« | Home | »

L’orologio più preciso del mondo

Autore: Fabio Dell'Orto | 22 maggio 2009

L'orologio più preciso del mondoE’ stato costruito dai fisici dell’Università del Colorado insieme ai colleghi di Copenaghen, si trova in America e perde un secondo ogni 300 milioni di anni.

La notizia è apparsa su Science, una delle riviste scientifiche più diffuse ed accreditate, del 17 aprile 2009 ed è quindi rimbalzata in tutto il mondo: è un nuovo orologio atomico basato sulle oscillazioni dell’atomo di Stronzio.

Da cinquant’anni l’uomo utilizza orologi atomici e ne ha aumentato la precisione di ca. 100.000 volte, arrivando ad un massimo di precisione di 150 milioni di anni. Attualmente nel mondo ci sono 260 orologi atomici: orologi che fin dal 1967 basano la loro sincronizzazione sulle oscillazioni di un atomo, quello di Cesio, ma che nel corso del tempo l’uomo ha cercato di perfezionare utilizzando altri elementi ed altre tecnologie, come quella del raffreddamento. La precisione assicurata dal Coordinated Universal Time (il tempo fissato dal coordinamento di tutti gli orologi atomici mondiali) è di “soli” 3 milioni di anni.

L’uomo da sempre ricerca la perfezione nella misurazione del tempo: potrebbe sembrare una fatica immane e non giustificata. Certo forse non lo sarebbe nelle piccole vicende della quotidianità, ma alla precisione del tempo oggi sono legate le telecomunicazioni, via internet, via satellite, i sistemi di posizionamento GPS, le transazioni finanziarie. E non solo, l’uomo è in grado anche, grazie alla sincronizzazione di strumenti sulla terra e al di sopra di essa, di rilevare importanti dati scientifici, come alcuni impercettibili movimenti della crosta terrestre.

Per questo l’uomo è alla ricerca dell’orologio perfetto: sempre più le nostre azioni quotidiane dipendono dalla sincronizzazione di orologi. Pensiamoci la prossima volta che rispondiamo al cellulare o la prossima volta che acquistiamo qualcosa con la carta di credito.

Per approfondire ecco il Comunicato sul sito dell’Università del Colorado.

Categoria: Notizie | Nessun Commento »

Commenti