« | Home | »

SUUNTO AMBIT3 CONNECTED FAMILY.

Autore: Fabio Dell'Orto | 13 aprile 2015

SUUNTO AMBIT3 CONNECTED FAMILY. E’ TEMPO DI AGGIORNAMENTI…di Antonio D’Alessandro

Lo Scorso 24 Marzo, è stato reso ufficiale l’aggiornamento software 1.5 per tutta la famiglia Ambit3.

Si tratta di una implementazione funzionale di non poco conto.

Come ben sappiamo, la scelta del protocollo Bluetooth Smart unificato, sia per quanto concerne la gestione dei relativi Pods (cintura FC, sensori di velocità/cadenza, etc…), sia per la connessione al proprio smartphone, ha aperto la porta alla possibilità di gestire il dispositivo da polso completamente dal telefono stesso.

• Tra le varie aggiunte funzionali, infatti, salta all’occhio la possibilità di pianificare i propri allenamenti, in maniera davvero dettagliata, tramite dispositivo mobile (al momento solo IOS ma a brevissimo anche Android) e trasferirli in maniera immediata sul proprio Ambit3, che sia Peak, Sport o Run, ed avere una guida in tempo reale tramite il dispositivo stesso tramite segnali visivi e sonori.

FOTO1

Unica pecca, ancora, la mancanza di vibrazione che potrebbe essere utile per chi è abituato ad allenarsi ascoltando musica, o comunque sia in ambienti rumorosi, o in acqua.

• Altra implementazione riguarda la batteria. Si tratta di un miglioramento della durata davvero incredibile! Nel modello Peak, a seconda se l’opzione selezionata è Best, Good, Ok, l’autonomia è stata portata a 20,30,200 ore! (la metà per la serie Sport e Run)

Si tratta di un traguardo impensabile fino ad ora. Atleti di tipo Ultra avranno la possibilità di registrare praticamente ogni competizione agonistica fino anche alle più estreme tipo Tor des Geants o Ultra trail du Mont Blanc! Gare estreme di oltre 200km con durata fin anche a 5/6 giorni!

Ho testato personalmente la durata della batteria con impostazione su 1 secondo ed ho ottenuta una registrazione continua di ben 21 ore (precedentemente non si andava oltre le 15/16 ore). Prossimamente testerò l’impostazione su 1 minuto per verificarne la durata effettiva.

FOTO2

Sin dal debutto della prima serie Ambit, si aveva a disposizione una autonomia massima di 50 ore con fix di registrazione su 1 minuto.

Tre anni fa si trattava di una novità assoluta ma, mancava sempre la possibilità di poter registrare performance di cui sopra visto che 50 ore sono pari a “soli” 2 giorni di registrazione continua.

• Ci sono ora altre lingue disponibili sul dispositivo tra cui quelle asiatiche. Cinese, Giapponese, Coreano.

FOTO3

• Sincronizzazione automatica (a scelta) con il servizio Training Peaks per l’analisi dettagliata professionale dei propri Move, oltre a Strava già disponibile da tempo.

Foto4

• Possibilità di condivisione dei propri Movies (filmati realizzati tramite l’App Mobile) direttamente su YouTube o sui vari Social.

FOTO5

Chi scrive è al momento un software developer, pertanto stiamo in continua fase di test di ancor nuove funzionalità presto disponibile con il software 2.0.

Possiamo accennarne alcune tra cui:

• Comandi Vocali sull’ App Mobile con avvisi vari in tempo reale durante gli allenamenti
• Test di recupero avanzati
• Running performance
• Nuove lingue in Suunto Movescount App

A presto!

Grazie per la lettura

Categoria: Suunto | Nessun Commento »

Commenti