« | Home | »

Tissot T-Touch Expert Titanium. E’ arrivato il Fratellone.

Autore: Fabio Dell'Orto | 18 gennaio 2011

Sulla scia dell’entusiastico acquisto del T-Touch II, mi sono lasciato tentare dal suo “fratellone”, nonché top di gamma dei tattili di Tissot: un bel T-Touch Expert Titanium, braccialato, con quadrante in simil carbon fiber e numeri arabi.

La mia propensione verso la tecnologia e la passione per gli orologi mi hanno fatto avvicinare a Tissot qualche anno fa, con il primo T Touch (ora denominato “Classic”, per distinguerlo dai suoi successori “Expert” e “II”, a loro volta disponibili in tante varianti: Pilot, Sea, Sailing…).

Orologio Tissot T touch

Nonostante l’ottima fattura del prodotto (avevo optato per la versione in acciaio, sempre braccialata, con classico quadrante nero opaco e indici trapezoidali), devo ammettere di essere rimasto un po’ deluso dalle prestazioni del sensore (poco preciso e sofferente di problemi di taratura) e, soprattutto, dalla delicatezza dell’oggetto, con cui, dopo un paio di escursioni deludenti, non ho piú praticato l’outdoor, per evitare di danneggiare il sensore con umiditá e altri agenti atmosferici…

Ad ogni modo il Touch mi ha accompagnato per poco tempo, perché dopo appena un anno di servizio al polso, ha deciso di abbandonarmi e di finire nel cassetto, data la scadenza della garanzia e gli assurdi prezzi richiestomi per la riparazione…peccato!

A distanza di un paio di anni, grazie ad un amico, mi sono riavvicinato a Tissot e ho acquistato il T Touch II in acciaio, di cui ho giá espresso la mia grande soddisfazione.

Sebbene possegga numerosi orologi, di ogni genere, dai digitali agli automatici, dagli ABC ai radiocontrollati, il tattile elvetico é stabilmente al mio polso dal momento dell’acquisto e mi ha fatto quasi dimenticare molti altri pezzi della mia collezione. Il che lascia intendere quanto quest’oggetto del desiderio mi abbia “conquistato”.

Conoscendo la mia propensione per le attivitá fuoriporta, la mia passione per i segnatempo e per qualunque oggetto tecnologico che emetta “bip!”, qualche giorno fa un caro amico mi ha regalato (invogliandomi inevitabilmente all’acquisto il prima possibile) una meravigliosa mezza giornata con uno degli oggetti che ultimamente stanno attirando le mie attenzioni… uno splendido T Touch Expert Titanium, con dial in fibra di carbonio e numeri arabi.

Una volta aperta la classica scatola rossa e nera con logo T, corredata di manuale romanzo Tissot, sono rimasto letteralmente folgorato dal Touch Expert.

L’orologio é di dimensioni decisamente generose (un paio di millimetri piú largo del Touch II, a paritá di spessore), ma la sua linea (inconfondibile e senza tempo) non risulta affatto appesantita, perche Tissot ha saputo sapientemente equilibrare diametro, dimensione delle anse, pulsanti e ghiera, dando vita all’ennesimo capolavoro tecnologico da polso.

Viste le dimensioni, ci si aspetterebbe un macigno al polso…invece no! Il nobile titanio (satinato, per resistere meglio ai segni del tempo e donare maggiore sportivitá e tecnicitá all’oggetto) trasmette una sensazione di soliditá e robustezza incredibili, con un peso davvero irrisorio, di poco superiore ai 100g.

Rispetto al mio Touch II, l’Expert é sensibilmente piú leggero e, al polso, é addirittura piú confortevole (proprio grazie alla leggerezza), soprattutto se si considera che il prodotto é potenzialmente destinato alle attivitá outdoor, dove un peso eccessivo al polso non é decisamente funzionale (motivo per cui, purtroppo, spesso non porto con me il Touch II durante le mie uscite in mtbk per sentieri sterrati, dove le vibrazioni causano violenti impatti dell’orologio con il polso con conseguenti lievi ma fastidiose escoriazioni).

Anche il Touch II è disponibile in titanio (sia satinato che lucido), ma al momento dell’acquisto ho optato per l’acciaio sia per il minor costo che per la non disponibilitá della versione in titanio satinato (il titanio lucido non mi piace proprio: é troppo delicato e inadatto a un oggetto potenzialmente destinato ad un utilizzo anche estremo!). Purtroppo però la scelta non è stata azzeccatissima, dato che ora, spesso e volentieri, preferisco portarmi dietro un piú leggero Suunto Vector/X Lander o addirittura un Elementum Terra, durante le uscite in bicicletta, soprattutto se prevedo di percorrere sentieri piuttosto “turbolenti”…

Ma veniamo alle prove su strada…

Per quanto riguarda le funzioni ABC, non mi sto a dilungare, in quanto il modulo é lo stesso montato sul Touch II, con tutti i suoi pregi e le ottime prestazioni, che lo fanno competere tranquillamente con i “titani” degli ABC, ovvero i Suunto.

Anche l’impermeabilitá é la stessa: la nuova concezione della cassa ed il sistema di guarnizioni che proteggono il sensore altibarometrico garantiscono una perfetta tenuta e l’impermeabilitá fino a 100 m (come la maggioranza degli ABC attualmente in commercio).

Il display digitale LCD (caratteristica inconfondibile del T Touch, fin dal primo modello), piccolo e poco leggibile nel Touch Classic, é solo un ricordo…ora é lo stesso del Touch II: a forma di T, più ampio e leggibile.

Mi sembra inoltre importante sottolineare la presenza (finalmente) di un timer per il conto alla rovescia e per lei è cresciuto in dimensioni e, ora, avanzate funzioni della bussola (assenti sul Touch II e, a maggior ragione, sul Touch Classic), che non ho però avuto modo di testare, dato il limitato tempo a mia disposizione (amico generoso, ma geloso del suo Expert…me lo ha lasciato solo per mezza giornata..Eh! Eh!).

Ovviamente sono presenti anche le solite funzioni di Chrono, due allarmi, disattivazione del beep dei tasti e l’utilissima (ed efficace) retroilluminazione ambra del display digitale.

Concludendo…devo dire che Tissot ha fatto uno splendido lavoro negli ultimi anni (l’Expert é stato presentato nel 2008) e ha dimostrato di saper egregiamente rimediare agli errori del passato, donando nuova giovinezza ad un prodotto che aveva un po’ perso la fiducia dell’utenza, ma che ora puó, secondo me, superare tranquillamente il giudizio critico anche dei piú pignoli (tra cui mi metto anche io!).

Spero di poter al piú presto regalare al mio Touch II un “fratellone”, ovvero un Touch Expert; sicuramente sará identico a quello che ho provato: titanio satinato, quadrante carbon fiber con numeri arabi che lo fanno assomigliare al tachimetro di un’auto sportiva, bracciale in titanio solido…insomma un concentrato di design, qualitá/tecnicitá id materiali e, soprattutto, eccellenti prestazioni…

Un saluto a tutti gli amici

MP per Limbiati Orologeria

Categoria: Tissot | 11 Commenti »

11 Commenti del Post “Tissot T-Touch Expert Titanium. E’ arrivato il Fratellone.”

  1. Luca Ha scritto questo commento il:
    20 marzo 2011 alle 11:49

    Salve, avrei bisogno di sapere se il senso di rotazione della lunetta del touch expert è antiorario oppure gira in entrambe le direzioni. Il mio ruota in entrambe le direzioni ma ho paura che sia stato forzato..

    Grazie
    Luca

  2. Luca Ha scritto questo commento il:
    21 marzo 2011 alle 21:24

    Grazie per la disponibilità!Ho chiesto perchè ultimamente la lunetta girevole presenta un gioco che la fa muovere e alzare al punto tale da poterci inserire l’unghia al di sotto, anche se resta comunque agganciata all’orologio..non credo sia normale..qualcuno ha riscontrato un simile problema?

    Grazie
    Luca

  3. emanuele Ha scritto questo commento il:
    10 maggio 2012 alle 23:14

    Salve, dopo la morte di mia nonna sono venuto in possesso di due orologi, un Glashütte da donna placcato color oro e porta una dicitura “17 rubis” e un numero “334659”
    mentre l’altro é un Vector TITANIUM da uomo.
    so solo che sono due marche ottime ma non ne conosco assolutamente il valore.
    Se possibile Vi chiedo come posso avere una valutazione di questi orologi.
    nell’attesa di una risposta porgo cordiali saluti

  4. leo Ha scritto questo commento il:
    7 giugno 2012 alle 18:37

    Pessimo orologio! 5 volte in assistenza, di cui 3 volte a garanzia scaduta, per la modica cifra di 180 EURO per volta!
    Il mio negoziante non vuol più sentir parlare di tissot in quanto ha avuto moltissime lamentele dalla clientela per questo orologio e per gli stessi problemi. E ci credo, 180 euro a botta ci compri un rolex!

    Mai più tissot.

  5. Enrico Cannoletta Ha scritto questo commento il:
    17 giugno 2012 alle 19:06

    Caro Leo,
    capisco il tuo scoramento.
    Devo dirti che Tissot e’ corsa ai ripari, lanciando le nuove versioni T-Touch II e Expert, che non danno alcun problema e sono molto performanti.
    Puoi far sostituire il tuo vecchio T-Touch recandoti da un concessionario il quale ti illustrerà le modalità.
    Ciao.

  6. Michele Ha scritto questo commento il:
    6 luglio 2012 alle 10:31

    Mai un tissot al momento della vendita nn ti dicone che per sostituire ala batteria nessuno è autorizzato. Tale infomazione non è riportata neanche sul manuale. Vai in assistenza e ogni volta ne scopri una nuova, adesso si è danneggiata una vite e bisogna cambiare la cassa con un esborso simile al nuovo

  7. gianluca Ha scritto questo commento il:
    9 agosto 2012 alle 07:16

    pessimo orologio
    pessima assistenza
    pessima serietà dell’azienda

    http://www.ilblogdegliorologi.com/tissot/tissot-t-touch-trekking/comment-page-2/#comment-10137

    http://www.ilmioorologiotissot.it/service/cambio-pila-tissot-t-touch-the-original/#comment-101

  8. Enrico Cannoletta Ha scritto questo commento il:
    19 agosto 2012 alle 12:10

    Cari Michele e Gianluca,
    mi dispiace per le vostre esperienze negative.
    Vorrei illustrarvi, per fare un poco di chiarezza, le attuali condizioni del Servizio Post-Vendita di Tissot T-Touch.
    Tissot ha invitato i suoi concessionari ufficiali a corsi di approfondimento per il Quick-Service sugli orologi della serie Touch.
    Con la partecipazione al corso, si apprendono tutte le corrette modalità per la sostituzione della batteria, e per quegli interventi veloci che possono evitare il 95% dei disagi agli utilizzatori.
    Purtroppo la partecipazione non è stata totale e di conseguenza molte zone del nostro Paese sono ora “scoperte”.
    A questo aggiungete la disinformazione diffusa su questi prodotti ad altissima tecnologia.
    Inoltre molti riparatori, credendo che la procedura di sostituzione della batteria sia banale, aprono i modelli touch, sostituiscono la batteria, ma nella maggior parte dei casi creano problemi che poi vengono erroneamente attribuiti alla qualità dell’orologio.
    Il mio consiglio è di chiedere direttamente in Tissot l’indirizzo di un Concessionario abilitato al Quick-Service vicino alla tua zona di residenza.
    Da parte mia, mi metto a vostra disposizione per cercare di risolvere i vostri problemi.
    Potete contattarmi direttamente al seguente indirizzo: enrico@cannoletta.it
    Salutissimi.

  9. Giuliano Ha scritto questo commento il:
    21 dicembre 2013 alle 04:05

    Ho anch’io acquistato il T-touch 1 e mandato a sostituire la btteria alla assistenza Tissot e anche a me è stata richiesta una non ben definita revisione che in pratica mi sarebbe costata circa 250 euro.
    Ma per la stessa cifra la magnanima Tissot mi avrebbe guarda caso sostituito l’orologio con la versione 2.
    In seguito ho saputo che la magnanimità era diffusa a molti atrettanto sfortunati clienti.
    Ho dovuto acettare ma è chiaro che SARA IL PRIMO E ULTIMO TISSOT.

  10. Miki Ha scritto questo commento il:
    31 luglio 2016 alle 22:26

    Salve ho comprato un t touch 2 acciaio usato..ho notato che la lunetta girevole ha un leggerissimo gioco in senso verticale ossia non è perfettamente aderente alla cassa…appunto volevo sapere se la cosa è normale o è un difetto

  11. gerardo Ha scritto questo commento il:
    20 luglio 2017 alle 06:41

    e strano che orologi del genere che costano poi per cambiare una batteria si rischia di rimetterci una somma per l’acquisto di un orologio per cambio e assurdo le pile di un orologio devono essere cambiate da chiunque che sia un orologiaio, poi chi spende una somma per potersi comprare un tanto sospirato tissot poi rischia che gli venga sostituito ma che stronzata e questa

Commenti