Bulova alla conquista dell’Europa

Importante visita a Milano da parte di Dennis W. Perry e Fusamitsu Natori, rispettivamente Presidente e Chairman di Bulova, giunti direttamente dalla sede di New York.

Bulova alla conquista dell'Europa

I due top-manager hanno visitato la filiale Italiana del brand del diapason, nell’ambito della verifica del progetto di affermazione del marchio ai livelli di eccellenza che la storia e la tradizione assegnano a Bulova.

All’incontro con la Stampa, avvenuto durante un pranzo di lavoro mercoledì 10 ottobre presso un lussuoso ristorante meneghino, hanno partecipato anche due dettaglianti del nostro Paese, Alberto Palma dell’omonima Gioielleria di Monza e il sottoscritto, in rappresentanza di Cannoletta Antica Gioielleria di Sanremo e blogger di IlMioOrologioBulova.

La riunione è stata moderata dai vertici del management Italiano di Bulova, guidato dal Direttore Generale Andrea Pozzi.

Perry e Natori, dopo aver illustrato ai giornalisti presenti i motivi della scelta di potenziare il marchio, pur in questo momento di crisi economica, e aver risposto alle numerose domande, hanno approfondito i temi dell’attualità orologiera mondiale, in riferimento ai Paesi Europei.

Il presidente ha poi personalmente indagato sulle impressioni dei dettaglianti concessionari circa le novità strategiche e produttive inserite da Bulova nel proprio programma di espansione.

Ricordiamo che la proposta di Bulova in Europa si articola attualmente attraverso la distribuzione differenziata di due brand distinti: Bulova, marchio di “bandiera”, che si avvale della nuova e rivoluzionaria tecnologia proprietaria “Precisionist” del quarzo a oscillazione torsionale, e che sarà equipaggiata dai movimenti della migliore tradizione elettronica.

Il secondo brand, Bulova Accutron, si avvarrà invece esclusivamente di movimenti Swiss Made, per collocarsi nella fascia di Alto di Gamma con tutti i crismi della tradizione, anche con l’aiuto del fantastico EFAS, con regolazione della marcia oraria “aperta” all’utente, modello meglio conosciuto come Calibrator.

Anche i termini della distribuzione saranno differenti per i due brand: esclusiva e selettiva per Bulova Accutron, più capillare per Bulova.

Questa netta suddivisione permette anche l’adempimento della mission di Bulova, nell’assicurare un prodotto di qualità in due diverse fasce di prezzo

Gli sforzi di posizionamento ai piani alti della classifica di significato nel mondo dell’Orologeria prevede anche molti altri sforzi, nei quali prevale su tutti gli altri paramentri la ricerca di una tecnologia d’avanguardia integrata in un design attuale e accattivante.

Ricordiamo inoltre che Bulova si avvale di un testimonial di eccezione: Sir Richard Branson, il mitico patron di Virgin.

La contemporanea presenza dei due manager è molto significativa circa l’armonia regnante attorno a questo progetto, in quanto sono rappresentate le due anime dell’azienda, il management e la proprietà (Natori è anche Chairman di Citizen U.S.A.).

D’altra parte è lecito attendersi motivi di grande soddisfazione, vista anche la recente acquisizione da parte di Citizen, della fabbrica svizzera di movimenti meccanici Perret, il che la dice lunga circa le intenzioni del colosso nipponico sul futuro, anche alla luce della decisione di ETA di negare i movimenti a brand esterni allo Swatch Group.

Emblematica è stata anche la scelta di Milano per questo importante Summit, in quanto depone a favore dell’ottimo lavoro svolto da Andrea Pozzi e Vesna Kostadinova, in soli 10 mesi di pur duro lavoro.

Ed è da Milano che parte la conquista dell’Europa da parte di Bulova, ora più che mai “L’orologio dell’era spaziale”.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *