Casio Pro Trek PRW-3500.

Casio Pro Trek PRW-3500: l’evoluzione della specie!…di Giacomo Tallevi

Qual’è quell’orologio Casio della serie Pro Trek che misura 56.9×53.4×14.5mm, ovvero che è più spesso di 3 mm rispetto al PRW-2000 e largo 56,5mm quanto il PRW-2500?

Immagino che state pensando al PRW-3000, ma vi state sbagliando perchè lui è largo solo 47mm.

Casio Pro-Tre PRW-3500-1ER

Casio Pro-Tre PRW-3500-1ER

A questo punto, dopo tutti queste cifre, il cervello comincia a dare i numeri… E allora numero più, numero meno io faccio la mia parte: Casio Pro Trek PRW-3500!

Ebbene si, dopo la maxi delusione del PRG-280 che avrebbe dovuto essere il “contraltare” di questo nuovo gioellino, finalmente arriva il PRW-3500 che altro non è che una versione “rivista e corretta” del precedente modello, il bellissimo PRW-3000.

Casio Pro-Trek PRW-3500T-7ER

Casio Pro-Trek PRW-3500T-7ER

Le dimensioni, l’avrete notato, salgono un po’… A dire il vero dal PRW-2000 che deteneva il record per lo spessore veramente ridotto all’osso (11.6mm di spessore!), le dimensioni sono andate aumentando, ma restano tuttavia ridottissime se paragonate a quelle dei G-Shock.

Il peso aumenta rispetto al PRW-3000 superando di 9 grammi quello del PRW-2500, raggiungendo quindi 89g per la versione con cinturino in resina.

Le funzioni sono le medesime: ogni Casio Pro Trek che si rispetti si alimenta ad energia solare, sincronizza l’orario automaticamente ogni giorno garantendo una precisione al milionesimo di secondo, è provvisto di tecnologia “triple sensor” (di terza generazione).

Casio Pro-Trek PRW-3500Y-1ER

Casio Pro-Trek PRW-3500Y-1ER

Il precedente PRW-3000 è stato il primo Casio Pro Trek ad implementare la nuova generazione di sensori che si occupano della misurazione della temperatura esterna (con range da -10°C a +60°C), della pressione atmosferica (con range da 260 a 1,100 hPa) e dell’indicazione del Nord magnetico.

Ricordiamo brevemente che i 2 sensori che hanno ricevuto maggiori migliorie sono quello della bussola, ora in grado di consumare molto meno rispetto al precedente garantendo un utilizzo molto più intenso, ma anche il sensore del barometro che permette (finalmente!) di avere letture altimetriche precise al metro.

Il PRW-3500 si rifà al PRW-2500 aggiungendo la lunetta direzionale e girevole per facilitare le letture della bussola e in generale il look dell’orologio è davvero molto simile a quel modello con la differenza che al posto di indicare fasi lunari e maree viene visualizzata l’ora di alba e tramonto per tutti i giorni dell’anno a seconda della posizione geografica.

Casio Pro-Trek PRW-3500Y-4ER

Casio Pro-Trek PRW-3500Y-4ER

Rispetto al PRW-2500 il tasto “light” è posto in basso al centro, ma quello che più colpisce è il design dei tasti posti sul lato destro: la somiglianza al PRW-1500 è innegabile, si potrebbe dire che si tratta quasi di un omaggio!

Grande novità per chi ama le nuotate in acque profonde: è vero, questo PRW-3500 non è un orologio nato per i sub, ma tuttavia rispetto a tutti i suoi predecessori è testato per resistere fino a 200 metri, contro i soliti 100 (teorici)!

Infine non mancano i 31 fusi orari, un cronometro da 1000 ore e un count down da 24 ore regolabile a “step” di 1 minuto, la funzione snooze e 5 sveglie giornaliere indipendenti.

A differenza del predecessore, al momento sembra che sia prevista una sola versione con schermo LCD in negativo (PRW-3500Y-1ER) e colorazione di parti della cassa e dei pulsanti in blu elettrico, una versione con il cinturino in arancione (PRW-3500Y-4ER) e poi la “classica” edizione con cinturino in titanio (PRW-3500T-7ER) che di tutte tre è sicuramente la più elegante e resistente rispetto alle altre due con cinturini in resina.

In conclusione questo nuovo Casio Pro Trek PRW-3500 si preannuncia davvero molto interessante in quanto ingloba in se un pizzico di design da ogni modello dei predecessori e presentandosi in vesti davvero accattivanti e dai prezzi in linea con i top gamma Casio.

Attendiamo l’arrivo sul mercato italiano per poterlo ammirare, testare… E comprare!

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *