Orologi Guess: il successo premia le partnership

Orologi GuessLa fiera di Basilea è stata il palcoscenico per il rinnovarsi di un accordo di successo: quello tra Sequel AG e Time2Group.

Il successo è quello decennale degli orologi Guess in Italia: lanciati nel 1998, in dieci anni hanno raggiunto l’apice del settore orologi moda, conquistandosi il 10% del mercato italiano nella stessa fascia di prodotti. Per questo un nuovo accordo della durata di 15 anni è stato siglato a Basilea.

E’ l’accordo di partnership tra l’azienda svizzera che detiene la licenza internazionale degli orologi e gioielli a marchio Guess e Gc, Sequel AG, ed il gruppo italiano, Time2Group, che in questi anni ha contribuito alla continua crescita in Italia del successo dei gioielli e degli orologi Guess.

Orologi moda Swiss Made, questo è il punto di forza del brand Gc Guess, il lusso della moda reso accessibile dalla magia dell’orologeria: protagonisti dell’accordo Cindy Livingston, Amministratore delegato di Sequel, e Stefano Santangelo, amministratore unico di Time2Group.

Un accordo all’insegna del successo: quello degli orologi Guess.

Articolo a cura di Marco Parravicini, concessionario ufficiale orologi GC By Guess e Orologi Guess.

[techtags:Guess]

4 commenti
  1. Maria
    Maria dice:

    La cura e l’attenzione per il cliente sono pessimi nella fase post-vendita da parte del gruppo Time2Group. Orologio GuessCollection con difetto di chiusura del cinturino è stato riportato per la riparazione in garanzia e, nonostante solleciti, richiesta di notizie, etc. dopo 5 mesi l’orologio è ancora in assistenza senza alcuna informazione attendibile sulla data prevista per la restituzione.

  2. maria lusia
    maria lusia dice:

    ho conmprato da macy’s a ny un orologio guess, al rientro in italia dopo pochi giorni ha smesso di funzionare, dato che ha 10 anni di garanzia internazionale l’ho portato in assistenza, dopo due mesi senza notizie mi hanno detto che hanno riscontrato un difetto di fabricazione, ma nn vogliono riconoscermi la garanzia. qualcuno mi sa dire come posso fare x far valere il mio diritto all’assistenza?

  3. Marco Parravicini
    Marco Parravicini dice:

    @maria luisa

    Ciao Maria,

    in effetti quello della garanzia internazionale è un problema che accomuna un po tutte le marche ed i prodotti a copertura mondiale, infatti la garanzia europea non è ritenuta valida negli stati uniti e viceversa.

    Sinceramente non credo ci possa essere molto da fare in questo caso, tranne contattare il negozio dove lo hai comprato (se possibile) e spedirlo a loro per entrare nella rete di assistenza statunitense.

    Mi dispiace non poterti essere maggiormente di aiuto ma questo problema non è risolvibile dai concessionari in Italia in nessun modo dato che l’importatore respingerebbe la nostra richiesta.

    Ciao Marco.

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *