo altimetro-barometro….ovvio che non sarà SUUNTO.
    Nel mentre utilizzo il vecchio HITRAX, che (da quattro soldi…) imperterrito continua a fare il suo lavoro.
    Gli inserisco una batteria e lui funziona serenamente…..
    AD MAIORAM GLORIAM SUUNTO.

  16. nico
    nico dice:

    assistenza schifosa per suunto,ormai lo sanno tutti.
    aspetto da tre mesi che mi riparino un regatta usato per 4 mesi e poi rotto.
    faccio surf da onda:all’inizio in molti abbiamo comprato suunto ma adesso siamo tutti tornati su casio (protrek o gshock) piu’ economici,affidabili e con assistenza decente

  17. michela
    michela dice:

    ciao a tutti!!! ho comprato un suunto regata su internet in un sito inglese da circa un mesetto,e il copritasto in plastica nera è saltato e l’ho perso!! vorrei sapere se qualcuno sa come dovrei muovermi e se posso continuare a usarlo senza copritasto, perchè per il momento non lo sto utilizzando perchè non vorrei entrasse acqua. grazie mille!

  18. kuma141102
    kuma141102 dice:

    buonasera,
    qualcuno sa spiegarmi se un suunto comprato su ebay in un negozio di los angeles gode di qualche forma di garanzia? non riesco a registrarlo sul sito. per ora va da Dio ma se capitasse..
    grazie fin d’ora

  19. Enrico Cannoletta
    Enrico Cannoletta dice:

    Ciao kuma141102,
    solitamente le distribuzioni sono nazionali, nel senso che ogni distributore cura l’assistenza per il suo paese.
    Formalmente, però, se si è in possesso di una garanzia internazionale, e il distributore nazionale è unico, le case garantiscono il diritto di assistenza anche fuori dal paese di acquisto.
    Ti consiglierei, nel caso tu ne avessi bisogno, di recarti presso un concessionario che abbia ben chiari questi concetti e li esprima al distributore: così facendo non dovresti avere problemi di assistenza.
    Resta un unico neo: non sempre i distributori nazionali acquistano tutti i modelli prodotti.
    Potrebbe succedere di trovare un modello negli States e non in Italia o viceversa.
    Se fosse così potrebbero sorgere problemi di reperibilità di alcuni pezzi di ricambio.
    Va da se comunque che un’assistenza seria si preoccupa quasi sempre di inviare l’orologio alla sede centrale.
    Spero di essere stato esaustivo.
    Ciao.

  20. Ettore
    Ettore dice:

    Ciao a tutti, ho visto che si parla di orologi che dovrebbero fare anche il caffè, pagati come tale, invece a malapena riescono a segnare l’ora …quando va bene!
    Il prezzo medio si aggira attorno ai 400 Euro (non sono proprio a buon mercato!).Si parla di assistenza che non funziona oppure di pezzi che si spaccano solamente guardandoli, batterie che per cambiarle occorre spaccare l’orologio, orologi taroccati su internet ma comperati come originali….!
    Mi permetto di fare una comparazione tirando in ballo i Jap (Casio).
    Prezzo: decisamente più basso (rispetto Suunto),
    Affidabilità: elevata;
    Costo manutenzione: la maggior parte delle volte solo le batterie, il cinturino di gomma dopo anni di uso ininterrotto.
    Assistenza: pressoché ovunque.
    Solamente con questi 4 punti si deduce che il prodotto Suunto non è all’altezza.
    Un anticipo; Suunto non è strutturata come Casio ovviamente e non ha nemmeno la sua esperienza e questo potrebbe giocare a suo favore!…Domanda: perché allora i suoi prezzi sono comunque così SPROPORZIONATI?
    Personalmente sono disposto a pagar cara una cosa purché rispecchi un determinato standard di qualità.
    Questo con Suunto non sta avvenendo.
    Un esempio concreto: Casio Protrek PWR 1500.
    Cinturino in titanio, ghiera indistruttibile, 200 metri WR, orario, calendario, 5 sveglie,barometro, altimetro,bussola,fusi orari, fasi lunari, crono, timer, maree, radio controllato da 5 stazioni radio sparse nel mondo, batteria che si ricarica con il pannellino solare integrato nel quadrante.
    Quanto costa un orologio cosi?
    Andate su Ebay e cercate Casiotrade e poi vedrete voi il prezzo.
    Se siete curiosi io il mio l’ho pagato meno di 300 euro…
    Ciao Ettore

  21. kuma141102
    kuma141102 dice:

    grazie enrico, sei stato molto gentile a rispondere.
    ho comprato un core all black quindi è un nuovo modello.
    come ti dicevo sul sito non mi accetta la registrazione.
    quindi se mai si rompesse vado da un negoziante nella mia città e chiedo assistenza tramite loro?
    oppure non è possibile contattare l’help desk qui in Italia?
    grazie ancora per la tua pazienza.

  22. Enrico Cannoletta
    Enrico Cannoletta dice:

    @kuma141102
    Mi pare che la procedura più corretta possa essere quella di contattare l’Help-desk.
    Dal sito ufficiale http://www.suunto.com puoi inviare una richiesta attraverso e-mai, dopo la creazione di un tuo account (che è indipendente dalla registrazione di un prodotto)
    Credo che i contatti telefonici siano attivi solo con chiamate a help-desk Usa, Canada, Finlandia e Francia.
    Sicuramente un concessionario può esserti di aiuto.
    Ciaooooo

  23. Cristiano
    Cristiano dice:

    Problema Suunto Mariner,quando pigio il tasto della retroilluminazione,l’orologio mi sfalza l’orario,pensavo che dipendesse dalla pila,quindi l’ho sostituita,il problema rimane,vado al negozio dove l’ho acquistato e non sa dove mettere le mani,mi dice che va spedito alla casa madre tramite DHL,e non si conoscono i tempi della riconsegna,ho deciso a questo punto di metterlo in un cassetto e aver fatto finto di non averlo mai avuto,rimango scontento di questo marchio tanto pubblicizzato.

  24. Ettore
    Ettore dice:

    Caro Cristiano, …..dai registrati all’helpdesk per l’assistenza online.. via web…trik & trak…ma l’hai comprato su Ebay?? perchè li ti danno le sole, ti danno un tarocco!!! vai con i tarallucci ed il vino….!
    per ribadire quanto ho detto sopra: UN OROLOGIO DEVE ESSERE AFFIDABILE….loro non lo sono.
    Aspetto un commento che possa contraddire quanto ho affermato.

  25. Ettore
    Ettore dice:

    …..Dopo 5 settimane di attesa dalla data del commento precedente….qualcuno in Italia dovrà pur smentirmi! …oppure avete tutti comperato un nuovo orologio….magari un “banalissimo” Casio? A volte è difficile ammettere con se stessi di aver fatto una scelta costosa e nel contempo sbagliata,l’importante è essere onesti con se stessi e soprattutto non ripetere gli errori. Un saluto Ettore

  26. Alex
    Alex dice:

    Buon giorno,
    ho un suunto observer da vari anni e da un po’ di mesi non mi funziona più il tasto mode, quindi l’orologio rimane fisso sul menu “time”, mentre altre volte passa agli altri menu da solo. Cosa mi consigliate di fare?
    grazie

  27. Alex
    Alex dice:

    aggiungo che premendo il tasto mode l’orologio si illumina, però immediatamente, e non dopo alcuni secondi come dovrebbe essere.

  28. Marco
    Marco dice:

    Caro Alex,
    credo che il Tuo Suunto Observer abbia bisogno di una bella gita a Vaanta (Finlandia) ovvero di essere inviato presso la Casa Madre.
    Tutto molto semplice tramite l’Assistenza On-Line offerta dalla Casa Madre e la lettura di questo post http://www.blog.limbiatiorologeria.it/i-nostri-consigli/lassistenza-di-suunto-e-ora-on-line/ credo che Ti possa essere d’aiuto!
    Per qualsiasi dubbio non esitare poi di contattare telefonicamente l’Help Desk di Suunto ed i numeri li trovi sul sito ufficiale (parlano anche in italiano)

  29. Davide
    Davide dice:

    salve a tutti.
    io ho un suunto Observer da 7 anni. ha sempre funzionato correttamente, ma durante le ultime due gite in montagna ha avuto dei problemi. L’altimetro è impazzito ed ha cominciato a segnare quote inverosimili oltre i 9000 metri. La batteria è nuova, sostituita un mese fa utilizzando i ricambi originali.Io penso sia dovuto alla zona del sensore, dove ci sono dei buchini. Da questi buchini sicuramente entra polvere e umidità e a volte anche sudore. secondo me questa sporcizia crea un qualcosa di solido davanti al sensore e quando abbiamo situazioni di repentino cambio di pressione l’altimetro sballa.
    Come faccio a pulire la zona del sensore (sporcizia dentro i fori)? non vorrei doverlo spedire in Fillandia per una semplice pulizia.

    Grazie fin d’ora.

    Davide

  30. Mr.Antonio
    Mr.Antonio dice:

    Purtroppo penso sia proprio necessaria la trasferta in casa madre. Vedrai che te lo rispediranno in pochi giorni!

  31. Andrea
    Andrea dice:

    Che sia chiaro a tutti: il sunto X9i è un prodotto mal riuscito. Ci sono centinaie di testimonianze che lo provano. Dopo il quarto invio in assistenza mi è stata fatta una proposta indecente dalla Sunto in Finlandia: sostituzione con un X10 a fronte del pagamento di 240 euro circa. Chi è disgustato come me dovrebbe fargli causa!

  32. Luigo
    Luigo dice:

    Salve

    Ho acquistato un vector hr 6 giorni fa tramite ebay in austria.
    Arrivato ORIGINALE, nuovo e sigillato.
    Le mie impressioni dopo 6 giorni: funzionale…per ora, ma i materiali, sono UNA CHIAVICA… La matiz di mia suocera è fatta in plastica migliore.
    Io con un orologio del genere non ci andrei nemmeno a passeggio,perche potrebbe andare in pezzi.
    Ho la netta convinzione che i signori di suntomania.. o i rivenditori che parlano bene di questa ” ROBA ” ,che tutto si può definire, meno che un orologio da escursionisti, vogliano far finta di non vedere la realtà: che uno swatch da 40 euro è per dato di fatto, un prodotto QUALITATIVAMENTE MIGLIORE e resistente.
    Inoltre, la legge EUROPEA, dice che un prodotto, commercializzato in europa, ha una GARANZIA di 2 ANNI per difetti di materiale o di fabricazione, valida con presentazione di fattura o scontrino fiscale.
    Pertanto dove STA SCRITTO che io DEVO comprare da un RIVENDITORE UFFICIALE per godere della garanzia? voglio capire sulle leggi in vigore in europa dove cazz.. sta scritta sta roba! che se non lo ho comperato da un rivenditore autorizzato non posso nemmeno registrarlo sul sito e usufruire della garanzia?
    E poi perchè comprarlo da un rivenditore ufficiale? a che pro?…per la maggior parte fanno assistenza, non hanno ricambi!
    Percio signori di sunto mania, CHI vi scrive non è uno che ha avuto problemi con un orologio rotto,ma una persona che si è resa conto della realtà avendo ora al polso un orologio nuovo e funzionante, al quale però dovra prestare cura, a causa della scorrettezza di una azienda che vende prodotti non all’altezza della destinazione d’uso, che si nasconde dietro una garanzia secondo me non a norma di legge,e senza una reale rete di assistenza.
    Per carità, i gusti sono gusti, e con i propri soldi ognuno fa cio che vuole, ma io non favorirei neanche indirettamente un azienda del genere aprendo un sito “simptizzante”.
    Se pensate che mi stia sbagliando vi prego di rispondermi.
    GRAZIE

  33. Antonio
    Antonio dice:

    Salve,
    volevo esprimere il mio punto di vista sulla questione…
    A mio parere, il Suunto Vector è un orologio leggendario che rappresenta, più di ogni altro modello, il punto di riferimento del marchio Suunto; per lo meno in merito ai prodotti outdoor.
    Anch’io sono un appassionato senza paragoni del marchio e negli ultimi anni li ho provati praticamente tutti! Ebbene la settimana scorsa ho deciso di prendere un Vector visto che non ancora mi passava tra le mani… Sono super soddisfatto!
    In merito al problema dei materiali di cui parli, ebbene il Vector ha visto la luce nell’ormai lontano 1998 e, vista ancora la notevole richiesta, è in produzione a tutt’oggi. Certo i materiali non sono all’altezza di un Core o addirittura un Elementum, ma non lo vedo come un problema a livello di robustezza; il Vector fa la sua figura così com’è! Magari un domani ci sarà un restyling e anche i materiali saranno migliorati…chi lo sà…
    Passando all’argomento garanzia, non posso esprimere la mia in merito a garanzia europea in quanto non sono un commerciante e non saprei. Ma credo che se si ha una prova d’acquisto non c’è alcun problema. Personalmente ho ricevuto assistenza in garanzia dalla Suunto anche in assenza di uno scontrino fiscale! E non una sola volta!
    Per quanto riguarda i centri di assistenza, quelli è vero che non ci sono. Ma l’azienda è in grado di offrire una assistenza valida e veloce invitando il cliente a spedire il proprio prodotto da riparare direttamente in casa madre, senza alcuna spesa(in caso di garanzia in corso) e a tempi veramente ragionevoli. Inoltre in questo modo si ha la sicurezza che il proprio prodotto sia passato sotto mani davvero competenti.
    Mi dispiace della tua delusione…

  34. Marco
    Marco dice:

    Caro amico di Suuntomania, non ho ancora avuto modo di provaro il Vector HR di Suunto, perciò potrò basarmi esclusivamente sulla mia esperienza con il semplice Vector, che ha lo stesso case e, quindi, condivide gli stessi materiali.
    Purtroppo lo standard qualitativo delle scocche di platica Suunto (Vector, altimax & Co.) non è all’altezza del prezzo a cui vengono proposti i prodotti. Diciamo che l’esborso piuttosto elevato è giustificato dalla tecnologia che racchiudono (anni luce avanti ai primi pro trek e timex).
    Inoltre, credo che Suunto punti più sulla leggerezza/ergonomia dei suoi ABC, che al polso sono praticamente inesistenti (il Vector è uno dei prodotti meglio portabili che abbia mai provato, nonostante le generosissime dimensioni) e sulla funzionalità, che non sull’estetica. Non dimentichiamoci che Suunto produce computer da polso ABC e non orologi ABC, il che è differente (!). Tu praticheresti uno sport estremo con un Pro Trek da 400-500 euro o, addirittura, 750 euro come nel caso del PRX-2000T? Io no di certo. O indosseresti un T-Touch expert nelle stesse situazioni? Direi proprio di no…
    Un professionista bada certamente di più alla funzionalità che non all’estetica e alla sensazione che trasmettono i materiali. Le platiche del Vector sono si delicate (così come il vetro) ma sono altrettanto facili da riparare con una pasta abrasiva tipo displex per cellulari. Inoltre l’assistenza per qualunque evenienza (cambio scocca, ghiera, pulsanti, cinturini, ecc…) è ineccepibile (esperienza personale!) e, spesso, gratuita.
    In definitiva, chi conosce Suunto è pronto a spendere certe cifre per avere la funzionalità, più che altro. Ovviamente, poi, ci sono delle eccezioni; ad esempio la linea Elementum, recentissima, unisce qualità a nobiltà dei materiali. E i prezzi salgono ulteriormente (e non di poco!).

    Per quanto riguarda la garanzia, caro amico, è sufficiente che registri il prodotto sul sito ufficiale Suunto, inserendo il seriale che trovi sul retro della cassa. In questo modo attiverai la garanzia biennale (valida worldwide), senza nessunissimo problema. E ti assicuro che l’assistenza Suunto è impeccabile e serissima; addirittura prevede la sostituzione del prodotto senza alcuna spesa, se necessario.

    Con ciò, non credo di poterti consolare, ma spero di averti chiarito la filosofia di Suunto, che può essere più o meno condivisibile…Io ho diversi Suunto (Vector, Observer, X-Lander, Core) e, anche se gradirei materiali più nobili, non li cambierei con nessun altro comuter da polso al mondo…se voglio al polso uno strumento versatile e bello da vedere e “toccare” indosso un Pro Trek in Titanio…se devo fare escursioni o sport estremi metto al polso un Vector o un Core…

  35. Marco
    Marco dice:

    Caro amico di Suuntomania,
    non ho ancora avuto modo di provaro il Vector HR di Suunto, perciò potrò basarmi esclusivamente sulla mia esperienza con il semplice Vector, che ha lo stesso case e, quindi, condivide gli stessi materiali.

    Purtroppo lo standard qualitativo delle scocche di platica Suunto (Vector, altimax & Co.) non è all’altezza del prezzo a cui vengono proposti i prodotti. Diciamo che l’esborso piuttosto elevato è giustificato dalla tecnologia che racchiudono (anni luce avanti ai primi pro trek e timex).

    Inoltre, credo che Suunto punti più sulla leggerezza/ergonomia dei suoi ABC, che al polso sono praticamente inesistenti (il Vector è uno dei prodotti meglio portabili che abbia mai provato, nonostante le generosissime dimensioni) e sulla funzionalità, che non sull’estetica.

    Non dimentichiamoci che Suunto produce computer da polso ABC e non orologi ABC, il che è differente (!).

    Tu praticheresti uno sport estremo con un Pro Trek da 400-500 euro o, addirittura, 750 euro come nel caso del PRX-2000T? Io no di certo. O indosseresti un T-Touch expert nelle stesse situazioni? Direi proprio di no…

    Un professionista bada certamente di più alla funzionalità che non all’estetica e alla sensazione che trasmettono i materiali.

    Le platiche del Vector sono si delicate (così come il vetro) ma sono altrettanto facili da riparare con una pasta abrasiva tipo displex per cellulari.

    Inoltre l’assistenza per qualunque evenienza (cambio scocca, ghiera, pulsanti, cinturini, ecc…) è ineccepibile (esperienza personale!) e, spesso, gratuita.

    In definitiva, chi conosce Suunto è pronto a spendere certe cifre per avere la funzionalità, più che altro. Ovviamente, poi, ci sono delle eccezioni; ad esempio la linea Elementum, recentissima, unisce qualità a nobiltà dei materiali. E i prezzi salgono ulteriormente (e non di poco!).

    Per quanto riguarda la garanzia, caro amico, è sufficiente che registri il prodotto sul sito ufficiale Suunto, inserendo il seriale che trovi sul retro della cassa.

    In questo modo attiverai la garanzia biennale (valida worldwide), senza nessunissimo problema.

    E ti assicuro che l’assistenza Suunto è impeccabile e serissima; addirittura prevede la sostituzione del prodotto senza alcuna spesa, se necessario.

    Con ciò, non credo di poterti consolare, ma spero di averti chiarito la filosofia di Suunto, che può essere più o meno condivisibile…

    Io ho diversi Suunto (Vector, Observer, X-Lander, Core) e, anche se gradirei materiali più nobili, non li cambierei con nessun altro comuter da polso al mondo…se voglio al polso uno strumento versatile e bello da vedere e “toccare” indosso un Pro Trek in Titanio…se devo fare escursioni o sport estremi metto al polso un Vector o un Core…

  36. Andrea Cha
    Andrea Cha dice:

    ho acquistato presso il rivenditore Marcucci di Genova un orologio Suunto X-Lander. Dopo 7 mesi, durante un bagno in piscina, si è allagato all’interno. Ho fatto presente al rivenditore il problema ed ho richiesto l’assistenza come da garanzia e come assicurazione verbale. Risposta: la Suunto finlandese vuole il contatto diretto con il cliente, per cui mi sono dovuto sobbarcare una notevole perdita di tempo sul computer, corriere, carta di credito con spesa a mio carico di euro 16,00. Dopo la sostituzione integrale dell’orologio sono ritornato dal rivenditore Marcucci per fargli presente che in Italia esiste una legge a difesa dei consumatori (n.206 del 06.11.2005) che i rivenditori onesti dovrebbero osservare!!! Nonostante un’animata discussione non ho risolto nulla e nemmeno ho ottenuto la restituzione delle spese di spedizione per un prodotto ancora in garanzia. Non mi resta che sfogarmi sul vostro sito. Mai più Suunto!!!! Mai più acquisti presso la Ditta Marcucci di Genova, Via Scurreria!!!!!Ma pubblicità negativa presso amici, conoscenti e presso i vari forum web di orologi e computer subacquei.
    Genova, 29 ottobre 2010

  37. Simone Rossi
    Simone Rossi dice:

    Con amarezza, (lo dico perchè mi ha ingannato esteticamente..) devo aggiungermi anche io al coro di lamentele sulla qualità suunto. Possiedo un T3 dal 08/08/2007, dopo 4 mesi il cinturino ha iniziato a perdere la finitura lucida e quindi a “sbucciarsi”.Il” vetro” è in un materiale plastico che si sgraffia a guardarlo,e per di più estremamente esposto, la settimana scorsa ho sostituito il cinturino (20 giorni di attesa, ora mi sono accorto che delle quattro viti a brugola che chiudono la cassa ce ne sono rimaste 2! Ovviamente mi hanno detto di inviarlo all’ assistenza. Tramite web mentre compilavo i dati per la spedizione mi è venuta la scritta in rosso che mi informava l’ allungamento dei tempi di riconsegna…Premetto che ho sempre usato l’ orologio in questione solo per cardio, quindi non ne ho fatto un uso continuato. Avevo fatto un pensierino al regular black ma è svanito….

  38. Pier
    Pier dice:

    Egregi Signori,
    mi rivolgo a tutti voi del blog.
    io ho un suunto un casio ed un seiko.
    Il suunto si è spento dopo 2 anni di utilizzo,
    il seiko è dal 1992 che ha ancora la stessa batteria ed è perfettamente funzionante,
    ora ho il mio nuovo casio che funziona ad energia solare… è in titanio altro che plastica!

    Il suunto non è minimamente paragonabile agli altri, ho letteralmente gettato al vento 350 euro. Concordo con il sig. Luigo e con il sig. Andrea, occorre fare il PASSAPAROLA della situazione reale dei fatti!
    In tempi come questi oltre ai salari rimasti in lire ci mancavano anche i disonesti!Bah!
    Mi auguro che suunto non riesca a vendere più un orologio in Italia, e mi auguro che chi sa……abbia la compiacenza di saper consigliare i clienti e non faccia orecchie da mercante….

    Saluti a tutti.

  39. Marco
    Marco dice:

    @ Pier: Che Suunto possiede? E che Casio?

    Non so se è al corrente del fatto che gli ABC consumano una notevole quantità di energia, soprattutto quando vengono utilizzati in modalità Alti/Baro/Compass.
    Suunto dichiara appunto una durata della batteria di 1-2 anni (in base al tipo di utilizzo), per cui non mi stupisce il fatto che abbia dovuto sostituire la pila del Suo Suunto nel giro di due anni (anzi, direi che Le è durata parecchio!).

    Chi conosce bene Suunto, sa che questa è la vita media di una batteria nei suoi ABC.

    Casio ha sapientemente implementato la tecnologia solare anche nei suoi ABC, proprio perchè le batterie dei Pro Trek (vedi PRG-40, ad esempio) durano circa 1 anno (proprio come Suunto!). E questo ha notevolmente giovato alla funzionalità dei suoi prodotti.

    Inoltre, le garantisco che, a parte il PRX-2000T, tutti gli altri Pro Trek hanno la cassa in resina, il fondello in acciaio e il bracciale in titanio.

    Con questo, non voglio difendere Suunto “a spada tratta” e nemmeno dubitare della qualità di altri (ottimi) marchi, come Casio (ne possiedo diversi, e sono molto soddisfatto delle loro prestazioni).

    Sul fatto che Suunto faccia pagare molto i suoi prodotti e che il loro rapporto qualità/prezzo non sia particolarmente favorevole al consumatore…concordo appieno. Ma chi apprezza un prodotto e lo conosce, è sicuramente disposto a cedere al compromesso. Le prestazioni dei Suunto, almeno da un mio punto di vista, sono indiscutibilmente superiori a quelle di qualunque Pro Trek. Mentre per quanto riguarda i materiali, Elementum a parte, concordo che Casio sia un gradino sopra la media.

    Marco

    Marco

  40. mirko
    mirko dice:

    marco..sei di genova tu? scusate se mi intrometto ma sto cercando un amico che scrive recensioni su orologi e mi sembrava questo il sito..

  41. Pier
    Pier dice:

    @Marco, il casio è un protrek pwr 1500, la batteria è sempre in H! lo possiedo da oltre 1 anno e momentaneamente sono molto soddisfatto. Premetto che amo gli orologi e sono anche mooolto geloso….li guardo, li indosso, ci vado a fare il bagno al mare, in definitiva sono parte di me 24h su 24. Suunto non mi piace per il semplicissimo motivo che è costoso e che il marchio è erroneamente diventato importante grazie a questo: il prezzo! Lei dice giustamente che chi conosce il prodotto e lo apprezza è disposto a pagare…sacrosante parole! Anche io sono fatto così, sono disposto tranquillamente a pagare di più la qualità. Mi spiace contraddirla ma Suunto non ha la qualità equiparata al prezzo. La qualità è una visione globale del prodotto. In parole povere, se andassimo a rileggere le vicende di questi signori che hanno scritto nel blog, emergerebbe una grossissima carenza nell’assistenza tecnica; scendendo nei dettagli, emergono carenze in lungaggini per le riparazioni,superficialità nelle riparazioni, difettosità del prodotto mai risolte, sensori che impazziscono, materiali non idonei (cinturini, ghiere,) ecc ecc.
    Mi permetto di riprendere in considerazione un messaggio emblematico di un signore rimasto molto frustrato dal fatto che per cambiare la batteria del suo orologio ha dovuto far tagliare il fondo della cassa in quanto era termosaldata……Signor Marco, lei che ne pensa? E’ normale questo? Mi dica signor Marco se tutto ciò avvenisse nel suo negozio, quanti mesi di ossigeno avrebbe? Lei giustamente ci mette la faccia e giustamente cerca di essere onesto con i suoi clienti, a parer mio, ripeto a parer mio, questo produttore mi sembra poco professionale.
    Potremmo dire che nel caso specifico il riparatore non era preparato ma a questo punto “la domanda sorge spontanea” Suunto concede l’assistenza a cani e porci? Lei mi potrebbe rispondere: sicuramente è un caso! Allora mi verrebbe da chiedere se Suunto investe sufficientemente denaro nella formazione dei suoi centri di assistenza…oppure raccoglie a man bassa solo i frutti delle vendite??…..e poi dove sono questi centri di assistenza? Qui si parla di helpdesk del circolo polare artico (callcenter telematico dove il tuo problema si riduce semplicemente all’apertura di un ticket o incident o dossier che dir si voglia ma sei solo un file!) ma non hai il contatto diretto con una persona che….caro signor Marco, come lei ci mette in primis la sua faccia.
    Devo riconoscere un grande merito a Suunto ; il design, cosa che Casio purtroppo non ha molto. D’altronde viviamo in un mondo fatto di fumo ed apparenza, Suunto ci aveva visto lungo…..

    Saluti
    Piero

  42. giovanni
    giovanni dice:

    mi si è rotto il cinturino del mio x6m serie black e non si trova il cinturino di ricambio xchè è fuori produzione, è una vergogna, si trovano i pezzi di ricambio di 10 anni, il mio suuto a solamente 3 anni….. di nuovo vergogna

  43. simone
    simone dice:

    ciao a tutti ,volevo comprare un suunto ma dopo tutti questi bei commenti ho optato per un casio pro trek ,se li si guarda bene cmq si vede che i suunto sono un po debolucci ,non hanno l aspetto di un orologio solido ,e cmq la casa madre con tutti questi resi per riparazioni non si è mai fatta delle domande sul prodotto che sta commerciando.ps cqm avessi acquistato suunto me lo sarei meritato di prendermela in quel posto ,cosi imparavo a non anadare diretto su Casio che cmq è un orologio che vanta sicuramente più affidabilità e da parecchi anni ormai

  44. Constantin
    Constantin dice:

    Ieri 25.01.2011 ho acquistato un orologio suunto all black, e mi sonno accorto del fatto che indicatore di temperatura indicava 25 °C quando fuori erano 2 °C . Come e possibile su un orologio nuovo. Che cosa potrei fare ???.

  45. riccardo
    riccardo dice:

    Ho comprato un SUUNTO CORE Black. Dopo alcuni mesi, ed ancora in garanzia, l’orologio si resetta e bisogna impostarlo di nuovo..questo accade continuamente e quindi ho dovuto staccare la batteria.
    Per l’assistenza inizia il calvario..
    sul sito internet ti fanno compilare moduli e ti dicono di chiamare DHL ma non ti danno il codice di spedizione e quindi telefonata all’199 di DHL inutile.
    Allora chiamo lo 02…milano..che di dirotta non so dove ma forse in Finlandia o Svezia e qui stai ore ad aspettare la linea con costi enormi, poi chiamo Venezia (come specificato da sito) e la ragazza mi dice che loro cambiano solo cinturini e batterie e che quindi, sicuramente, lo devo spedire in Finlandia o Svezia a dei prezzi mostruosi e tempi biblici..
    Vabe SUUNTO mi ha visto ora e basta…mai più..

  46. francesco
    francesco dice:

    purtroppo sono d’accordo con i commenti circa la scarsa qualità ed affidabilità. la bussola non serve a nulla e si è starata immediatamente. con venti euro compri una sylva e vai dovunque. assistenza inesistente. un casio qualunque è infinitamente meglio

  47. luigi
    luigi dice:

    ciao ho comprato un suunto yachtman su ebay in un mese ho gia cambiato tre volte la batteria potete aiutarmi ciao.

« Commenti più vecchiCommenti più recenti »

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *