« | Home | »

I cronometri Omega messi alla prova dall’atletica

Autore: Fabio Dell'Orto | 21 giugno 2011

Tra le competizioni di atletica più popolari e gradite ci sono sicuramente le gare di atletica leggera. Ogni anno, i migliori atleti di tutto il mondo sfidano i record esistenti mettendo alla prova i cronometri OMEGA che hanno sempre accettato la sfida e sono sempre stati presenti ai vari appuntamenti. OMEGA si è costantemente impegnata nello sviluppo della tecnologia utilizzata per diffondere risultati incontestabili. OMEGA ha la responsabilità di cronometrare alcune tra le gare di atletica più importanti al mondo, in particolare i meeting della Diamond League, i Campionati Europei e, naturalmente, le Olimpiadi di Londra.

Vediamo di capire nel dettaglio come funzioni: alla partenza, i tempi di reazione degli atleti sono misurati con l’ausilio di blocchi di partenza montati su un binario scorrevole, sensibili alla spinta esercitata dalle gambe dei velocisti e collegati a un secondo blocco nel momento preciso in cui il concorrente esercita la prima spinta. Le informazioni sono registrate in tempo reale. Spetta allo starter richiamare gli atleti in caso di partenza anticipata.
Alla tecnologia è affidata una grossa responsabilità in queste circostanze ma entra poi in gioco anche il fattore fisiologico. Per percepire e interpretare il segnale di partenza, l’essere umano ha bisogno di un tempo di reazione di qualche frazione di secondo che differisce a seconda del carattere dell’atleta, del grado di preparazione e della concentrazione al momento del colpo di pistola.

I regolamenti dell’Associazione Internazionale delle Federazioni di Atletica Leggera fissano il tempo minimo di reazione a 100 millisecondi; al di sotto di questo limite, qualsiasi reazione è considerata prematura determinando la situazione di falsa partenza. Su ogni blocco di partenza è posizionato un altoparlante, in modo da far sentire gli ordini di partenza a tutti i concorrenti nello stesso preciso istante, indipendentemente dalla distanza dallo starter.
Che dire poi delle fotografie scattate sulla linea del traguardo? Con l’impiego di apparecchi per fotofinish OMEGA Scan’O’Vision sono tra le immagini sportive più celebri in assoluto!

Marco Parravicini, concessionario OMEGA Varese.

Categoria: Omega | Nessun Commento »

Commenti