« | Home | »

Tissot T-Touch Solar.

Autore: Fabio Dell'Orto | 6 ottobre 2014

Tanto atteso, è arrivato il suo momento: Tissot T-Touch Solar è l’orologio dell’anno.

Le sue funzioni azionate da un lieve tocco delle dita, ormai noto a tutti, ha ingranato la marcia e ripreso maggiore velocità.

Tissot T-Touch Solar

Tissot T-Touch Solar

Sposando la linea ecologica, ha introdotto per le versioni tattili la ricarica solare, fonte di energia pulita con un consistente risparmio determinato dalla mancata sostituzione periodica delle batterie.

Un lungo studio da parte dei tecnici svizzeri alla continua ricerca della perfezione, non trascurando la nota tradizione del marchio.

Innovare nella tradizione è di fatto il motto di Tissot, capace di stupire raggiungendo mete inpensabili ed inesplorate nel mondo dell’orologeria tenendo ben saldi i piedi per terra, non rinunciando al passato e a quanto ha costruito e inventato nel corso di 160 anni.

Dal 1999, anno della creazione del primo orologio tattile, è passato del tempo; se pensiamo a quel periodo ci sorprendiamo poichè all’epoca non erano ancora presenti gli smartphone e i tablet, tanto comuni al giorno d’oggi.

La tecnologia tattile in uso solo nel campo dell’informatica è stata introdotta da Tissot sugli orologi, offrendo ai suoi clienti funzioni intuitive e un modo più semplice che evitava la complessità dei pulsanti.

Il vetro tattile è al centro di tutto: con un rivestimento di materiale che cattura l’energia permette, sfiorandolo, di attirare nel punto specifico una debole carica.

I circuiti disposti al bordo del vetro ne misurano la carica e trasmettono le informazioni al controller che le elabora.

Volendo mantenere l’impostazione di un orologio analogico a tre sfere si sono incontrate delle difficoltà, dipese dalla presenza del foro centrale nel quadrante.

Un problema che è stato superato brllantemente e che non ha lasciato
tracce.

Tissot T-Touch Solar rasenta la perfezione: la luce che lo raggiunge oltre che illuminare le sfere e gli indici in Super-Luminova in condizione di scarsa luminosità, ricaricano l’orologio.

La cella posta sotto il quadrante assorbe la quantità di luce necessaria al suo funzionamento, garantendo un’autonomia totale di ora e funzioni.

Per facilitare il passaggio della luce verso la cella solare è stato realizzato un quadante translucido.

Un dettaglio che dimostra quanta cura e attenzione viene garantita dai tecnici orologiai.

Un concentrato di tecnologia racchiuso in uno spazio ridotto, ben 25 funzioni.

Calendario perpetuo con indicazione del giorno della settimana, due sveglie e doppio fuso orario.

Presente la funzione meteo, cronografo, bussola, azimut, conto alla rovescia, regata e retroilluminazione: un vero gioiello di tecnologia al polso.

Considerando la sua natura ecologica può essere considerato un’eccellenza nel campo dell’orologeria.

L’innovazione che non ci aspettavamo, potremo definirla.

Categoria: Tissot | Nessun Commento »

Commenti