« | Home | »

Royal Oak Offshore Alinghi di Audemars Piguet

Autore: Fabio Dell'Orto | 12 marzo 2008

Il Royal Oak Offshore Alinghi di Audemars Piguet ha vissuto il tributo del Grand Prix d’Horlogerie de Geneve 2007, nella cornice del Grand Theatre di Ginevra, riconosciuto come il migliore, nella categoria Orologi Sportivi, da una giuria internazionale composta da dieci esperti e giornalisti.

Royal Oak Offshore Alinghi By Audemars Piguet

Si è aggiudicato il Prix de la Montre Sport legato, per caratteristiche non solo estetiche, alla fortunata avventura di Alinghi alla recente Coppa America.

Il Mondo della Vela e l’utilizzo di materiali sofisticati è stato il punto di partenza nella progettazione del Royal Oak Offshore Alinghi di Audemars Piguet.

La fibra di carbonio, qualificata quanto difficile da lavorare, è il materiale utilizzato non solo come componente dello scafo svizzero ma anche per la cassa di questo segnatempo tributo di AP ad Alinghi.

Nuovi orizzonti tecnici e stilistici, l’utilizzo di materiali inconsueti ma non meno preziosi e rari come l’oro ed il platino, è la nuova frontiera della Industria Orologiaia Svizzera capace di sedurre ancora di più i mercati emergenti rappresentati dai nuovi ricchi di Cina, Russia, India e Sud America.

In linea con questi obbiettivi AUDEMARS propone questo unico orologio destinato al polso di un uomo moderno e sportivo e dedicato al Team di Alinghi di cui è main sponsor.

Tags:

Categoria: Grandi griffe | Nessun Commento »

Commenti