Quello Sbagliato: un elegante blog in stile vintage

Quello Sbagliato: un elegante blog in stile vintage

Sono sempre alla ricerca di blog che possano essere per me fonte di ispirazione e con dei contenuti originali.

Navigando in rete mi sono imbattuto, per caso, nel Blog di Quello Sbagliato.

Un vero e proprio ‘Vintage Magazine’.

Dall’arredamento vintage all’abbigliamento, dai viaggi in luoghi da sogno a tutti i segreti per un lifestyle dal sapore d’altri tempi. Una bellissima scoperta.

Un grande lavoro di ricerca ed eleganza sono le parole che descrivono al meglio questo blog.

Il tutto raccontato in modo ironico ed irriverente. Nello stile di Quello Sbagliato.

Leggendo i suoi post e i suoi aneddoti vi immedesimerete, da subito, nel personaggio e vi sentire improvvisamente, anche voi, un pò ‘Sbagliati’.

Dettagli Vintage

Dettagli Vintage

Nelle sezioni ‘Arredare’ e ‘Creare’ vi perderete tra oggetti vintage, progetti di riciclo creativo, complementi d’arredo e decorazioni fai da te.

La sua passione per l’arredamento vintage e la sua creatività vi daranno mille spunti per arredare la vostra casa in modo originale ed elegante. Un bellissimo viaggio indietro nel tempo.

Sveglie Vintage

Sveglie Vintage

Nelle sue foto ogni dettaglio è curato nei minimi particolari. Nulla è lasciato al caso.

La sua creatività è contagiosa. Vi innamorerete della sua nuova collezione di appendiabiti vintage, realizzata utilizzando tessuti d’antan e riciclando vecchi accessori d’arredo.

una nostra creazione

una nostra creazione

Non solo arredamento. Troverete mille consigli su come ‘vestire’ in maniera elegante e raffinata. La sua mission? Essere cool in maniera low cost.

I vecchi capi di abbigliamento, acquistati nei mercatini dell’usato o recuperati dagli armadi dei vostri genitori, vengono rivistati in chiave moderna, ricreando degli outfit originali per un look d’altri tempi ma sempre di forte tendenza.

Gli accessori sono fondamentali. Mille consigli su quale accessorio indossare nelle diverse occasioni della vita quotidiana. La sua passione per i papillon vintage, per gli occhiali e per gli orologi del passato vi conquisterà.

un Tocco Vintage

un Tocco Vintage

Nella sezione ‘Vivere’ troverete i momenti che scandiscono la vita di ognuno di noi. Dai momenti in casa a quelli mondani, dal lavoro ai momenti di relax.

Sono convinto che vi immedesimerete nel personaggio di questo blog e non riuscirete più a fare a meno di leggerlo.

Cronometri Hanhart

I veri padroni del tempo?

I cronometri! I contasecondi, per loro stessa definizione, sono associati all’idea di sfida, dell’andare oltre i propri limiti sportivi ed umani, misurandosi costantemente con le proprie capacità al fine di migliorarle e andare sempre oltre, in una gara che l’essere umano ha ingaggiato da millenni con se stesso.

Hanhart è un brand che crea cronometri dal 1882, e i suoi produttori si sono meritati pienamente l’appellativo di “pionieri del tempo”.

Cronometri Hanhart

Cronometri Hanhart

La compagnia Hanhart è attualmente il più importante produttore, nonché leader nel settore dei cronometri meccanici; le radici dell’avanguardia tecnologica, tuttavia, affondano nella tradizione artigianale dei mastri orologiai svizzeri e tedeschi.

Sì, perché dalla città elvetica di Diessenhofen, dove fu fondata, la fabbrica di orologi fu trasferita a Schwenningen, la fortezza tedesca dei produttori di segnatempo.

Da lì è stata una continua ascesa, con la fondazione di nuovi stabilimenti, il passaggio attraverso le guerre mondiali e uno sviluppo costante che ha portato Hanhart ad avere oggi oltre 200 dipendenti e a produrre, oltre ai cronografi, ben otto tipi diversi di cronometro; e anche delle vere e proprie chicche assolutamente imperdibili, come “Tachymaster”, una novità mondiale che Hanhart ha introdotto nel 2008.

Si tratta di un cronometro dedicato ai piloti di auto d’epoca, che non mostra il tempo ma la distanza rimanente fino alla fine della tappa.

Una reputazione di qualità ed eccellenza, quella dei Cronometri Hanhart, che si basa dunque su 125 anni di esperienza e di tradizione, oggi messi a disposizione di milioni di appassionati e fruitori.

Cronometro Hanhart

Cronometro Hanhart

In ogni modello è riposta l’eccellenza, che si esplica nel vetro acrilico o minerale, la funzione anti-urto e le speciali protezioni anti-acqua e anti-polvere, la cassa in metallo cromato e la speciale garanzia di 24 mesi, a fronte di un peso che non supera i 100 grammi, un dettaglio che rende funzionale l’utilizzo del cronometro in ogni contesto.

Se queste caratteristiche di eccellenza sono in comune a tutti i modelli, a diversificare questi ultimi sono invece il look e le funzioni: si va dal cronometro luminescente, per spaccare i secondi anche al buio, a quelli diversificati in base allo stile e alla grandezza dei numeri sul quadrante.

Quale che sia la sfida che ci stiamo apprestando a compiere, Hanhart sarà con noi, perché misurare le frazioni di secondo ci permette di superare i nostri limiti e andare sempre oltre.

Nello sport ma, soprattutto, nella vita!

Alessandra De Sortis

Intervista esclusiva con C. Rauch (Montblanc)

Intervista esclusiva con C. Rauch (Montblanc)Inizia con una prestigiosa esclusiva il ciclo di interviste de “Il blog degli Orologi”. Sotto il nostro focus c’è oggi una delle personalità più significative del mondo orologiero: Christian Rauch, CEO di Montblanc Italia, una delle maison di maggior rilievo non solo del comparto ma nel panorama del lusso internazionale.

Nata come casa costruttrice di strumenti di scrittura è divenuta in questo campo lo status symbol più ambito, e oggi Montblanc detta legge anche nel campo dell’Orologeria di altissimo livello nonché nella pelletteria di pregio. Questo successo è attribuibile esclusivamente alla qualità, della quale il brand ha fatto il suo cavallo di battaglia.

Montblanc è proprietaria di una delle fabbriche più importanti nella Storia dell’Orologeria, Minerva, nata nel 1858 a Villeret, la quale si è sempre distinta per la qualità dei propri movimenti. Ad essa è stata dedicata la più recente Collezione del marchio, con il significativo nome “1858” a ricordo dell’anno della sua fondazione.

Abbiamo posto a Rauch, l’uomo che sta abilmente guidando Montblanc ai vertici di categoria nel nostro Paese, una serie di domande alle quali il manager ha risposto con la consueta simpatia e precisione, rivelando di fatto alcune delle strategie in itinere e abilmente nascondendo eventuali sorprese che il fulgido futuro di questo marchio ci riserverà certamente.

BdO: Montblanc sta entrando prepotentemente nel comparto orologiero. Quanto è stata strategica e quanto utile l’acquisizione della fabbrica Minerva?

Christian Rauch: “Non direi prepotentemente. Direi anzi che è un processo che si sta sviluppando in maniera molto spontanea grazie alla positiva risposta dei consumatori e della stampa internazionale che hanno riconosciuto l’impegno, la qualità e l’onestà che c’è dietro ai nostri Segnatempo. L’acquisizione di Minerva è senz’altro motivo di grande vanto e orgoglio e ci ha permesso di acquisire un know how unico nel suo genere ma è anche un onere importante perché con un nome come Minerva devi garantire quei livelli di eccellenza, precisione e innovazione che il consumatore si aspetta”.

BdO: È previsto per il futuro l’utilizzo di solo calibri Minerva almeno per i prodotti meccanici?

Christian Rauch: “Purtroppo non possiamo anticipare nulla sulle future strategie della nostra manifattura:

Intervista esclusiva con C. Rauch (Montblanc)

Montblanc Tachymeter 1858 Collection ref. 112637, dotato di Movimento di manifattura Minerva 16.29 e in edizione limitata a soli 100 esemplari nel mondo.

sicuramente continuerà l’ampliamento delle fasi produttive eseguite presso la manifattura Minerva“.

BdO: Come Montblanc interpreta il futuro della vendita al dettaglio?

Christian Rauch: “La nostra rete distributiva è molto capillare. In Italia abbiamo 12 boutique monomarca dirette più 4 in franchising e circa 400 distributori. Oltre a un canale e-commerce che sta dando grandi soddisfazioni. La vicinanza con il cliente per noi è molto importante. Le nostre boutique e il nostro customer service sono in grado di fornire un servizio che accompagni accuratamente il cliente in tutta la fase di acquisto e servizio post vendita. Ci stiamo però anche impegnando per consolidare e creare nuove importanti partnership con alcuni multi-brand tra i più importanti in Italia“.

BdO: Quanto spazio Montblanc intende riservare ai concessionari che offrono servizi on-line e qual’è la policy aziendale a riguardo?

Christian Rauch: “Montblanc, in linea con il suo spirito pioneristico, è stata una delle prime Maison del lusso a credere nelle vendite on line sia dirette che eseguite presso i propri partner commerciali. Ogni nostro partner che intende sviluppare il proprio canale di vendita on line aprendo una sezione dedicata a Montblanc viene seguito e consigliato per venire incontro alle necessità di coerenza nella comunicazione del marchio on line“.

BdO: Stanno partendo nuove realtà di grande distribuzione del lusso, qual’è la posizione di Montblanc?

Christian Rauch: “No comment“.

BdO: Montblanc ha attualmente guardato con interesse al mercato dei Paesi emergenti. C’è da aspettarsi qualche inserimento a catalogo di prodotti esteticamente compatibile con essi?

Christian Rauch: “Esistono già ad esempio nella collezione pelletteria, dei prodotti così detti “country specific”. Le collezioni si sono evolute e ampliate per offrire una gamma di prodotti più diversificata che assecondi i gusti e le necessità dei diversi mercati. I “Country specific” si chiamano così perché hanno delle specificità tipiche di certi mercati e si adattano alle necessità dei diversi paesi come ad esempio i portafogli per dollari o yen. Per l’orologio non esiste un modello pensato o venduto esclusivamente in un paese ma è ovvio che quando si progetta una nuova collezione si tengono in mente le esigenze e i gusti dei diversi mercati“.

BdO: Quanto “pesa” il mercato Italiano in relazione a quello europeo, nella penetrazione del prodotto?

Christian Rauch: “Non posso dichiarare dei numeri ma posso dire che l’Italia è uno dei mercati più importanti non solo in Europa ma a livello mondiale“.

In effetti non stentiamo a credergli, in quanto il nostro Paese è sempre all’avanguardia nella scelta di prodotti che uniscano la classe alla qualità, peculiarità delle quali Montblanc non è certo carente.

Restate “sintonizzati” sul nostro blog: presto avremo il piacere di offrirvi altre interviste esclusive.

Guida alla scelta del vostro orologio satellitare

Citizen Eco-Drive SatelliteSe siete alla ricerca di un orologio satellitare, la scelta è sostanzialmente ristretta a due marchi: Citizen e Seiko.

I due marchi giapponesi si sfidano ogni anno a colpi di nuove tecnologie e funzioni, sebbene abbiano un approccio diverso nella realizzare orologi satellitari.

In sintesi i loro orologi seppur con alcune differenze, offrono più o meno le stesse funzioni.

Osservando i cataloghi dei due marchi, si rimane piuttosto confusi perchè l’offerta è cresciuta negli anni così tanto da non aiutare chi deve sceglierne uno e, soprattutto, da non farci capire facilmente quali siano le differenze tra un modello e l’altro.

Leggi la guida alla scelta del vostro orologio satellitare sul blog horbiter.com

Orologio Kienzle Ares 1000

Kienzle: Back to the future!

Siamo lieti di annunciare il ritorno di Orologi Kienzle.

La rinascita di questo marchio è stata un’operazione complessa non essendo dettata da semplici logiche commerciali, ma soprattutto dal rispetto che la nuova gestione ha di un marchio storico con anni di successi alle spalle.

L'Orologio Kienzle su TuttoSport

L’Orologio Kienzle su TuttoSport

Siamo partiti proprio da un’attenta analisi del passato, dei nostri punti di forza, delle pietre miliari che questo grande marchio ha contribuito a creare, per definire la nostra linea per il futuro che valorizzasse le nostre origini.

Ne è un chiaro esempio il restyling del mitico Kienzle Flieger riproposto nella nuova collezione con colori intriganti e modaioli al fine di attualizzare questo splendido modello, sempre nel rispetto della tradizione che lo ha reso celebre.

Il miglioramento dal punto di vista del design viaggia di pari passo con il consolidato miglioramento della meccanica dei nostri orologi, giunta a questo punto ad un rapporto prezzo/qualità che non teme confronti.

Ne è un esempio lampante il nuovissimo Orologio Kienzle Ares 1000 che ad un prezzo decisamente contenuto propone una meccanica e una costruzione con valvola all’elio per immersioni fino a 1000m di profondità, elemento che è, di solito, appannaggio dei soli top di gamma.

Kienzle Flieger e Kienzle Ares 1000 sono solamente
la punta di un iceberg di una collezione che fa della meccanica il suo punto focale e siamo ansiosi di mostrarvi i nostri traguardi raggiunti per qualità tecnica e design.

Eccoci dunque di nuovo tra voi, pronti a lasciare un segno, ad accompagnarvi nella vostra vita perché i vostri momenti speciali diventino i nostri, perché i nostri orologi possano ancora una volta scandire le vostre giornate senza mai perdere un colpo.

Per maggiori informazioni visitate il sito www.kienzle.it oppure la pagina Facebook di Kienzle Italia dalla quale è peraltro possibile un contatto diretto con il nostro staff.

Vi aspettiamo numerosi.