« | Home | »

La garanzia degli orologi

Autore: admin | 1 aprile 2008

Succede a volte di avere necessità di un intervento in garanzia per un orologio acquistato da poco; l’oggetto può presentare un difetto di fabbricazione, ed è proprio in queste occasioni che ne pretendiamo la riparazione, la sostituzione o la restituzione con il rimborso di quanto pagato.

Nel momento dell’acquisto è importante avere le idee chiare sia per i doveri che per i diritti che ci spettano. Si deve sapere che chi vende prodotti di consumo è obbligato a fornire una garanzia di due anni ed è il vero responsabile dell’oggetto venduto.

In pratica il documento che viene rilasciato con l’acquisto non è altro che un’obbligazione per mezzo della quale il compratore, al presentarsi di difetti, ha diritto alla riparazione o alla sostituzione gratuita, salvo che il rimedio richiesto sia eccessivamente oneroso.

Se la riparazione fosse più costosa dell’orologio, il venditore è tenuto alla sostituzione con un modello identico o restituire la cifra pagata.

L’acquirente ha tempo due mesi dalla scoperta del difetto per denunciarlo e questo non è necessario se il venditore ne riconosce il vizio; il tutto va formalizzato attraverso una raccomandata, e l’azione giudiziaria che ne consegue ha una durata di ventisei mesi dalla consegna del bene.

E’ importante sapere che la copertura della garanzia comprende i difetti di conformità ed il suo buon funzionamento; non sono considerati i danni dovuti ad usura ed ad uso improprio dell’orologio causati alla cassa, al vetro ed al cinturino.Non sono coperti quelli provocati da entrata di acqua per modelli non impermeabili.

Di norma il venditore dovrà preoccuparsi di far svolgere le necessarie riparazioni presso un centro autorizzato. L’intervento eseguito al di fuori dei canali ufficiali può causare l’invalidamento della garanzia stessa.

Nei casi di vendita “ a distanza” ,come ad esempio un acquisto on-line, il consumatore a diritto di recedere dall’acquisto senza specificare il motivo e senza applicazione di penalità, entro dieci giorni lavorativi decorrenti dalla consegna del bene. L’acquirente dovrà esercitare il proprio diritto mediante una raccomandata con avviso di ricevimento indirizzata al venditore, sostenendo le sole spese dirette di restituzione prodotto.

Qualora si fosse di fronte ad un acquisto di orologi usati o antichi di notevole valore è consigliabile stipulare un documento convenzionale meglio se accompagnato da una perizia tecnica.

Si consiglia di prestare la dovuta attenzione al momento dell’acquisto,dedicando il tempo necessario alla lettura delle condizioni di garanzia, al fine di conoscere non solo i doveri ma i diritti che ci appartengono.

Be Sociable, Share!

Categoria: Notizie | 60 Commenti »

60 Commenti del Post “La garanzia degli orologi”

  1. alessandro Ha scritto questo commento il:
    9 febbraio 2009 alle 18:26

    salve , trovo molto interessante l^argomento…visto che solo di recente ho avuto grossi problemi con la ditta Fossil.
    in pratica l^orologio acquistato non segna il tempo con regolarita.
    ora la situazione e’ questa…dopo averlo gia’ fatto riparare dal centro assistenza autorizzato (senza peraltro aver ricevuto nessun attestato) ora mi ritrovo ad avere ancora lo stesso problema e per giunta la garanzia si esaurira’ a maggio!
    cosa devo fare?….anche considerando che il negoziante che me lo ha venduto non ne vuole sapere ne di risarcirmi ne di responsabilita’ in quanto lui dice di non poterne nulla!!
    grazie

  2. roberto Ha scritto questo commento il:
    28 giugno 2009 alle 22:29

    salve a tutti volevo sapere o acquistato un orologio di un marchio abbastanza famoso , e dal momento dell’acquisto sono passati 4 giorni e si e rotto un pezzo all’interno , si e scollato un numero , volevo chiedere visto che sono andato entro i sette giorni dall’acquisto non dovrebbe avvenire l’immediata sostituzione ??

  3. admin Ha scritto questo commento il:
    29 giugno 2009 alle 07:53

    @Roberto
    Si in teoria dovrebbe essere come hai scritto.

  4. luke Ha scritto questo commento il:
    3 luglio 2009 alle 09:17

    3 mesi fa circa ho acquistato un orologio abbastanza costoso (sui 400€).dopo 4 giorni ho scoperto che le lancette si muovevano in modo non regolare.3 giorni dopo sono andato al negozio,l ho consegnato al venditore che mi ha detto che dopo due settimane sarebbe stato pronto.ma dopo tre mesi ancora niente.posso fare qualcosa?e se di cosa e contro chi?

  5. giuseppina santoru Ha scritto questo commento il:
    11 agosto 2009 alle 14:42

    il 9 agosto 2009 hanno regalato un orologio a mia figlia acquistato il 18 luglio.a casa ci siamo accorti che non funzionava.non lo ha mai indossato.oggi sono andata a sostituire la batteria e l’orologiaio mi ha consigliato di rivolgermi al negoziante perche’ potrebbe trattarsi di qualche problema.nel caso fosse un difetto di fabbrica e visto che non e’ stato mai usato, posso pretendere la sostituzione senza informare il donatore che e’ una persona anziana.

  6. LimbiatiOrologeria.it Ha scritto questo commento il:
    14 agosto 2009 alle 15:12

    Premetto che mi accingo a dare una risposta ai differenti commenti di questo post con la stessa attenzione
    di un giocatore di shangai (le norme che tutelano il consumatore sono diverse ma da me non tutte note)
    facendo quindi gioco per lo più sulla personale esperienza di venditore.

    Ammetto che le Casi Madri tendono per lo più ad un intervento sul prodotto
    piuttosto che ad una sostituzione dello stesso (anche se nuovo)
    tramite il Centro di Assistenza preposto e abituale riferimento Concessionario del marchio.

    A differenza di quello che accade con gli apparecchi ed apparati elettronici
    nel caso di un malfunzionamento del prodotto bisogna rivolgersi ad un Concessionario del marchio (e non al Centro Assistenza)
    anche semplicemente muniti del regolare tagliando di garanzia convalidato, compilato in ogni sua parte
    e recante il timbro del venditore (non serve alcuna documentazione fiscale).

    Ancor meglio se dal Rivenditore che ne ha venduto il prodotto !

    Infatti pur che la Rete di Concessionari di uno stesso marchio costituisca una mappa capillare ai quali è
    possibile chiedere una assistenza (anche se il prodotto non sia stato acquistato dalle stesso)
    purtroppo è possibile riscontrare (anche se contro ogni codice deontologico mai scritto) poca disponibilità da parte di quest’ultimo.

    Atteggiamento di certo non corretto visto che questa può essere l’occasione per porre in luce la propria professionalità.

    E’ anche per questa ragione che, chi vende il prodotto on-line (quindi a distanza),è pronto anche alla gestione del ritiro
    (tramite gli stessi Vettori con cui è avvenuta la consegna) del prodotto non funzionante anche quando quest’ultimo non è in garanzia.

    Il compito del Concessionario, nella gestione di una assistenza, conta su diverse fasi : ritirare il prodotto annotando il difetto di malfunzionamento,
    preparare la documentazione fiscale che accompagni il prodotto per l’invio al Centro Assistenza, recarsi al Centro stesso per la consegna ed il successivo ritiro
    per poi riconsegnare il prodotto al Cliente.

    Di solito la riconsegna è accompagnata da un tagliando rilasciato dal Centro di Assistenza che sostituisce (o affianca) il tagliando di garanzia:
    su questo viene specificato il tipo di intervento e la decorrenza della garanzia.

    Questo abitualmente avviene nell’arco di 15/20gg contanto che i Concessionari (quello che abitualmente gestiscono numerosi contatti)
    fanno visita con cadenza settimanale ai diversi Centri Assistenza.

    Possono comunque registrasi tempi superiori a quelli dettati anche se ragionevolmente il Centro Assistenza dovrebbe motivare questi ritardi.

    Sta poi nella professionalità del Concessionario, di fronte a interminabili tempi di attesa per l’intervento su un prodotto appena acquistato,
    interpellare la Casa Madre, tramite l’agente di zona, per giungere ad una insolità sostituzione del prodotto con uno nuovo appellandosi e confidando
    sul buon senso di tutti.

    Sono pochi i marchi (forse solo Citizen tra quelli più conosciuti) che gestiscono una Rete di Assistenza (reperibile anche on-line)
    ove anche il Privato può rivolgersi esonerando il Concessionario di questo compito.

    La maggior parte invece dei Centri Assistenza preferisce gestire il rapporto con il Concessionario :
    alcune Casa comunque rendono noto l’elenco di questi Centri rendendo quindi possibile un contatto telefonico per ottenere ulteriori info.

    Comunque è compito del titolare dell’orologio (esentando chi la regalato) di rivolgersi per ottenere e richiedere assistenza al prodotto.

  7. TERESA Ha scritto questo commento il:
    17 settembre 2009 alle 09:48

    Salve, l’anno scorso mi è stato regalato un orologio della guess. dopo qualche settimana che lo usavo si è sfilata una maglia del cinturino in acciaio….così l’ho portato per la riparazione nel negozio dove è stato acquistato. dopo mesi l’orologio non era ancora pronto….alchè ho preteso la sostituzione con un altro orologio sempre della guess ma di pari valore e così è stato fatto. il nuovo orologio presenta un evidente difetto difetto al cinturino …..la fibia che dovrebbe bloccare il cinturino si sgancia. posso chiedere un’altra sostituzione con un’altro orologio? (considerando che l’ho gia portato 2 volte in riparazione e mi continuano a dire che l’orologio è a posto così!!!!)

  8. valentina Ha scritto questo commento il:
    25 settembre 2009 alle 21:28

    salve qualche mese fa mi e’ stato regalato un’orologio di calvin klein, qualche settimana dopo mi si e’ sfilata la maglia del cinturino, in negozio mia hanno risposto che il cinturino non rientra nella garanzia… come e’ possibile? non l’ho rotto io!?!

  9. Marco Rolla Ha scritto questo commento il:
    1 marzo 2010 alle 18:41

    Salve a tutti, mi permetto di rispondere alle vostre richieste… lo faccio da commerciante quale sono.

    Per Alessandro:
    Vai da un altro negoziante, sempre concessionario FOSSIL, sarà ben felice di risolvere il problema e portare via un cliente alla “concorrenza”. Cmq sono tenuti a darti assistenza.

    Per Roberto:
    Il diritto di recesso è richiedibile solo per gli acquisti a distanza (su catalogo o on-line), puoi però tranquillamente usare la garanzia. Ovviamente non aspettarti la sostituzione solo per un numero scollato… ti verrà riparato, tanto è una stupidaggine.

    Per Luke:
    In teoria non esistono tempi precisi, si parla di tempi ragionevoli, ma sta al commerciante insistere con la casa madre.

    Per Giuseppina Santoru:
    Hai commesso l’errore più comune… portandolo dall’orologiaio, hai rischiato di perdere la garanzia. Tieni presente che spesso gli orologiai segnano all’interno della cassa, la data di quando è stato aperto e per che cosa. Prima di chiedere la sostituzione chiedi la riparazione, potrebbe anche essere una cosa da poco… gli orologi sono macchine funzionanti 24 ore al giorno.

    Per Teresa e Valentina:
    Guess, DKNY, Armani, D&G, ecc… sono orologi qualitativamente molto bassi. Paghi per l’80% il marchio a dispetto della qualità. Cmq il cinturino rientra nella garanzia se il difetto non è imputabile a voi o alla normale usura. Nel vostro caso non serve cambiare il cinturino, ma solo la maglia, la chiusura o il perno difettoso…tenete però presente che le case sono lentissime a fornire le maglie dei cinturini, in particolare queste “firme” che commercializzano prodotti di basso livello. Nel vs caso la garanzia rientra, salvo che non abbiate di Vs. iniziativa cercato di ridurre la misura del cinturino… Cmq tenete presente che se potreste aver causato voi il danno, la garanzia non vale. Personalmente vi dico che io ve lo farei riparare senza problemi, anche perchè la professionalità si vede anche da queste cose.

    Per Tutti:
    Andate a comprare nei negozi che hanno una storia e che ci sono da tempo, hanno sicuramente un miglior rapporto con le aziende e soprattutto non sono orologiai o gioiellieri improvvisati.

    Per Admin:
    Ho avuto un problema con una ditta, mi serve sapere da dove avete preso questa frase ” il venditore è tenuto alla sostituzione con un modello identico”. Mi serve sapere se esiste una legge per la quale il modello deve essere identico e non un altro di pari importo. Io sostengo che il modello deve essere lo stesso, ma la ditta sostiene di no.
    Mi fareste una grande cortesia, grazie.

  10. carmine Ha scritto questo commento il:
    14 marzo 2010 alle 18:15

    ho un orologio marca citizen automatic, color oro giallo continturino in metallo color oro giallo risalendo agli anni –fine ’70 in ottimo stato d’uso e leggermente consumato nel cinturino.ha qualche valore ?

  11. Enrico Cannoletta Ha scritto questo commento il:
    14 marzo 2010 alle 21:13

    Ciao carmine,
    i dati forniti sono veramente esigui, ed è sempre un rischio azzardare valutazioni senza vedere almeno una foto dell’orologio.
    Ciò nonostante, mi pare poter affermare che l’orologio da te descritto non faccia parte, sia per periodo di produzione che per natura, di una collezione che possa essere ambita dai collezionisti.
    Resta comunque un oggetto rientrante nella categoria vintage che tanto è trendy in questo momento, e che quindi, al di là del valore, che non è significativo, può essere indossato con orgoglio.

  12. Simona Ha scritto questo commento il:
    20 marzo 2010 alle 14:09

    Buongiorno,
    ho axquistato un orologio sector nel mese di dicembre 2009 da un venditore on line che mi ha rilasciato regolare tesserino di garanzia internazionale.
    A soli tre mesi il cinturino in pelle si è scollato completamente.
    Il venditore mi dice di andare in un centro assistenza autorizzato, il quale mi rimanda al venditore che mi dice a sua volta di non poter far nulla perchè comunque il cinturino non è in garanzia. Ho provato a contattare la sector ma anche da lì nessuna risposta.
    Ma come stanno le cose? E’ possibile che dopo tre soli mesi si possa parlare di usura? Come devo comportarmi ora?
    Grazie

  13. Veronica Ha scritto questo commento il:
    24 giugno 2010 alle 14:47

    Salve avrei bisogno del vostro aiuto,ho acquistato un orologio guess in aprile 2009,quindi ha ancora un anno di garanzia,e mi sono resa conto che sotto il vetro, sta arrugginendo il quadrante,il negoziante mi ha detto che la guess tiene conto della garanzia solo per danni meccanici e che se voglio sostituire il vetro devo farlo a mie spese.ma come è possibile non è un danno da me causato ma un difetto di fabbricazione.come posso fare?grazie

  14. admin Ha scritto questo commento il:
    24 giugno 2010 alle 14:57

    @veronica

    Anche se per un semplice orologio forse non ne vale la pena, potresti chiedere aiuto all’associazione dei consumatori.

  15. Veronica Ha scritto questo commento il:
    25 giugno 2010 alle 08:50

    e come si può fare?a questo punto volevo porle un’altra domanda,non è possibile contattare direttamente la guess? e un’altra cosa,ma se vado in un’altra gioielleria non possono farci niente vero?!devo andare per forza dove l’ho comprato?

  16. Enrico Cannoletta Ha scritto questo commento il:
    25 giugno 2010 alle 09:44

    ciao veronica.
    Purtroppo alcune case non riconoscono la garanzia su aspetti estetici.
    Personalmente ho minacciato di abbandonare la concessione di una marca (tra l’altro ben conosciuta), proprio per il dinniego dato alla sostituzione di un orologio il cui quadrante presentava gli stessi identici problemi che hai descritto, e questa è stata l’unica rivalsa che potuto intraprendere.
    Il solo tuo alleato potrebbe essere il concessionario, in quanto è suo interesse accontentare il cliente.
    Spesso però il concessionario risulta impotente dinnanzi all’intransigenza del distributore.
    In teoria tutti i concessionari, anche quelli da cui NON hai acquistato l’orologio, possono fare da tramite con la casa.
    Salutoni.

  17. Hrank De lane Ha scritto questo commento il:
    14 agosto 2010 alle 06:34

    Cambiata batteria ad uno Spazio24 Subacqueo in gioielleria non rivenditore dello stesso in Milano, 25Euro “perchè se è subacqueo bisona fare anche la PROVA” quaranta minuti dopo in piscina s’è riempito mezzo quadrante d’acqua-orologio fermo. Che diritto ho nei confronti dell’orologiaio?

  18. Enrico Cannoletta Ha scritto questo commento il:
    14 agosto 2010 alle 15:32

    Ciao Hrank De Iane.
    A mio giudizio, l’orologiaio dovrebbe rimediare in quanto ti ha prestato un servizio specifico dietro compenso, che si è immediatamente dimostrato non adeguato.
    Sempre secondo la mia opinione, puoi chiedere il ripristino delle condizioni dell’orologio allo stato precedente l’intervento, e laddove non fosse possibile, il rimborso del bene danneggiato tenendo conto dello stato in cui era quando glielo hai affidato.
    Verifica o comunque fai verificare se inavvertitamente tu fossi entrato in acqua con la corona estratta: in quel caso l’orologiaio non avrebbe colpe.
    Salutissimi.

  19. Fabrizio Ha scritto questo commento il:
    22 novembre 2010 alle 09:54

    Buongiorno, mi è stato regalato per il mio compleanno ad aprile un orologio molto costoso tag heuer, dopo circa un mese si è fermato lo portato da un gioielliere concessionario il quale me lo ha restituito dopo circa un mese, circa verso luglio l’orologio si blocca nuovamente ed al momento della ricarica le lancette dell’ora e dei minuti sono completamente andate vanno ognuna per proprio conto, lo riporto al concessionario il quale si impegan personalmente a seguire il percorso di ripaazione. La Tag Heuer gli risponde che l’orologio ha subito un urto (fatto non successo), l’intervento non sarà in garanzia ed avrà un costo di €150,00. Dopo circa un mese Il proprietario del concessionario mi restituisce l’orologio dicendo che gli è stata sostituita addirittura la cassa, si cusa comunque per gli inconvenieneti e molto carinamente si fa carico delle spese di riparazione non passatemi in garanzia. Oggi dopo tre settimane l’orologio, senza subire nuovamente alcun colpo, effrazione etc. praticamente si ferma difatti la ancetta dei minuti è ferma. Sono seriamente preoccupato, l’orologio per me ha un valore sia economico che affettivo. Vorrei pretendere la sostituzione dell’orologio, ma temo che la tag heuer si rifiuti. Cosa mi potete consigliare? Grazie

  20. Enrico Cannoletta Ha scritto questo commento il:
    22 novembre 2010 alle 10:46

    Ciao fabrizio.
    Cliccando sul mio nome in apertura di commento potrai avere le indicazioni per metterti in contatto con me. Comunicami tutti i dati del tuo orologio e della riparazione e vediamo cosa si può riuscire a fare.
    Salutoni.

  21. olindo Ha scritto questo commento il:
    9 marzo 2011 alle 13:47

    Ciao, sto acquistando un orologio della citizen(acqualand jp2000 -08e) su ebay ma ho dei dubbi sulla garanzia.
    Cioè, la garanzia è quella internazionale di un anno, più quella del venditore di due anni.
    Ora il mio dubbio è questo:
    se devo portare l’orologio in assistenza,per evitare di spedirlo al venditore per i costi di spedizione a carico dell’acquirente, posso utilizzare la garanzia,sia quella internazionale che quella convenzionale di due anni, presso un qualsiasi centro assistenza in Italia?magari presso qualcuno nella mia città??grazie mille e saluti

  22. Marco Ha scritto questo commento il:
    23 agosto 2011 alle 21:45

    Ciao, in data 13 marzo 2011 ho acquistato un orologio Sector URBAN 175 presso un punto vendita della mia città.
    Dopo circa 20 giorni, ho notato che il vetro dell’orologio si appannava all’interno, creando delle vere e proprie goccioline d’acqua. Il tutto è documentato con foto.
    Mi reco presso il punto vendita, descrivo il problema e lascio l’orologio per l’assistenza in garanzia. Dopo 50 giorni, l’orologio è finalmente pronto. Ritiro e vado via.
    Non passa nemmeno una settimana ed il problema si ripresenta.
    Torno al punto vendita e questa volta chiedo in sostituzione un prodotto nuovo, poiché a mio parere, l’orologio è palesemente difettoso.
    Il personale del punto vendita, non potendo prendere decisioni a riguardo, rimanda il tutto ai giorni successivi.
    Qualche giorno dopo, vengo contattato telefonicamente dal personale del punto vendita e mi viene detto che l’orologio doveva essere visionato in ogni caso dal Centro Assistenza, ma che questa volta, i tempi sarebbero stati ristretti.
    Il 20 luglio, mi contatta la Sector, mi conferma la difettosità dell’orologio e mi comunica che avrei avuto AL PIU’ PRESTO un orologio nuovo. Ad oggi, dell’orologio, nemmeno l’ombra…
    Mi sarei aspettato un trattamento migliore da una marca come la Sector Morellato.
    Marco

  23. marco Ha scritto questo commento il:
    24 agosto 2011 alle 09:46

    Caro Marco,
    l’iter seguito dal Punto Vendita è certamente corretto. Ti suggurisco di fare le corrette e giustificate pressioni direttamente alla Casa Madre (info@morellato.com – 049 9323777).

    Tienici aggiornato!

  24. ele Ha scritto questo commento il:
    2 settembre 2011 alle 21:01

    scuasate,ma fossil è una buona marca di orologi?perchè costa meno di un guess o breil o di un dolce e gabbana?

  25. Simone Ha scritto questo commento il:
    7 settembre 2011 alle 12:12

    Salve a tutti; la mia fidanzata mi ha regalato il 15/10/2010 un breil tribe e dopo soltanto 9 mesi ha smesso di funzionare, è tutto fermo! immagino sia la batteria fatto sta che non mi ritrovo la garanzia! se vado con la mia ragazza nello stesso negozio dove è stato acquistato mi sostituiscono la batteria gratuitamente o la devo pagare io?!

  26. marco Ha scritto questo commento il:
    7 settembre 2011 alle 19:25

    Caro Simone,
    le condizioni dettate dalla garanzia non includono la Batteria.

    Buona l’intenzione di recarsi nello stesso negozio dove è stato acquistato per la sostituzione; non sorprendiamoci se poi il cambio ci viene addebitato anche se suggerisco di fare presente che l’acquisto è recente.

    Ci si auspica sempre un buon senso…

  27. Marco Ha scritto questo commento il:
    15 settembre 2011 alle 17:50

    alla fine l’orologio nuovo è arrivato.
    ho dovuto fare qualche pressione, quasi da passare antipatico, ma dopo 3 mesi mi sembrava il minimo…
    spero non si ripeta più!

  28. Gianni Ha scritto questo commento il:
    21 settembre 2011 alle 12:46

    Salve giorno 16/09/2011 pomeriggio ho acquistato un breil tribe per mia moglie in una gioielleria di zona, dopo averlo portato a casa e conservato nella giornata di domenica 18/09/2011 mia moglie lo ha indossato e non avendo la lancetta che segna i secondi si è accorta del non funzionamento dopo qualche ora, pertanto nella giornata successiva il 19/09/2011 mi sono recato nuovamente nella stessa gioielleria a lamentare il non funzionamento, inizialmente non volevano sostituire la batteria a spese loro poi convintisi della loro responsabilità mi hanno sostituito la batteria senza pagare e sono ritornato a casa, il giorno dopo cioè ieri l’orologio si è fermato nuovamente, adesso vi chiedo consiglio su cosa devo fare considerato anche che l’orologio lo ho da appena 5 giorni ed è la seconda volta che si ferma.
    Cordiali saluti.

  29. Marco Ha scritto questo commento il:
    24 settembre 2011 alle 16:59

    Caro Gianni,
    il minimo (è poi un Tuo diritto) che Ti dovresti aspettare è che il Collega Ti assista l’Orologio in Garanzia.

    Ti suggerisco, ma sono certo che lo hai gia fatto, di ritornare sui Tuoi passi.

    Facci sapere…

  30. Gianni Ha scritto questo commento il:
    26 settembre 2011 alle 20:21

    Caro Marco, ti ringrazio per la tua risposta e ti aggiorno della situazione.
    Mi sono recato nella gioielleria e il proprietario ha constatato che l’orologio non funziona, alchè mi ha detto che è disponibile a riprenderlo indietro e cambiarmelo con un altro modello presente in loco, il problema è che quello acquistato era l’unico di una striminzita collezione presente in gioielleria che ci piaceva.
    Ho chiesto del tempo per decidere, dicendo che sarei tornato dopo qualche giorno.
    Adesso vorrei sapere da te, posso richiedere i miei soldi indietro? oppure se non è possibile, posso chiedere di cambiare tipo di merce? magari prendo un oggetto in oro di valore pari o superiore a quello dell’orologio.
    La legge mi permette di poter chiedere ciò o rischio di fare una richiesta illegale?
    Grazie ancora per la tue gentilissime e cortesi risposte.

  31. Damiano Ha scritto questo commento il:
    1 ottobre 2011 alle 19:40

    Salve a tutti, al mio orologio (da 400 euro) si è sfilata la corona, quella a fianco per cambiare l’ora. In negozio mi Hanno chiesto 55 euro per la riparazione, ma dopo 4 mesi l’orologio è tornato due volte con il componente guasto apposto, ma adesso a non funzionare e direttamente l’orologio. Il problema è che quando l’ho portato, corona a parte, andava perfettamente. Adesso l’ hanno ancora per la terza volta…… se non andasse piu hanno detto che non dovro pagare l’intervento, ma il problema è che mi hanno rotto l’orogio, cosa posso fare?

  32. marco Ha scritto questo commento il:
    5 ottobre 2011 alle 19:33

    Caro Gianni,
    la soluzione migliore rimaneva comunque l’invio del prodotto al Centro Assistenza di riferimento (a cura del Rivenditore) anche siamo i primi a comprendere che è un peccato dover rimanere subito senza di un prodotto da poco acquistato.

    A questo punto Ti suggerirei di optare per una scelta alternativa auspicando che il valore dell’acquisto venga riconosciuto per intero.

  33. maria chiara Ha scritto questo commento il:
    22 ottobre 2011 alle 21:13

    non trovo più la garanzia del mio orologio come posso fare?

  34. admin Ha scritto questo commento il:
    23 ottobre 2011 alle 09:45

    @maria chiara
    Davvero poco credo…

  35. Sisram Ha scritto questo commento il:
    27 ottobre 2011 alle 17:51

    A mio avviso la soc. Morellato/Sector è un’azienda per niente seria. Il 07/10/2011 acquistavo con un pò di sconto un orologio Sector di un certo valore (prezzo di listino 970 euro) da un venditore professionale ebay. Il giorno 13 ottobre ricevevo, mediante corriere espresso, l’orologio integro, nella sua confezione originale, completo della card garanzia, manuale d’istruzione e ricevuta fiscale. Dopo appena due settimane, nonostante l’avessi indossato poche volte e con cura, il cinturino in pelle di alligatore, all’attacco cassa (ore 6), ha iniziato a screpolarsi, rilasciando piccoli pezzetti di pelle. Informavo subito il venditore, che mi forniva il numero del centro di assistenza a me più vicino (Napoli). Il responsabile del cda riferiva che la garanzia non è estesa al cinturino e che la sostituzione era a mie spese per euro 238,00 + montaggio. Contattavo telefonicamente e a mezzo e-mail la Morellato, trasmettendo foto dettagliate e mi veniva confermato quanto specificato dal cda. Mi sono consultato col mio orologiaio di fiducia, il quale sostiene che il cinturino è difettoso di fabbrica e che la screpolatura, considerato il punto in cui si è verificata, non è per niente normale nelle prime settimane di utilizzo, pur volendo essere poco attenti. Cordiali saluti.

  36. marco Ha scritto questo commento il:
    27 ottobre 2011 alle 18:13

    Caro Sisram,
    Ti confermo che era ben difficile, di default, ottenere una risposta diversa dalla Casa Madre
    in quanto le condizioni della garanzia non coprono parti come il cinturino.

    In questo caso, per andare oltre e “sposare” una logica che vada incontro a corrette e giustificate ragioni del Consumatore, il Venditore dovrebbe aprire una trattativa con la Casa Madre attraverso l’Agente di Vendita.

    Quindi nel Tuo caso il Venditore, purche sia E-Bay Professional, dovrebbe farsi sensibile alla Tua causa!

  37. fausta Ha scritto questo commento il:
    27 gennaio 2012 alle 22:27

    ho un problema con un orologio d&g
    l’ho comprato in vacanza in calabria e abito nel lazio.
    i 2 anni di garanzia ancora non sono passati ma non riesco a trovare un recapito telefonico/mail della casa d&g

  38. cla Ha scritto questo commento il:
    8 febbraio 2012 alle 11:07

    Salve a tutti. Ho acquistato qualche mese faun automatico longines, dopo poco tempo il pulsante laterale centrale per regolare data/ora è saltato via e non l’ho piu ritrovato. Dopo essermi recata dal rivenditore autorizzato per invocare la garanzia mi è stato riferito che questa non copre danni del genere, la sostituzione del pesso costa circa 150 euro (eseguita dal rivenditore), sempre che la casa madre non ritenga opportuno fare una revisione dell’orologio con spese a mio carico (a detta del rivenditore, onerosissima…è mai possibile una cosa del genere? Cosa ci sta a fare la garanzia allora?

  39. Enrico Cannoletta Ha scritto questo commento il:
    11 febbraio 2012 alle 03:08

    Buonasera cla e benvenuto sul BlogdeliOrologi.
    La corona e l’albero di carica, non sono coperti da garanzia in quanto considerati parti che denuncerebbero un’imperfezione immediatamente.
    In effetti se fossero difettosi non potrebbero restare inseriti al loro posto neppure per un secondo.
    Questa e’ la regola generale, occorre infatti giudicare di caso in caso.
    Sta al concessionario valutare e spiegare in tutta onesta’ la situazione.
    Salutissimi

  40. valentina Ha scritto questo commento il:
    17 febbraio 2012 alle 21:54

    Salve,potreste aiutarmi???
    ad aprile mio marito mi ha regalato un breil costato 300 euro,a settembre ha smesso di funzionare..pensando si trattasse della batteria,l ho riportato al negoziante dove lo ha acquistato,il quale dopo 3 mesi me lo ha restituito ancora non funzionante,quindi lo rimanda in assistenza!oggi dopo altri 3 mesi mi comunica che il danno non rientra tra quelli sotto garanzia e che me la devo sbrigare col numero cliente..secondo voi che posso fare??io ho usato pochissime volte l’orologio e consegnato al negoziante in perfette condizioni,semplicemente fermo!!

  41. Ivano Ha scritto questo commento il:
    29 marzo 2012 alle 15:19

    Salve, chiedo un vostro consiglio su una faccenda alquanto ingarbugliata: a giugno del 2011 acquisto un orologio cronografo casio presso un rivenditore della mia città.A novembre mio figlio di allora due anni giocandoci rompe il vetro. Ovviamente vado dal rivenditore x chiedere la riparazione sapendo fin da subito che non sarebbe rientrata in garanzia. Il rivenditore dice che siamo a dicembre e che se ne riparla a gennaio 2012. A gennaio rivado e scopre che questo rivenditore ha cessato l’attività. Vado quindi in un centro commerciale da un altro rivenditore anche casio e l’11 gennaio gli consegno l’orologio. Pattuisco una somma di 45€ tra vetro e impermeabilizzazione, avvisandomi che il tempo di attesa sarebbe stato di una decina-quindicina di giorni max.A fine mese vado l’orologio non era ancora pronto (l’avevano spedito in un centro casio)mi dicevano.A metà febbraio vengo chiamato dal rivenditore e vado a prendere l’orologio ma, con amara sorpresa, un tasto non funzionava.Mi altero, ma paziente, aspetto che rispediscano l’orologio indietro. Dopo circa un mese (ssiamo a metà marzo) mi richiama lo stesso rivenditore e gli faccio notare che nuovamente lo stesso tasto non funziona.Incavolato nero vengo di nuovo rassicurato dal fatto che sarà lo stesso orologiaio del rivenditore a portarlo di nuovo al centro riparazione e così, ad oggi, sono rimasto senza il mio bene. L’orologio è arrivato, ora funziona, ma io mi sono rifiutato intanto di pagare quella somma(45€) perché mi sono sentito preso in giro.Il negoziante è in attesa che vada a riprenderlo. Cosa posso fare?
    Grazie fin d’ora per la vostra pazienza e confido in una vostra risposta.
    Saluti. Ivano.

  42. rosa Ha scritto questo commento il:
    17 luglio 2012 alle 17:09

    Salve, stamattina ho acquistato un orologio Calvin Klein presso un’ orologeria di Napoli. Ho deciso di cambiarlo e mi hanno detto che se lo cambio con un orologio di marca diversa dalla spesa complessiva di oggi ovvero 145 euro verranno detratti 25 euro perchè stamattina hanno timbrato la garanzia Calvin Klein. Se compro un articolo della stessa marca la cosa non succede. e’ vero che accade questo per la garanzia o mi vogliono ingannare?
    aspetto impaziente una risposta dato anche il fatto che domani andrò a cambiare l’ orologio.
    Grazie in anticipo
    Saluti. Rosa

  43. Diego Ha scritto questo commento il:
    28 settembre 2012 alle 18:08

    Ciao buona sera,anche io ho avuto dei problemi con la Sector in quanto nell’utilizzare un orologio comprato da poco, mentre giravo la corona x cambiare la data si e’staccata.
    ho portato l’orologio dal rivenditore che dopo 4 mesi mi ha richiamato x il ritiro dicendomi che il problema era il pistone che essendosi staccato all’interno dell’orologio ha fatto si che anche la corona si staccasse e mi ha chiesto un totale di 40€ xche’nn passavano in garanzia nn essendo delle parti protette da questa..
    volevo chiedere leggendo sopra i vari commenti e la vostra spiegazione iniziale,se e’ vero quello che il rivenditore mi ha detto e cosa in caso dovrei fare x avere il risarcimento.! grazie .!

  44. tosti Ha scritto questo commento il:
    7 ottobre 2012 alle 14:41

    salve
    ad agosto mi è stato regalato un orologio con marchi peso conosciuto ma non di quelli costosi
    orologio 100at con cinturino in pelle lavandomi le mani ho bagnato il cinturino nell’ascigarsi emetteva uno sgradito odore pur avendo il braccio in posizione basso si sentiva l’odore cosi mi sono recato nel negozio x farmi cambiare il cinturino e mi è stato riferito che il cinturino non è in garanzia aspetto vostre notizie
    cordiali saluti

  45. Kalel Ha scritto questo commento il:
    28 ottobre 2012 alle 11:18

    Salve
    5 mesi fa ho comprato un orologio cronotech ma subito dopo mi sono accorto che la lancetta non si muoveva regolarmente e quindi l’ora non era sempre esatta.Quindi è finito in assistenza dove l’hanno riparato.Ma già dopo poco tempo(2 mesi) ha ripresentato lo stesso problema e ho dovuto mandarlo di nuovo in assistenza ma questa volta mi rispondono che non hanno pezzi di ricambio e quindi mi hanno chiesto di scegliere tra 7 orologi di cui nn mi piace nemmeno una.Come dovrei agire!
    Cordiali saluti

  46. Stefano Ha scritto questo commento il:
    15 dicembre 2012 alle 19:02

    Salve, un anno fa ho comprato un Tissot couturier automatico. Da un Po di tempo anche de caricato col movimento del braccio, mi si fermava dopo pochi minuti. Sapendo della usura del barilotto di carica, credevo che il problema fosse quello. Poi giusto per, a orologio scarico(almeno credevo in quanto fermo) attivo il cronometro che parte. Sono saltato dalla sedia! E noto inoltre che la lancetta secondi è partita assieme a quella del cronometro. Se fermo il crono, dopo pochi secondi si fermano i secondi. Quindi non è un problema di carica ma credo altro. Ancora oggi, col crono attivo, funziona tutto. Posso risolvere il problema con la garanzia che ancora è attiva? E che problema potrebbe essere? Grazie mille

  47. Enrico Ha scritto questo commento il:
    16 dicembre 2012 alle 19:28

    Ciao Stefano,
    se non ho capito male il tuo Couturier funziona solo quando avvii il cronografo.
    Se ciò corrisponde al vero il problema è da risolvere attraverso l’assistenza.
    Naturalmente dovrei avere l’orologio a portata di mano, ma secondo quanto mi descrivi il guasto potrebbe rientrare nei canoni della garanzia.
    Fammi sapere.

  48. Stefano Ha scritto questo commento il:
    17 dicembre 2012 alle 12:17

    Si esatto, a cronometro attivo è perfetto. Sono giorni ormai che non mi si ferma più. Però allo stop del crono, si ferma dopo pochi secondi la lancetta dei secondi e di conseguenza tutto l’orologio. Faccio ripartire il crono e tutta va. Grazie mille per la risposta. Dopo le festività lo porterò in assistenza sperando nella garanzia ancora valida. Grazie ancora e buone feste

  49. mina Ha scritto questo commento il:
    7 gennaio 2013 alle 17:24

    salve a tutti.
    Ho regalato a mio marito un orologio Fossil nel maggio del 2012. Dopo una settimana è caduta la corona di carica. Portato da dove è stato acquistato, dopo una quindicina di giorni è stato restituito. Dopo un po’ di tempo ci siamo accorti che l’orologio si appannava dalla parte interna, creando all’interno delle goccioline. Recatoci nuovamente dal negoziante, ci è stato riferito di stare attenti a non far prendere acqua (anche se dovrebbe essere resistente alle 5 atm). Solo che anche usando le dovute cautele, all’interno il quadrante si appanna. Posso chiederne la sostituzione?

  50. SUSANNA Ha scritto questo commento il:
    10 agosto 2013 alle 23:43

    Buonasera, e’ importantissima una vostra informazione.
    Ho acquistato un mese fa un rolex submarine per regalo a mio figlio, ovviamente immagina il costo.
    Mi e’ stato offerto uno usato tramite un orefice di Lucca di proprieta’ di un privato. Non mi piace e convince la garanzia che mi ha rilasciato in quanto porta il timbro dell’orefice ma non la sua firma e neanche la mia , non porta il prezzo di acquisto ed ha sbagliato a trascrivere il numero seriale(che io ho fatto controllare ad un orefice di mia fiducia) Inoltre ha voluto il pagamento in contante. Sono preoccupata, cosa mi consigliate? AIUTO

  51. Enrico Cannoletta Ha scritto questo commento il:
    16 agosto 2013 alle 18:15

    Buonasera Susanna.
    Se il rivenditore presso il quale hai acquistato il tuo Rolex non è concessionario, è possibile che abbia avuto l’orologio da un collega che al contrario è Concessionario Rolex.
    Tutto ciò nel caso in cui la garanzia sia originale Rolex.
    In ogni caso il numero di serie corretto deve essere citato nella garanzia, altrimenti non comproverebbe il tuo acquisto dell’orologio e non ti preserverebbe da eventuali contestazioni.
    La specifica del prezzo non è importante ai fini della garanzia.
    Se la garanzia è ufficiale, con il seriale corretto, il tuo interlocutore è Rolex.
    Se la garanzia non è ufficiale ma il seriale è corretto, a rispondere dell’assistenza è solo colui che ha firmato la garanzia.
    Salutissimi.

  52. Andrea Ha scritto questo commento il:
    21 ottobre 2013 alle 22:12

    Salve,il 27 Settembre mio fratello ha acquistato un orologio Sector per mio figlio ,regalandoglielo il 28 Settembre con la raccomandazione di andare in negozio per farsi accorciare il cinturino in modo da non avere problemi con la garanzia, e cosi’abbiamo fatto.Il giorno 29 alle 14 ci siamo recati a far accorciare il cinturino dalla negoziante e finalmente mio figlio ha potuto indossare l’orologio per la prima volta (davanti alla negoziante)Dopo due ore mio figlio si accorge che la lancetta del cronometro azzerandolo non torna sul 0 ma si ferma ai 55 secondi,quindi ci rechiamo subito in negozio (ore 16 c.a) con confezione e garanzia per farcelo sostituire ma scopriamo che non ci viene sostituito ma verra’ inviato in assistenza,sono passati 20 giorni e non abbiamo notizie ,il negoziante mi dice che normalmente ci vogliono due mesi per riaverlo.Come di devo comportare?posso pretendere la sostituzione dell’orologio contando che e’ stato usato due ore ?? Grazie Saluti

  53. admin Ha scritto questo commento il:
    23 ottobre 2013 alle 13:04

    Caro Andrea,
    mi auguro che il Tuo Sector non avesse bisogno solo di un semplice Reset della Sfera del Chrono (operazione che si effettua manualmente e nell’arco di pochi secondi). In questo caso sarebbe davvero una beffa! Nel caso invece il Collega avesse valutato che il problema era altro ha agito nel miglior dei modi inviandolo al Centro Assistenza Sector a lui più vicino. Ad Oggi i tempi di attesa (ogni caso poi è a se) è stimato attorno ai 30gg.

  54. Gianfranco Ha scritto questo commento il:
    5 novembre 2013 alle 11:32

    Salve, dopo poche settimane dall’acquisto di un orologio costoso e di marca, si apre la cassa, ovvero il coperchio che copre l’interno dell’orologio a seguito di una piccola caduta che non ne compromette nè il funzionamento, nè ha riportato alcun danno, graffio o altro sulla cassa.
    Porto l’orologio nel posto dove l’ho comprato (rivenditore autorizzato), per chiederne la chiusura. Il signore del negozio non ha gli strumenti idonei per chiudermelo (se ne rende conto dopo diversi tentativi) e mi chiede di lasciarglielo e di venire il giorno dopo….
    il giorno dopo torno per riprendere l’orologio, ma noto che il coperchio è sì chiuso, ma me l’ha tutto graffiato e grattato nelle scritte del retro cassa… dopo vari litigi col rivenditore che negava le sue colpe (evidenti) , l’ho convinto a portarlo in garanzia…ho delle speranze che mi venga sostituito (almeno il coperchio)?

  55. Manuel Ha scritto questo commento il:
    11 novembre 2013 alle 01:27

    Salve, dopo neanche un mese dall’acquisto di un orologio Hamilton noto che dopo essermi tolto l’orologio dal polso e averlo posato sul tavolo si è staccata la lancetta dei minuti senza altri danni di funzionamento che ora viaggia all’interno della cassa. In attesa di portarlo in assistenza nel luogo di acquisto vorrei capire come è possibile che appoggiandolo sul tavolo subisca un trauma cosi forte da provocare lo sgancio della lancetta e se per questo tipo di danno è prevista una riparazione o una sostituzione totale?

  56. Martin Ha scritto questo commento il:
    7 luglio 2014 alle 17:37

    Salve, spero che mi possiate dare una risposta.
    A marzo di quest’anno noto come il cinturino del mio sector sia usurato e decido di cambiarlo, mi recò in un’orologeria che non vende orologi sector ma il commesso mi rassicura sul fatto che avrebbero ordinato il cinturino, raccomando l’originalità del prodotto e mi viene rilasciata ricevuta dell’ordine. Dopo un mese mi informano che il cinturino è arrivato e se accettavo il costo di 40 euro, il giorno dopo passo è saldo, però per mia disattenzione non avevo la ricevuta dell’ordine. Passano 2 mesi e martedì 2 luglio noto che il cinturino si stava scollato, essendo irrisoria non contatto ancora il venditore, sabato mattina (5-07) mi recò in bagno e senza nessun urto o nessun movimento brusco, il cinturino si stacca l’orologio cade e si scheggia il vetro oggi lo porto dal venditore che mi riconosce di poter intervenire sul cinturino, ma non sul vetro. Arrivo al dunque, posso chiedere che tutti e 2 gli interventi sia la garanzia a coprirli?

  57. Enrico Ha scritto questo commento il:
    15 luglio 2014 alle 21:35

    Buonasera Martin,
    in teoria si. Il problema della scheggiatura del vetro è una conseguenza del difetto del cinturino.
    In pratica, e qui ovviamente il venditore non è da colpevolizzare, casa madre ben difficilmente accetterà di accollarsi anche il costo del vetro, ritenendo che i due problemi potrebbero anche essersi verificati in momenti diversi.
    In altre parole dipende tutto dalla “coscienza” del distributore, al quale il venditore deve attenersi.
    Questo a rigor di regole. Poi ovviamente il buon senso potrebbe modificare in meglio la situazione.
    Cordiali saluti.

  58. Dalida Ha scritto questo commento il:
    22 agosto 2014 alle 11:26

    Salve a tutti, ho notato che qui rispondono sia appassionati di orologi e venditori stessi, tempo fa (dicembre 2013) il mio ragazzo ha comprato un orologio Fossil limited edition (Germania e Usa) a mesi di distanza scopro che sul retro della cassa c’è un’incisione riportante una frase di “Immortal Beloved” di Ludwig van Beethoven…vorrei sapere, prima di cominciare una ‘guerra’ se qualcuno sa dirmi se questa incisione è propria della casa madre come omaggio all’autore (trattandosi di limited edition) oppure è stata fatta dall’acquirente?…e in tal caso devo comimciare ad avere i miei dubbi?…grazie in anticipo per le risposte!

  59. Laryssa Ha scritto questo commento il:
    10 settembre 2014 alle 15:35

    Ciao, ho ricevuto in regalo 2 orologi,4-5 anni fa.Adesso li voglio vedere.Uno e un Piaget Dancer Lady dal 1992 e l’atro un Must di Cartier argento.Sa qualcuno un colezionista vicino Roma? E qualle sarrebe il prezzo giusto da chiedere?

  60. baby Ha scritto questo commento il:
    10 settembre 2014 alle 23:15

    Ciao volevo sapere se e’ possibile che il mio orologio regalatomi da mio marito,un Breil , non funzionante bene e ancora in garanzia, portato dal rivenditore “orefice”, dopo più di 3 mesi non mi hanno ancora ridato. Il rivenditore mi ha detto che ci mettono tanto quando sono in garanzia ad aggiustarlo. Ditemi a chi devo rivolgermi per favore sono molto rammaricata e non comperò più un Breil. Grazie Barbara.

Commenti