« | Home | »

PATEK PHILIPPE – Chronographe Rattrapante

Autore: Fabio Dell'Orto | 10 febbraio 2006

orologio Patek PhilippeConfermando il suo straordinario “istinto” per l’evoluzione tecnica e la complicazione, Patek Philippe ha realizzato il movimento cronografico sdoppiante, con smistamento mediante ruota a colonne, più piatto al mondo (spessore di soli 5,25 mm). II nuovo calibro CH R 27-525 PS è, tra l’altro, il primo meccanismo cronografico interamente concepito, sviluppato e prodotto negli atelier della Maison ginevrina. Montato su 27 rubini (inseriti su castoni in oro), con una frequenza di funzionamento di 21.600 alternanze/ora (bilanciere Gyromax con spirale Breguet), un’autonomia di 48 ore, il movimento reca il Punzone di Ginevra, indice di qualit elevatissima: sono previsti, non ostante la funzione aggiuntiva per la misurazione di tempi intermedi, solo due pulsanti (quello coassiale alla corona, per le funzioni classiche di awio, stop e rimessa a zero; quello al 1/2 per l’attivazione della lancetta sdoppiante) e i rotismi della cronografia presentano i profili dei denti revisionati per limitare ulteriormente gli attriti d’ingaggio. Inoltre, la ruota dei minuti cronografici non procede a scatti ogni 60 secondi, ma avanza con costanza, a motivo di un particolare dispositivo di rinvio, fino al raggiungimento di 60 unit . Questo cronografo bi-compax è realizzato su cassa Officier in platino (diamante incastonato tra le anse), il quadrante è smaltato e le lancette sono di tipo ‘ poires”.

Categoria: Orologi da polso | Nessun Commento »

Commenti