Orologio Citizen Crono Millesimo.

‘Orologi Citizen scende in Pista e nel Mondo dei Motori’, un ruolo molto vicino ai canoni della Orologeria ma tradizionalmente distante dal Pianeta Verde interpretato, forti della tecnologia alternativa ed Eco-Drive, del colosso dagli occhi a mandorla.

Si continuerà a preferire il volo pulito e silenzioso di un Aliante ma la presentazione del nuovo Orologio Citizen Crono Millesimo è pari ad una scarica di adrenalina.

Orologio Citizen Crono Millesimo.

Orologio Citizen Crono Millesimo.

E’tutta questione di un look destinato a lasciare il segno e l’accostamento di colori forti all’utilizzo di funzioni specifiche.

Un aspetto in cui, al pari dei motori sui blocchi di partenza, la schiera dei numeri digitale della funzione cronografica a 1/1000 di secondi è pronta a partire.

Aggressivo‘ è il primo aggettivo che si potrebbe esprimere osservando la foto di presentazione del neonato prodotto.

Se poi leggi le funzioni scopri che l’Orologio Citizen Millesimo ha sempre un’anima con carica ‘a luce infinita’ (sono ben 7 gli anni di riserva di carica) con un ‘abito cucito’ sulle competizioni motoristiche.

Rilevazione di tempi parziali, calcolo velocità media sul giro e memoria tempi di 20 giri.

Funzioni che ti invitano a porsi in tribuna di un circuito e amatorialmente ritagliarsi un ruolo di Time Keeper Ufficiale.

Un aspetto digitale che lascia spazio anche alle funzioni di allarme e timer nell’accattivante cornice di un display che è anche illuminato, all’occorrenza, dai led.

E’poi il ‘vestito’ che fa la differenza preparando a diverse sfide.

Cassa e Bracciale in Acciaio (ma viene offerto anche con un Cinturino Tecnico in Pelle con cuciture gialle), un fondo serrato a vite al fine di garantire una tenuta a 20 Bar, una ghiera girevole unidirezionale che nell’aspetto Black da quel tocco forte completando un look memorabile ed un vetro zaffiro (non comune a tutti).

Un aspetto da favola pronto a farsi scoprire: Citizen Crono Millesimo!

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *