« | Home | »

Tissot Visodate si rinnova

Autore: Fabio Dell'Orto | 18 agosto 2010

Oggi vorrei parlarvi del nuovo Tissot Visodate 1957 Automatico, il quale riprende l’orologio prodotto dalla casa svizzera nel 1953 per ricordare il centenario dalla fondazione.

Il Visodate Auto riprende le caratteristiche dell’orologio del 1950 come il datario inserito nel meccanismo e la scritta Tissot in corsivo che rimanda ad uno stile retrò, ma con delle caratteristiche moderne ed accattivanti che portano ad un design innovativo. A mio parere è un orologio da portare sempre, riesce ad abbinare lo stile elegante e classico, a quello fresco e più sportivo.

Orologio Tissot Visodate

Lo stile di questo orologio viene esaltato dai materiale e dalla tecniche nei quali è prodotto; il vetro zaffiro che migliora la visione del quadrante per la sua eccezionale trasparenza e resistenza ai graffi; il movimento svizzero Eta 2836-2 con una riserva di carica di 42 ore, il fondello della casa anch’esso in vetro zaffiro che permette la visione del movimento anch’esso con lo storico logo.

Tutte queste caratteristiche sono associate all’uso di moderni materiali per le finiture di alto pregio; il datario più grande che facilita la lettura della data, i bracciali in raffinato coccodrillo nelle varianti pelle nera o pelle marrone, entrambi con la chiusura a farfalla logata anch’essa, e la cassa in acciaio oppure laminata in oro giallo.

La casa orologiera svizzera ha sempre cercato di rinnovarsi, trovando sempre novità che hanno sorpreso il pubblico, creando a mio parere orologi sempre di gran pregio con caratteristiche tecnico-estetiche sempre di alto livello.

Con questo orologio Tissot dimostra che l’eleganza non ha tempo, 50 anni fa come ora, l’accuratezza e il buon gusto sono sempre attuali, quasi come se il tempo si fermasse. Il Tissot Visodate 1957 è la prova che il binomio moderno- retrò può esistere senza nessun problema.

Articolo di Marco Parravicini, concessionario Orologi Tissot Varese.

Tags:

Categoria: Tissot | Nessun Commento »

Commenti