« | Home | »

A Basilea i nuovi Longines St.Imier

Autore: Enrico | 10 febbraio 2012

In occasione della Fiera di Basilea che si inaughererà il prossimo 8 marzo, Longines presenterà una nuova collezione dal nome emblematico: Saint Imier.

Intitolando questa nuova linea alla cittadina elvetica che gli ha dato i natali, il brand dalla clessidra alata intende sottolineare la sua innata vocazione alla tradizione.

Orologio Longines

I nuovi modelli, infatti, abbinano ad una aria elegantemente retrò le prestazioni ad alta performace dei nuovi movimenti Longines.

Il look rimane ovviamente in linea con il gusto raffinato di chi apprezza questo storico marchio.

Longines crede così fortemente in questa collezione da dedicarle addirittura un sito sul quale si possono ammirare i 18 modelli che la compongono e leggere l’ampia trattazione storica del brand.

Il primo ambasciatore di questa linea così romantica e sobria non poteva che essere Kate Winslet.

Dal punto di vista tecnico, gli orologi insigniti di cotanto marchio di collezione, sono ovviamente tutti meccanici a carica automatica e  rifiniti in modo maniacale. Si avvalgono dei movimenti L595 nelle versioni femminili, del calibro L619, nel solo tempo e data maschile, mentre il cronografo è il nuovissimo e prestigioso ruota a colonne L688.

Un’altra conferma all’abilità degli stilisti del brand, viene dalla presenza dei modelli bicolori in modo paritetico rispetto alle versioni in acciaio, che sottolinea ancora una volta l’attenzione data ai nuovi trend.

I quadranti sono veramente centrati sul progetto, e si presentano con quanto di migliore ci possa essere sull’esempio della tradizione.

Vetro zaffiro e impermeabilità 3 bars sono costanti in tutta la collezione.

Con questa presentazione Longines si avvicina ulteriormente all’obiettivo non dichiarato ma molto evidente di costituire in modo esclusivo il portale dell’accesso al lusso.

I nuovi Longines Saint Imier saranno esposti dai concessionari ufficiali a partire da inizio marzo.

Categoria: Longines | Nessun Commento »

Commenti