Patek Philippe un po’ di storia

La Patek Philippe è senz’altro il marchio simbolo dell’orologeria svizzera, unitamente ai famosi IWC Schaffhausen ed altri, ma forse proprio dalla sua nascita, nel lontano 1845 come Patek & Co. Da Norbert de Patek e Jean Adrien Philippe e modificata dagli stessi soci in Patek Philippe & Co. nel 1851.

Patek Philippe

Ne risulta sia essa la più antica casa orologiaia ancora esistente.E’ interessante notare come questo marchio portabandiera dell’orologeria elvetica non nasca, come tutti possono pensare da una creazione Svizzera, bensì, proprio da Jean A. Philippe che era un geniale orologiaio francese e per la rpecisione di Parigi e da Patek un ex ufficiale di cavalleria Polacco (il suo nome completo era Antoine Norbert Patek de Pradwdzic) rifugiato in Svizzera a Ginevra dove dopo breve tempo dal suo arrivo, cominciò ad interessarsi dell’orologeria, diventando per l’appunto un imprenditore di questo settore.

Il sodalizio tra il gusto di de Patek e le innovazioni tecniche di Philippe (suo è il primo orologio con rimessa all’ora e carica in corona invece che per mezzo di una chiavetta) daranno origine a una collezione che diventerà ben presto mito.

Patek mori nel 1877, Philippe nel 1894. La ragione sociale dell’azienda viene poi modificate nel 1901 e diventa l’attuale Patek Philippe & Cie, S.A. , una società per azioni, con un’importanza superiore nel panorama dell’imprenditoria. Correva poi l’anno 1929, un anno difficile per l’economia mondiale che segna un nuovo capitolo per la società Elvetica che viene acquistata dai fratelli Stern, che a tutt’oggi, sono alla guida di questo prestigioso marchio.

Continua a leggere

Patek Philippe Aquanaut

Da due anni a questa parte, Patek Philippe ha alle sue dirigenze una donna, di indubbia capacità, che stà riuscendo a coniugare il prestigio di questo noto brand di fama mondiale, con una crescita esponenziale a livello pubblicitario.

Non a caso, nell’anno 2007, il noto marchio di Ginevra, ha segnato i primi dieci anni del Aquanaut e nel 2008 saranno esattamente dieci anni che questa donna, lavora per il brand Svizzero. Patek Philippe ha sempre seguito nella sua storia, una politica di comunicazione e strategie di marketing di alto livello. Il lancio dell’Aquanaut, nella versione “luce”, è un orologio da donna, di quelli dall’impatto elegante e sopraffino, ma non solo.

Patek Philippe Aquanaut

Viene apprezzato anche dal pubblico maschile che ne riconosce la qualità manifatturiera e l’eleganza. Un segantempo sportivo, nicchia nella quale Patek Philippe era già in parte presente, ma che con questo new model, ha saputo dimostrare ancora una volta di saper stare al passo con i tempi , come quando ha presentato il famoso Nautilus.

Continua a leggere

Patek Philippe 5159

Con il modello a referenza 5159, la funzione di calendario perpetuo con data retrograda assume una nuova dimensione di cassa stile Officier.

Il Patek Philippe 5159 è dotato di fondo trasparente in cristallo zaffiro sotto un coperchio a cerniera in oro, ha un diametro di 38 millimetri, due in più della versione precedente.

Patek Philippe Referenza 5159

Anche il quadrante è stato ridisegnato: le cifre romane che marcano il cerchio delle ore sono state leggermente allungate; al centro, un motivo guillochè a raggi di sole fatto a mano crea riflessi di luce sul fondo opalino argentato.

Le indicazioni del calendario perpetuo si presentano con tre finestrelle per il giorno, il mese e l’anno bisestile.

Il calendario ha invece lancetta retrograda; le fasi lunari posizionate a ore 6 completano la composizione del quadrante.

La cassa dell’orologio è in Oro; il cinturino in pelle di alligatore, costa 54.700 Euro.

[techtags:Patek Philippe, Orologi]

Patek Philippe Nautilus

“Si abbina tanto bene ad una muta da sub che a uno smoking” dichiarava la pubblicità dell’epoca.

Nutilus By Patek Philippe

Era il 1976 e Patek Philippe lanciava sul mercato internazionale un orologio che avrebbe fatto storia: il Nautilus.

Un modello dal design innovativo con cassa dal taglio imponente e la forma ad oblò.
Ma la vera novità per l’epoca era che per la prima volta l’acciaio veniva abbinato ad un prodotto di lusso, dal prezzo decisamente alto.

Una sfida per la manifattura ginevrina, il cui obiettivo era creare un orologio dinamico e sportivo, ma allo stesso tempo elegante.

L’operazione è risultata vincente e ,a distanza di trent’anni il Nautilus non ha perso il suo fascino.

Cassa in acciaio. Fondello in cristallo zaffiro; Corona a vite; impermeabile fino a 120 metri; Quadrante sfumato da nero all’esterno a blu scuro al centro, con rilievo orizzontale impresso; Indici a bastone luminescenti applicati in oro bianco; Movimento meccanico a carica automatica; Funzione secondi centrali; Costa 15.500 Euro.

Technorati Tag: Orologi, Patek Philippe

Curiosità sull’orologio Patek Philippe Calatrava

Patek PhilippeIspirandosi ai principi minimalisti del Bauhaus, Patek Philippe lancia nel 1932 il modello Calatrava un orologio sintesi di equilibrio e funzionalità.

Con la cassa rotonda dal profilo ultrapiatto e il quadrante pulito, il Calatrava ha subito nel corso degli anni diversi restyling, senza però perdere i caratteri distintivi della sua identità.

La versione attuale, con lunetta guillochè decorata a Clous de Paris si ispira a quella lanciata nel 1985 e rappresenta appieno lo stile del marchio.

Le dimensioni sono state leggermente aumentate da 33,5 millimetri si è passati a 36 e la fibbia è a ardiglione in oro.
Il Patek Philippe Calatrava è disponibile nei modelli in oro giallo, rosa o bianco.

Technorati Tag: Orologi, Patek Philippe