Anche gli orologi diventano sempre più smart

Apple Watch 2

Il futuro dei vecchi segnatempo è ora: oltre alle tradizionali funzioni, sempre più case produttrici stanno lanciando modelli di smartwatch in grado di coniugare classe e connettività, pensati non solo per i “nerd” ma anche per i classici collezionisti.

Fino a qualche tempo fa, la parola smartwatch faceva pensare a una versione ridotta dello smartphone, in grado di poter essere indossato al polso per tenere immediatamente sott’occhio alcune notifiche, svolgere alcune task e, occasionalmente, controllare l’orario. Da quando però anche le principali maison del settore hanno compreso le enormi potenzialità di questo mercato, e lanciato la sfida ai brand tecnologici sul terreno di design ed estetica, i modelli presentati non sfigurano affatto nelle collezioni di lusso; grazie agli esperti di Recensioniorologi.it, portale dedicato proprio alla passione delle lancette, oggi scopriamo cosa bolle in pentola nell’ambito degli orologi da polso, con particolare attenzione alle ultime novità smart.

Qualità svizzera. Uno dei prodotti più attesi è il TAG Heuer Connected, che ha l’ambizione di diventare il top di gamma per prestigio e raffinatezza, così come da tradizione del marchio. A prima vista, infatti, l’orologio appare come un tradizionale cronografo elegante, ma in realtà il quadrante è solo simulato grazie a uno schermo in vetro zaffiro, con display da 1,5 pollici (pari a 38 millimetri); la cassa invece è realizzata in titanio impermeabile e raggiunge complessivamente uno spessore di 46,2 millimetri. Dal punto di vista tecnologico, invece, questo gioiellino (che sarà in vendita a un prezzo che dovrebbe aggirarsi intorno ai 1200 euro) opera in ambiente Android e possiede un processore Intel Dual Core da 1.6 Ghz complessivi, 1 GB di Ram e una memoria interna (ovviamente non espandibile) di capacità pari a 4 GB, con batteria da 410 mAh in grado di assicurare la giusta autonomia di funzionamento, e integra opzioni di connettività Bluetooth e WiFi.

Tutto sul polso. Il modello TAG Heuer Connected è pensato per rispondere alle esigenze di polifunzionalità dei nostri giorni, e difatti consente di svolgere una serie di compiti e di utilizzare specifiche app dedicate, oltre a sistemi come il rilevatore del battito cardiaco, sensori, giroscopio, microfono e altoparlante. Con questo orologio, Tag Heuer compie un passo decisivo per coniugare la tecnologia alla

Marco Limbiati on FacebookMarco Limbiati on Instagram
Marco Limbiati
'Una Mogli, Due Figli e Due Cani ed una passione per la comunicazione'

Questo il 'quadro' di Limbiati Marco, quarta generazione di una famiglia di Orologiai, che sin dagli Anni 2000 (qualcuno direbbe in tempi non sospetti) ha scelto la rete per comunicare i prodotti (Orologi&Gioielli) di cui è Concessionario presso lo storico Punto Vendita di Sesto Calende in Provincia di Varese.

Precedendo nei tempi quello che ora potrebbe essere la normalità, è uno storico autore del Blog degli Orologi nato unitamente alla Sua avventura imprenditoriale.
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *