Orologi Calamai

Orologio Calamai

Orologio Calamai

 

Ogni Orologio Calamai racchiude in sé il racconto di una grande storia.

Una storia di ardimento e passione, di un passato avventuroso che torna in vita grazie a un segnatempo unico, fatto per durare, riservato a chi ama la vita e la affronta con coraggio.

Quel passato avventuroso appartiene a Giosuè Calamai, padre del fondatore del brand, Francesco Calamai.

E’ quest’ultimo a raccontare la temerarietà del genitore, pilota da caccia della Regia Aeronautica Militare Italiana che ha dedicato la sua vita alla velocità.

E’ da lui che ha imparato a vivere la vita senza fermarsi mai e ha trovato il coraggio di iniziare l’attività che gli ha permesso di creare degli orologi che racchiudono la stessa passione per il volo e sono strumenti vivi, robusti e destinati ad essere affidabili nel tempo; perché l’orologio è, da sempre, il fedele e indispensabile compagno di ogni pilota.

 

la turbina di un leggendario F104 Starfighter

la turbina di un leggendario F104 Starfighter

 

La vera magia che, in ogni Orologio Calamai, unisce la passione per il volo e per i segnatempo è nella cassa, forgiata dalla fusione della turbina di un leggendario F104 Starfighter, un caccia che ha volato per lunghe distanze, attraverso cieli assolati e notturni, talvolta sopra zone di guerra, proiettando gli uomini oltre la velocità del suono.

Esuberante e difficile da controllare, l’F104 è stato l’ultimo caccia interamente gestito dal pilota.

L’acciaio della turbina General Electric che equipaggiava un F104 dell’Aeronautica Militare Italiana viene forgiato attraverso una microfusione a cera persa e rifinita a mano, per ottenere i più alti livelli di precisione.

Completano l’elevatezza qualitativa un movimento svizzero e i materiali rari e preziosi.

 

l'Orologio Calamai MKIII con il Cinturino in 100% Pelle Italiana primo fiore

l’Orologio Calamai MKIII con il Cinturino in 100% Pelle Italiana primo fiore

 

Lo si può riscontrare nell’Orologio Calamai MKIII, un segnatempo automatico sportivo ed elegante, perfetto in volo ma a suo agio nella vita di tutti i giorni.

Il quadrante nero granulato contrasta con i grandi numeri, ottimizzandone la leggibilità; il Superluminova presente negli indici permette una lettura veloce ed intuitiva, favorita anche dal vetro zaffiro antiriflesso.

 

l’Orologio Calamai MKIII Blue

l’Orologio Calamai MKIII Blue

 

Innata eleganza anche per l’Orologio Calamai MKIII Blue, dal quadrante blu soleil perfettamente abbinato al blu scuro del cinturino, in 100% pelle italiana primo fiore, e dalla corona grande per offrire il miglior grip.

 

l'Orologio Calamai G50

l’Orologio Calamai G50

 

Insuperabile per la sua bellezza classica e senza tempo anche l’Orologio Calamai G50, un cronografo automatico disponibile con il quadrante bianco o nero: il primo crea un affascinante contrasto con il cinturino verde/marrone in alligatore; il secondo si accorda nella colorazione, creando un abbinamento perfetto.

In entrambi i modelli, gli indici metallici rendono l’orologio adatto anche fuori dalla cabina di pilotaggio; la bag interna girevole 60 minuti consente di registrare i waypoints del volo; il movimento 7750 è regolato ed assemblato da un solo maestro orologiaio che ne garantisce la massima affidabilità.

 

le Edizioni Speciali di Orologi Calamai

le Edizioni Speciali di Orologi Calamai

 

Ciascuna collezione è composta da una serie limitata di pezzi, per la loro intrinseca unicità, per la componente artigianale della creazione e per la preziosa rarità della turbina dell’F104 che ne costituisce la cassa.

Sono tutte queste motivazioni che hanno portato il brand Calamai a diventare Fornitore Ufficiale dell’Aeronautica Militare Italiana, equipaggiando tutti i piloti militari che hanno ottenuto il brevetto a partire dal 2016.

Ogni Orologio Calamai rispetta pienamente le esigenze dei piloti, ma anche quelle di chi, sulla terraferma e nella vita di tutti i giorni, ricerca un’eleganza senza compromessi.

Perché il brand Calamai è dedicato da chi vola a chi vola, sempre e comunque…

Alessandra De Sortis

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *