« | Home | »

Morellato Nuovo Negozio a Milano

Autore: Fabio Dell'Orto | 28 novembre 2006

Morellato Nuovo Store In MilanoIl 25 novembre, dalle 17.00 alle 19.00 Sara Tommasi, finalista dell’Isola dei Famosi, nonché testimonial Morellato nella scorsa stagione, ha tenuto a battesimo il nuovo shop Morellato, in Corso Buenos Aires 18.

Situato nel cuore pulsante dello shopping milanese, questo nuovo store interpreta appieno a filosofia del Gruppo: un perfetto connubio fra ricerca estetica, moda e innovazione. Vetrine che esaltano la lucentezza dei preziosi di casa Morellato, video installazioni perfettamente integrate nell’architettura degli spazi, luci e colori accompagnano il consumatore alla scoperta dei singoli brand del gruppo.

L’emozionante viaggio alla scoperta dei pianeti dell’universo Morellato toccher , oltre ai gioielli e agli orologi Morellato, le innovative creazioni di Molecole, i gioielli da uomo e gli orologi No Limits di Sector, i gioielli glamour e trasgressivi Miss Sixty e, infine, gli orologi fashion Moschino Hours&Minutes e Roberto Cavalli timewear.

La scelta del Corso milanese, uno dei più grandi shopping mall a cielo aperto di tutta l’Europa, è significativa per il Gruppo padovano, la cui filosofia si sposa alla perfezione con Buenos Aires, nemica del lusso inavvicinabile e sostenitrice della “moda democratica?.

La creazione del mondo Daily Chic, un universo aspirazionale ma, al tempo stesso, aperto a tutti è
uno degli ingredienti del successo di Morellato, che ha affrontato con creativit la sfida di offrire stile, innovazione e qualit a costi accessibili, rendendo desiderabili oggetti preziosi, resi unici dal
valore della marca.

“Il successo delle nostre realizzazioni – commenta Massimo Carraro, Amministratore Delegato del
Gruppo Morellato – risiede nell’idea del prodotto e nel modo in cui lo comunichiamo. Il made in Italy
è di certo un valore, ma da solo non basta. Solo abbinandolo ai riferimenti del nostro mondo,
semplicit , portabilit e accessibilit – il nostro lusso accessibile – siamo riusciti a costruire la forza
della marca.?

Contact:
Barabino & Partners
Danila Sabella
d.sabella@barabino.it
Giovanni Vantaggi
g.vantaggi@barabino.it
Tel. 02/72.02.35.35
Padova, 23 novembre 2006

Categoria: Novita' | 3 Commenti »

3 Commenti del Post “Morellato Nuovo Negozio a Milano”

  1. hainz Ha scritto questo commento il:
    2 aprile 2008 alle 18:05

    Salve,

    trovo ridicolo quando l AD Carraro parla di made in Italy, quando la sua azienda o gruppo fa produrre molto ma molto di più della sua metà di prodotti in Cina dai cinesi, ma loro fanno il made in Italy? Non sapevo che i cinesi fossero italiani, chiedete a lui o meglio chiedete alle dogane quanta roba arriva tutti i giorni con destinazione morellato group……….

    Fate attenzione da quelli che dichiarano il made in italy, la ruota gira per tutti…

    Buona fortuna

  2. stefano Ha scritto questo commento il:
    16 aprile 2008 alle 10:15

    Salve anche a Lei che trova ridicolo l’AD Carraro, in quanto pare che importi dalla cina i prodotti…
    Vorrei puntualizzare che è anche grazie alla produzuione in CINA che gli imprenditori possono far crescere il loro brand Made in Italy ed esportarlo in tutto il Mondo.
    Se vi è qualità e design, perchè non apporfittare della situazione?
    Importo molto dalla cina anche io pe l’azienda per cui lavoro e Le assicuro che è molto facile mettere MADE IN ITALY anche se il prodotto è fatto in cina, perchè basta il confezionamento o poco più in Italia per poter apporre tale scritta.
    Ciò non stà a significare che io sia d’accordo, ma forse, quando un politico che ha avuto molto successo a queste elezioni ( e non mi riferisco a S…)aveva detto nel 94 dobbiamo metter un dazio di importazione minimo al 9% fisso, ora non arriverebbero dall’asia l’80% delle produzioni europee…DATI DEL SOLE 24 Ore!

    In sostanza, non voglio prendere una parte precisa, non do ne torto ne ragione, ma mi ripeto, è anche grazie alla produzuione Asiatica che gli imprenditori possono far crescere il loro brand Made in Italy ed exportarlo in tutto il Mondo, facendo crescere di conseguenza il PIL Italiano….
    Questa è imprenditoria.

    Buon lavoro a tutti
    Stefano B.

  3. Santo Ha scritto questo commento il:
    30 settembre 2009 alle 18:21

    Sapete sono tornato dalla cina , produco degli orologini li , e in parecchi fornitori ho visto un sacco di casse di orologi svizzeri , non faccio i nomi ma orologi dai 5000 euro in su , in fabbriche di altissima qualità , ma cinesi !ora come fanno a scriverci poi swiss made? di svizzero c’era il direttore fabbrica , si quello era svizzero !

Commenti