La tecnica per smontare un orologio meccanico

Una passione che accompagna per tutta la vita

Se frequentate questo blog o vi siete arrivati per la prima volta è perché amate gli orologi.

Per ogni appassionato arriva il momento in cui non si accontenta più di guardare il suo segnatempo dall’esterno, ma vuole conoscerlo in modo più profondo.

Smontare un orologio è il coronamento di una passione che spesso accompagna un individuo tutta la vita.

E’ bene sapere che lo smontaggio è alla portata di chiunque abbia un minimo di mano ferma.

Naturalmente non è una operazione da sottovalutare, ma dedicando la necessaria attenzione non è assolutamente impossibile, specie conoscendo alcune nozioni di base che saranno oggetto di questo articolo.

Cerchiamo di procurarci gli attrezzi adatti, e in questo posso essere di supporto, basta scrivermi attraverso il link qui riportato:

Contattami

Cimentiamoci con un orologio da uomo, che non abbia né data, né secondi al centro.

Per l’occasione abbiamo scelto un EB 1197, calibro leggendario degli anni ’60, durante i quali costituiva il vero entry-level nel mondo dell’orologeria per la sua economicità e spartanità.

Come smontare un orologio

Per un orologiaio, la fase di smontaggio o di rimontaggio di un orologio meccanico, crea un’atmosfera quasi magica.

Partiamo dalle basi

Sicuramente rilassante e molto più comoda rispetto alla ricerca di un guasto, o alla sostituzione dell’asse del bilanciere o di un rubino, esempi che implicano una tensione maggiore dovuta alla ricerca del miglior risultato possibile, questa pratica che è fondamentale nell’operazione di revisione generale, riporta il tecnico alle condizioni di appassionato di micro-meccanica.

Solitamente banale è la liberazione del movimento dalla cassa.

I modi di ancoraggio sono i più disparati, dalle brides laterali di fissaggio, alla semplice pressione (in verità utilizzata esclusivamente nei prodotti più economici), o ancora ai cerchi di fissaggio (come nel caso dell’EB 1197), fino ad arrivare a sofisticate e particolari tecniche di accorpamento.

Come smontare un orologio

Una volta liberato dalla cassa il movimento, l’albero va re-inserito e diverrà fondamentale in una delle fasi che poi affronteremo.

A questo punto occorre prestare una particolare attenzione estetica, e le mani del tecnico devono divenire sensibili e leggere come piume, per estrarre le lancette senza rovinare il quadrante, e per svitare le viti laterali che lo bloccano.

Come smontare un orologio

Da sottolineare che, nella foto, il sottoscritto, come la maggior parte dei tecnici orologiai, cede alla barbara ma sbrigativa abitudine di aiutarsi con il cacciavite, mentre l’ortodossia prevede l’utilizzo di semplici e sicuri attrezzi specifici.

Ora il movimento è “nudo” e pronto per la vera e propria fase di smontaggio.

Per prima cosa sviteremo la vite del ponte del bilanciere e lo asporteremo insieme a tutto il gruppo, facendo attenzione ad adagiarlo al contrario sul piano in una posizione protetta.

Come smontare un orologio

La fase più delicata

Qui entra in gioco l’importanza di aver rimontato l’albero di carica:

aiutandoci infatti con questo elemento, e tenendo la corona tra il pollice e l’indice, dobbiamo allontanare lievemente il cricco della ruota posta sopra il bariletto (nel caso dell’EB 1197 dalla parte opposta della platina), e controllando la forza di rotazione che si libera in quel momento, dobbiamo accompagnare dolcemente le fasi di scarica della molla facendo scivolare la corona tra le dita, in modo che  sia graduale e non repentina, onde evitare il danneggiamento di àncora o perni di ruote.

Come smontare un orologio

Una volta certi che l’orologio è scarico completamente, possiamo rimuovere il ponte dell’àncora e l’àncora stessa.

Come smontare un orologio

Solo a questo punto è opportuno svitare le viti del ponte del bariletto, rimuovere il relativo ponte e estrarre il bariletto.

Come smontare un orologio

E ora … la massima attenzione!

Rimane solo il ruotismo: se operiamo con la dovuta calma e prudenza, l’operazione non presenta difficoltà o pericolo di rotture.

Come smontare un orologio

Svitiamo le viti del ponte del ruotismo e lo solleviamo. Memorizziamo la posizione delle ruote. Estraiamo dalla plattina le ruote ad una ad una, iniziando dalla ruota dei mediana (quella adiacente alla ruota di centro), poi quella dei secondi (quella leggermente più piccola), ed infine la ruota di scappamento (la più piccola).

Noteremo ora che la plattina dell’orologio ha montata nella parte atta ad ospitare il ruotismo, presenta la sola ruota di centro, che rimane però ancorata ad essa.

Per smontarla dobbiamo capovolgere la plattina e con le mollette usate in modo perpendicolare al perno della ruota, operare un movimento verso l’esterno in modo da estrarre una sorta di “calza” che avvolge il perno della ruota: questa “calza” si chiama “chaussé”, ed è in pratica quella che aiuta a leggere i minuti.

Come smontare un orologio

Ora l’orologio è (quasi) completamente smontato, e assolutamente pronto per le operazioni di pulitura e di successivo rimontaggio.

Le uniche parti che non abbiamo smontato sono state basculles (meccanismo di carica e messa in orario) e contropietre dei rubini: lo faremo con l’aiuto dei prossimi articoli.

Ricordiamoci che, per quanto in posizione instabile, l’albero di carica deve essere mantenuto montato, per evitare problemi di rimontaggio che sarebbero forse problematici per un neofita.

Avremo tempo di dedicarci a queste operazioni in un prossimo futuro.

 

Enrico Cannoletta di Gioielleria Cannoletta Sanremo.

Enrico Cannoletta on Facebook
Enrico Cannoletta
Tecnico orologiaio e gemmologo diplomato presso il Gemological Institute of America specializzato in orologeria meccanica e storia dell’orologeria, è stato uno dei primi tecnici in Italia esperti nella riparazione degli orologi a quarzo analogici, LED e LCD. Titolare insieme al figlio Emanuele della storica Gioielleria Cannoletta di Sanremo fondata da suo padre Antonio nel 1949 e Consulente Tecnico del Tribunale di Sanremo per il settore Preziosi. Collabora da diversi anni con il Blog degli Orologi, il Blog dei Gioielli e altre testate specializzate.
84 commenti
Commenti più recenti »
  1. sabrina
    sabrina dice:

    ciao, volevo chiederti un informazione.
    io devo toliere il meccanismo da un orologio automatico, il problma è che per toglierlo dalla ” cassa” devo svitare la corona, ma come si fa? devo per forza smontare tutto l orologio e togliere tuti le viti o bagna pigiare qualche tasto come negli orologi a quartz?
    spero che mi farai sapere al piu presto ne ho veramente bisogno.
    grazie cordiali saluti

  2. Enrico
    Enrico dice:

    Ciao Sabrina,
    mi fa piacere essere utile a chi vuole provare a passare alla parte pratica.
    Per sfilare l’albero di carica occorre allentare la vite del tiretto, facendo molta attenzione a non svitar la del tutto.
    Questa vite si individua in quanto si trova sul ponte del bariletto, nelle vicinanze dell’albero, ed è solitamente più piccola delle viti del ponte.
    Procedi come segue:
    allenta la vite del tiretto di circa un giro, dopo di che prova a estrarre l’albero. Se questo non si sfila, prova ad allentare ancora mezzo giro e riprova. Continua così fino a quando l’albero non si libera completamente.
    Se svitassi troppo la vite, infatti, questa libererebbe anche il tiretto, costringendoti a smontare le basculles sotto il quadrante per riposizionarlo.
    Se facessi fatica ad individuare la vite del tiretto manda i una foto del movimento a enrico@cannoletta.it e te la indicherò.
    Prova con calma e fammi sapere.

  3. Giuseppe
    Giuseppe dice:

    Ciao e grazie per i consigli che dai.
    Mi sono cimentato allo smontaggio di un calibro 1030 omega. Non riesco e rimontare il ponte dei ruotismi. Mi potresti dare un suggerimento in merito? Grazie

  4. Enrico
    Enrico dice:

    Ciao Giuseppe e grazie a te.
    Per rimontare il ponte del ruotismo del calibro Omega 1030, non occorrono accorgimenti diversi da quelli classici.
    Il ponte va appoggiato delicatamente sui perni delle ruote, e con pazienza le ruote stesse devono essere sistemate in modo che i perni entrino nei relativi rubini.
    Per effettuare correttamente questa manovra, puoi afferrare con le preselle le ruote e oscillarle in modo da accomodarle nelle proprie sedi.
    Mi rendo conto che è una manovra delicata, e infatti deve essere svolta con la massima cura e prudenza possibile, senza forzare con le preselle e arrestandosi ad ogni impedimento.
    Contemporaneamente devi pressare con moltissima delicatezza con le dita (anche se in laboratori si usano gli stecchi di sambuco) sul ponte stesso. Così facendo, non appena le ruote saranno tutte in posizione, te ne renderai conto immediatamente al tatto.
    Vedrai che con calma e pazienza riuscirai nel tuo intento.
    Una volta sistemato il ponte, avvita immediatamente le relativi viti, e prova a far scorrere le ruote avanti e indietro, per verificare che tutto sia in ordine.
    Fammi sapere.

  5. Marcello
    Marcello dice:

    Ciao, ti scrivo per un aiuto o consiglio.
    Ho acquistato un Sector Dive solo data ed orario e purtroppo per seguire le istruzioni contenute nella confezione per sistemare la data ho tirato due volte il perno. Al primo scatto riuscivo a cambiare l’orario..al secondo mi è venuto via tutto il perno!
    Sono disperato…era un regalo!Cosa diavolo ho combinato?Cosa posso fare?
    Grazie infinite, Marcello

  6. Enrico
    Enrico dice:

    Gent.mo Marcello,
    grazie per aver visitato IlBlogdegliOrologi.
    Probabilmente hai usato … Troppa veemenza nell’estrarre l’albero di carica (così si chiama il perno).
    Spero e credo si tratti solo di un problema risolvibile con il re-inserimento, che però deve svolgere un orologiaio per provvedere all’aggancio al tiretto.
    L’albero, però potrebbe anche essere spezzato, e in questo caso andrebbe sostituito con una riparazione abbastanza semplice.
    Se mi invii una foto dell’albero e dell’orologio all ‘indirizzo enrico@cannoletta.it, saprò essere più preciso.
    Salutissimi.

  7. Marcello
    Marcello dice:

    Ho risolto…semplicemente e con molta delicatezza..rinfilarlo avendone cura che entri perfettamente perpendicolare al foro..grande smaltita, ma con pazienza e sangue freddo e le guide di youtube si riottiene la sereità e mio nipote il suo regalo di laurea!!! 😉

    p.s. ma possibile che il sector non abbia la doppia posizione dell’alberino per regolare ora – data ma la data la si debba impostare ruotando a suon di 24ore l’orario?
    Grazie

  8. daniele
    daniele dice:

    salve a tutti, innanzitutto complimenti per il forum. Anch’io sono un appassionato di orologi, passione maturata da qualche anno, sono alle prese con un seiko 6139 che purtroppo non tiene bene il tempo e tende a perdere qualche minuto nelle 24 ore. Vorrei sapere come potrei regolare la frequenza delle oscillazioni, posso farlo attraverso la vite del + o la vite del -?? come posso farlo senza spendere soldi dall’orologiaio e con la soddisfazione di farlo da solo senza il cronocomparatore??un grazie a chiunque mi risponderà!! 🙂

  9. Enrico
    Enrico dice:

    @Marcello.
    Mi fa piacere che il problema si sia risolto.
    Credo però che il re-inserimento possa essere un po’ precario.
    Il tiretto dovrebbe impedire un’ulteriore uscita, ma è necessario fare attenzione.
    @Daniele.
    Se l’orologio avanza la testa della racchetta deve essere avvicinata al pitone (il punto di fissaggio della spirale al ponte del bilanciere). Se ritarda, va allontanata.
    Ricorda di fare piccole variazioni e poi controlla la marcia oraria per 24 ore.
    Solitamente si riesce a correggere un errore di marcia fino a 4/5 minuti al giorno. Facci sapere.

  10. daniele
    daniele dice:

    Innanzitutto grazie sia per la velocità della sua risposta che per la precisione, ovviamente vi terrò informati. Una curiosità: allora le viti del + e del- a cosa servono?? 🙂

  11. Enrico
    Enrico dice:

    Ciao Daniele,
    se mi invii una foto del ponte del bilanciere saprò sicuramente essere più preciso.
    A memoria direi che le viti di regolazione intervengono direttamente sulla posizione della racchetta.
    Salutoni.

  12. Alessandro
    Alessandro dice:

    Ciao, innazzitutto complementi per il tuo blog.
    Posseggo un banale orologio HIP HOP, ieri mi e’ caduto accidentalmente e la lancetta dei secondi si e’ sganciata da quadrante; per reinseririrla, una volta aperta la caasa a vite, dovrei staccare l’albero di regolazione dell’orario ma non saprei da dove iniziare per paura di rompere o svitare qualcosa di sbagliato.
    Sai dirmi se e’ sufficiente tirare l’albero per smontarlo oppure bisogna svitare qualcosa? Grazie in anticipo, se riesci rispondimi anche al seguente indirizzo mail gigigliola@hotmail.com

  13. Enrico
    Enrico dice:

    Caro Alessandro,
    grazie per aver visitato il blog, che per correttezza e rispetto della legittima proprietaria, è giusto dire che appartiene a Lorenza, nonché moglie di Fabio Dell’Orto.
    Il problema che tu poni non è tra i più banali.
    Ricordo che i vecchi Hip-Hop dei gloriosi anni ’80 avevano l’albero a baionetta, e che quindi era sufficiente tirare per sganciarli.
    Ora devi cercare la le vetta di sgancio sulla quale premere per estrarre la tiges.
    Se invii una foto della parte posteriore dell’orologio a enrico@cannoletta.it, sarò ben lieto di evidenziare il punto dove premere.
    Ricorda comunque che devi estrarre l’albero contemporaneamente alla pressione della leva.
    Salutissimi.

  14. daniele
    daniele dice:

    Ciao Enrico, non ho potuto più risponderti a causa di problemi di salute ed inutilizzo del pc. Grazie della risposta comunque, l’orologio in questione l’ho venduto. Adesso ne sto sistemando un altro uguale e vorrei farlo diventare come il mitico seiko pogge. Ho ordinato le guarnizioni e sto montando gli o ring mentre aspetto che mi arrivino gli altri pezzi dalle varie parti del mondo!! 🙂
    Se hai qualche consiglio da darmi per montare gli o-ring sui pulsanti te ne sarei grato!!

  15. Enrico Cannoletta
    Enrico Cannoletta dice:

    Ciao Daniele e complimenti.
    Sono veramente lieto di constatare che la tua passione inizia ad essere producente.
    Riguardo al montaggio delle o-ring sui pulsanti ti raccomando unicamente di fare il massimo dell’attenzione a non intaccarle durante le operazioni.
    Per la sistemazione dei pulsanti è meglio utilizzare l’apposito tool che, se già non ne sei in possesso, potrai trovare da qualsiasi forniturista.
    Fammi sapere.
    Salutissimi.

  16. daniele
    daniele dice:

    Grazie mille per la celere risposta!!non ho presente come è fatto questo strumento, io come avrai capito sono un profano che si stà appassionando e stà muovendo i primi passi, ho comprato un set “cinese” compreso di apricasse, cacciavitini, pinzette…non roba della bergeon tanto per capirsi!!adesso un po’ alla volta vorrei prendere un po’ di roba, nono so come appunto tenere fermi i pulsanti ed allargare gli o-ring per farli entrare in sede 🙁
    grazie ancora!!

  17. Enrico Cannoletta
    Enrico Cannoletta dice:

    Ciao Daniele.
    Per eseguire queste operazioni ovviamente devi smontare i pulsanti dalla cassa.
    Potresti aiutarti appoggiando i pulsanti capovolti in un supporto forato in modo da lavorare in sicurezza.
    Buon lavoro.

  18. Alessio
    Alessio dice:

    Salve, possiedo un orologio HIP HOP abbastanza recente e per colpa di un urto la lancetta dei secondi si è sganciata bloccando l’intero orologio. Come posso aprire e rimontare l’orologio? Scrivimi a alessiopvn@hotmail.it

  19. Enrico
    Enrico dice:

    Caro Alessio,
    il tuo Hip-Hop va letteralmente “sbucciato” dalla cassa, la quale come sai, è monoblocco con il cinturino.
    Successivamente dovrai svitare il fondello.
    Ti consiglio però di far eseguire questa operazione dal tuo orologiaio.
    Salutissimi.

  20. Giorgio
    Giorgio dice:

    Salve,non riesco a togliere il movimento dalla cassa dell’orologio da polso omega mod.268.
    C’è una tecnica particolare?
    Grazie.
    Saluti

  21. Enrico
    Enrico dice:

    Caro Giorgio,
    se non hai già risolto, dovresti cortesemente inviarmi una foto dell’orologio aperto, lato fondello all’indirizzo enrico@cannoletta.it, in modo che possa indicarti anche visivamente la procedura.
    Grazie e cordiali saluti.

  22. mattia
    mattia dice:

    Caro enrico complimenti per la tua disponiilità e cultura nel campo. vorrei farti una domandina semplice ho un tissot 782 movimento che per estrapolarlo dalla cassa devo sfilare l’albero solo che l’orologio si trova in un monoblocco…. quindi ho smontato quadrante lancette e ora non sono convinto di quale parte smontare… sto proedendo bene? inoltre devo solo allentare le viti della placca che sta sopra l’albero oppure devo smontarla? grazie e buona domenica

  23. Enrico
    Enrico dice:

    Ciao Mattia,
    Il calibro 782 di Tissot non mi risulta abbia versioni con albero a baionetta, per cui per liberare il movimento dalla cassa devi smontare il copri basculles, ovvero la platina che copre il meccanismo dello scatto dell’albero.
    Attento alla molletta della leva più lunga e buon lavoro.

  24. pierluigi
    pierluigi dice:

    ciao ,ieri mi sono accorto che al mio hip pop manca la corona con tutta la parte che porta al meccanismo mi puoi dire che movimento usa e dove trovo il tutto ? hip pop uomo . ciao e grazie

  25. Enrico
    Enrico dice:

    Ciao Pierluigi.
    Quello che ti serve è l’albero di carica (si chiama così anche se l’orologio è a quarzo), e se non riesci a recuperare quella vecchia, anche la corona.
    Puoi trovare tutto presso un forniturista, ma per consigliarti dovrei conoscere la tua zona di residenza, a meno che tu non voglia far tutto da solo.
    In questo caso dovresti comunque scrivermi privatamente all’indirizzo enrico@cannoletta.it per evitare che la mia dimenticanza di citare qualche indirizzo crei malumore tra i fornitori.
    Attendo tue notizie e ti saluto cordialmente.

  26. Francesco
    Francesco dice:

    Ho difficoltà a sfilare l’alberino di un orologio meccanico da polso,ruhla(germania)di circa 40anni fa (meccanismo,tipo sveglia tradizionale) qualcuno mi può aiutare?!?!grazie

  27. Giuseppe
    Giuseppe dice:

    Ciao,chiedo un informazione.
    Cerco un albeto di carica a baionetta + Tiretto,Calibro Ep 65.
    Se mi potete dare un aiuto a cercarlo. Grazie:

  28. gian
    gian dice:

    Informazione

    non riesco più a regolare le lancette di un orologio automatico. Quando provo a girarle, la corona gratta e le lancette non si muovono. L’orologio per il resto funziona perfettamente. Potrebbe essere qualcosa di banale o in genere è un danno grave?

    grazie
    gian

  29. Enrico Cannoletta
    Enrico Cannoletta dice:

    Buongiorno Gian, da quanto descrive il problema potrebbe risiedere nell’usura del rocchetto scorrevole o della ruota su cui insiste.
    Se così fosse occorrerebbe la sostituzione di uno o entra di questi componenti.
    È comunque necessario a la visione da parte di un tecnico.
    Cordiali saluti.

  30. Alberto
    Alberto dice:

    Salve, volevo sapere se è possibile sostituire l’albero di carica di un seiko cronograph 100 anni 80/90 in quanto si è rotto in prossimità della corona.!! l’ho aperto e visionato ma non trovo la vite x sganciare l’albero.! Grazie in anticipo

  31. Paola
    Paola dice:

    E’ caduta la sveglietta di mia madre ( deceduta 30 anni fa) Ha solo un valore affettivo, ma vorrei ripararla. Si sono staccate le freccette . Le ho riposizionare ma quella della sveglia non coincide con l’ orario. In pratica squilla dopo circa sei ore dell’ orario stabilito. Quale sarebbe la posizione corretta delle quattro freccette prima di inserire la batteria ? Grazie mille a presto.
    Paola

  32. Enrico
    Enrico dice:

    Gent.ma Paola,
    per far collimare l’orario di sveglia è sufficiente ruotare lentamente il perno di puntamento della suoneria fino a quando la suoneria si innesca.
    A quel punto bisogna fissare la lancetta delle ore esattamente sovrapposta a quella della suoneria.
    Per collocare la lancetta dei minuti consiglio di posizionare successivamente la lancetta delle ore, attraverso il perno di controllo, a ore 3 oppure a ore 9 in modo da sistemare la lancetta dei minuti esattamente a 90°.
    Spero di essere stato chiaro. In caso contrario non esiti a contattarmi.
    Cordiali saluti.

  33. paolo
    paolo dice:

    Buongiorno Enrico, vorrei sostiuire il movimento al mio sector (è un myiota os20); ma come si “sgancia” il quadrante dal movimento (viti, clips. ecc)? Grazie, paolo

  34. Matteo
    Matteo dice:

    Ciao Enrico, inanzitutto complimenti per la guida e per le tempestive e esaustive risposte che dai ai tuoi lettori.
    Ti pongo il mio problema: ho un rolex daydate del ’95 e quando estraggo il perno per cambiare l’ora; al primo scatto tutto bene, da una parte cambia il numero del giorno e dall’altra il giorno , mentre quando tiro in fuori il perno e gli faccio fare il secondo scatto per cambiare l’ora, all’inizio funziona e poi inizia a girare a vuoto, facendo dei piccoli scatti che peró fanno solo oscillare le lancette senza farle cambiare di pozione.
    Prima di portarlo da un orologiaio, siccome sono un appassionato vorrei provare a risolvere il problema da solo, un po’ per imparare qualcosa e un po’ per la soddisfazione.
    Se mi potessi dare qualche dritta te ne sarei grato. Grazie.

  35. Enrico Cannoletta
    Enrico Cannoletta dice:

    Buongiorno Matteo e grazie per i complimenti.
    Il tuo problema è dovuto semplicemente al fatto che la corona non è avvitata a fondo sull’albero di carica.
    Premetto che le seguenti indicazioni sono valide per qualsiasi orologio.
    Nel caso specifico di Rolex dovrai dotarti della speciale chiave, o meglio dei tasselli adatti all’apertura del fondello.
    Una volta aperto l’orologio dovrai individuare la vite o il perno che fissano il tiretto, che si trova nelle immediate vicinanze dell’albero di carica, per poterlo sfilare.
    A questo punto potrai semplicemente avvitare in modo stretto la corona sull’albero, tenendolo con un mandrino o una pinza che serrino la parte del verme della vite.
    È un’operazione banale, ma ti raccomando la massima attenzione per non spezzare l’albero di carica.
    Molti orologiai imprudenti, nel caso di orologi a carica manuale, procedono ad avvitare a fondo la corona quando la molla è interamente carica, sforzando il fine corsa: è una manovra molto pericolosa che mette a repentaglio l’integrità dell’albero e soprattutto della molla.
    Se incontri difficoltà fammi sapere.
    Salutissimi.

  36. Massimo
    Massimo dice:

    Buongiorno,
    ho un orologio Sector che a seguito di una caduta (mio figlio ha pensato bene di lanciarlo) ha la lancetta delle ore che muovendo l’orologio si sposta in senso orario a scatti di circa tre ore, come posso risolvere il problema? L’orologio non è di valore ma ha per me un valore affettivo.
    Grazie e complimenti per il lavoro svolto

  37. Enrico
    Enrico dice:

    Buongiorno Massimo e grazie per i complimenti.
    Il suo orologio, almeno da quanto descritto, soffre di un problema banale e di facile soluzione.
    Molto probabilmente la caduta ha provocato l’allentamento della lancetta delle ore sulla ruota cannone.
    Sarà sufficiente accedere al quadrante, smontando il vetro, oppure estraendo il movimento dopo aver aperto il fondello e sfilato l’albero di carica, e fissare la lancetta sulla relativa ruota.
    Attenzione a fissarla in modo coerente con l’eventuale scatto ella data se presente.
    Si procede nel seguente modo:
    Scorrere lentamente l’orario attraverso la corona di messa all’ora fino al momento in cui scatta la data.
    Sfilare anche la lancetta dei minuti.
    Fissare la lancetta delle ore e poi quella dei minuti, entrambe a ore “12” in modo da sovrapporle e poter ben verificare che non si tocchino tra loro.
    Rimontare vetro o movimento entro la cassa.
    Se incontra difficoltà non esiti a contattarmi.
    Cordiali saluti

  38. Francesco
    Francesco dice:

    Spettabili Enrico e Lorenza, ringraziandovi di ‘sfamare’ la nostra passione, ne volevo approfittare chiedendovi: per conoscere la misura di profondità del pulsante rettangolare che dovrei acquistare per un Lemania 105, dovrei estrarre il meccanismo dal corpo che, anche dopo l’estrazione della corona, sembra non muoversi.
    Mi permetto di inviarle due foto dell’orologio al vostro indirizzo, per aiutarmi a capire se c’è qualche blocco o se devo forzare l’uscita. Grazie e ancora complimenti.
    Francesco F.

  39. Enrico Cannoletta
    Enrico Cannoletta dice:

    Buongiorno Francesco e grazie per aver visitato il BlogdegliOrologi.
    Il movimento del Lemania 105, inserito in una cassa come quella che vedo in foto dovrebbe uscire dalla parte anteriore.
    Dovresti quindi staccare la lunetta e il relativo vetro con il coltellino e poi premere delicatamente sul movimento verso l’esterno, con molta attenzione ma decisamente.
    In questo modo estrai per prima la parte di movimento opposta ai pulsanti, sfilando poi l’altra parte.
    Fammi sapere.
    Cordiali saluti.

  40. Francesco
    Francesco dice:

    Egr. Enrico, grazie per la tempestiva risposta. È stato proprio come ha detto lei, solo con un po’ di resistenza nello sfilate il meccanismo dalla cassa.Mi chiedevo se era possibile sfilare i pulsanti con la tige per un montaggio più agevole.
    Ne approfitterei per chiederle anche, dovendo sostituire il quadrante rovinato, dove si deve intervenire per smontare il vecchio?
    Grazie, Francesco

  41. Enrico Cannoletta
    Enrico Cannoletta dice:

    I sistemi di fissaggio del quadrante varia a seconda del calibro.
    Alcuni hanno due viti posizionate di costa sul movimento, e altri sempre due viti alle quali si accede dalla parte posteriore del movimento, inserite nel ponte del ruotismo.
    Se non ricordo male il Lemania 105 appartiene al primo tipo.

  42. Saverio
    Saverio dice:

    Salve,
    innanzitutto complimenti per il blog veramente esaustivo e competente. Veniamo alla mia domanda.
    Ho acquistato dei movimenti Raketa cal. 2428 e volevo sapere se acquistando un set di lancette per Vostok anfibia posso creare un orologio scheletrico. Inoltre, come devo incastrare le lancette nel foro centrale del movimento? Inoltre su un movimento cinese al quarzo ho visto che l’orologiaio sfilava la corona facendo una semplice leva sul perno … ma non ho capito come si fa.
    Grazie

  43. Enrico
    Enrico dice:

    Buongiorno Saverio.
    Le lancette per Vostok possono anche andare bene, ma occorre verificare il diametro del foro.
    In linea generale il foro delle lancette deve corrispondere alle misure del collo della ruote cannone (ore) e ai perni della ruota dei minuti e dei secondi (quando c’è quest’ultima lancetta).
    Riguardo all’estrazione della corona, sono dell’idea che l’orologiaio ha sfilato un albero a baionetta, per il quale basta forzare per ottenere lo sganciamento.
    Generalmente non esiste alternativa alla vite della corona.
    Cordiali saluti.

  44. Angelo
    Angelo dice:

    Buon giorno,
    ho un problemino con un eta, vorrei togliere la molletta del rubino del ponte del bilanciere, ho già provato, ma non esce. Si deve togliere il regolatore della spirale?
    Grazie per la risposta
    Angelo

  45. Enrico
    Enrico dice:

    Buonasera Angelo,
    grazie per aver visitato il BlogdegliOrologi.
    Per smontare la molletta dell’incabloc non è necessario rimuovere il regolatore.
    È sufficiente estrarla direttamente, ma è un’operazione necessaria solo se si vuole sostituire il rubino superiore del bilanciere.
    Anche la pulizia si effettua con la molletta al suo posto.
    Cordiali saluti.

Commenti più recenti »

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *