« | Home | »

RadioTech di Pierre Bonnet

Autore: Fabio Dell'Orto | 19 gennaio 2006

pierre bonnetIn controtendenza con buona parte della tecnologia moderna, i Radiotech di Pierre Bonnet non sono fatti per complicarci la vita ma per semplificarla: è sufficiente indossarli al polso, non occorrono regolazioni, correzioni.
Manca persino la corona di ricarica e messa all’ora, perché i RadioTech, come il nome lascia presagire, sono orologi radiocontrollati.
Il segnale giunge loro da un ripetitore sincronizzato con l’ora atomica di Braunschweig, considerata la più precisa al mondo: un secondo di scarto ogni due milioni di anni.
I RadioTech sono in grado di captare il segnale fino a 2000 km dal ripetitore, situato a Francoforte.
Laddove si trovassero fuori portata, il meccanismo “entrobordo” (al quarzo) provvederebbe a far andare gli orologi con la dovuta precisione: i ritardatari cronici non hanno più scuse, dichiara Pierre Bonnet.
La serie RadioTech conta, almeno per il momento, due sole referenze: la 6019 con cinturino in pelle (159 euro) e la 6020 con bracciale in acciaio (169 euro).
La cassa in acciaio inox è impermeabile fino a 3 atmosfere.
A dispetto della tecnologia radioatomica, i Pierre Bonnet sono orologi analogici, o per meglio dire ibridi: ore e minuti sono indicati da robuste lancette che passano in rassegna indici arabi luminescenti.
Al 6 compare un piccolo display che, oltre a fungere da level meter per il segnale radio, indica i secondi e il giorno della settimana oppure la data e il mese: un pulsante collocato a ore 4 permette di passare da una funzione all’altra, ed è questa l’unica regolazione richiesta.
Siamo ben lontani dall’orologio ipertecnologico da uomo del futuro.
I RadioTech conservano il fascino classico dei segnatempo di una volta.
I colori e gli accostamenti sono sobri, mai stridenti.
Nelle foto a corredo del servizio si vedono RadioTech con quadrante e cinturino neri, con quadrante bianco e bracciale in acciaio, con quadrante blu e bracciale in acciaio.
La tecnologia non può, non deve andare a scapito del buon gusto.

Categoria: Grandi griffe | 5 Commenti »

5 Commenti del Post “RadioTech di Pierre Bonnet”

  1. Ngoma cyriaque Ha scritto questo commento il:
    12 aprile 2008 alle 08:33

    come cambiare l’ora del’orologio tipo Pierre Bonnet radio controlled 6020 in africa

    Grazie per l’aiuto

  2. cosimo Ha scritto questo commento il:
    8 marzo 2013 alle 13:27

    Si possono riparare,io posseggo un pierre bonnet con cassa e cinturino in acciaio resistente a tre atmosfere ma si e’ sfasato quando ho cambiato la batteria come posso sincronizzarlo?

  3. giorgio Ha scritto questo commento il:
    1 maggio 2013 alle 11:00

    il mio orologio radiocontrollato va indietro di circa tre minuti. da cosa dipende e come posso fare per regolarlo?

  4. Cosimo Ha scritto questo commento il:
    22 settembre 2014 alle 13:09

    Salve, ho cambiato 7 giorni fà la batteria ad un Pierre Bonnet radiocontrollato. Il display mi segnala lampeggiando set 12 , ma non si riesce a rimettere l’ora a posto. Qualcuno mi potrebbe aiutare a sistemarlo. Grazie.

  5. filippo Ha scritto questo commento il:
    30 ottobre 2014 alle 23:26

    Per Cosimo: premendo il pulsante a ore 8 puoi per prima cosa portare le lancette nella posizione delle ore 12. Se premi a lungo le lancette si muovono in continuo. Per una regolazione più fine premi ripetutamente il pulsante in modo che la lancetta dei minuti avanzi a step di 20 secondi ad ogni pressione del tasto. Una volta settate le lancette alle ore 12 premi il pulsante a ore 4. Le lancette di porteranno sull’orario associato al fuso orario che è stato scelto. Contemporaneamente inizierà la ricerca del segnale radio.

Commenti