« | Home | »

Dewitt

Autore: Fabio Dell'Orto | 15 febbraio 2006

DEWITT – Tourbillon Differente! Academia.Vera e propria sorpresa di quest’anno, il “capolavoro” di Jéròme de Witt, vincitore in una categoria che, nel 2004, era ancora accomunata alla complicazione tecnica. Un orologio, senza alcun dubbio, destinato agli appassionati puri della potenzialit meccanica in un segnatempo. il Tourbillon Differential Academia, infatti, si segnala in termini “tecnologici”, per l’impiego di un sistema differenziale sferico abbinato al tourbillon e, ovviamente, brevettato: questo consente, nel calibro meccanico manuale DW 8002, di incrementare notevolmente la rapidit della ricarica dell’orologio (di circa 2/3 rispetto ad un meccanismo standard) in virtù di un rotismo supplementare “planetario”, piatto e sovradimensionato che interagisce con il suddetto dispositivo differenziale sferico, costruito su doppio rotismo e collegato con il pignone calettato sull’asse della lancetta della riserva di carica. Da considerare anche il bilanciere, a quattro bracci, con altrettante masselottes di regolazione, dalla struttura non circolare, ma elaborata su due archi di cerchio periferici. Passando al Iato strutturale-estetico, la cassa di questo Tourbillon è assai complessa (sono necessarie più di 200 operazioni per portarla a termine); riunisce tre materiali e tre tonalit di colore: il blocco portante in titanio per carrure e lunetta; inserti in gomma nera, tagliati e adattati a mano; fondello, anelli intermedi (sopra e sotto la
carrure) e viti sagomate sulle anse per l’aggancio del cinturino, in oro rosso.

Categoria: Grandi griffe | Nessun Commento »

Commenti