« | Home | »

È tempo di Natura, è tempo di EcosWatch

Autore: Enrico | 30 maggio 2016

I messaggi augurali inerenti il “tempo” hanno sempre costituito una costante nel mondo dell’Orologeria. Tutti noi possiamo leggere il ricorrente “Tempus Fugit” ancora oggi su molte pendole d’epoca. Oggi l’unico messaggio impellente che un segnatempo possa ricordare è quello che invita al rispetto della Natura.

Impegnata in questo senso è una delle aziende più dinamiche del settore orologiero, EcosJewel, specializzata in gioielli che utilizzano le risorse rinnovabili e eco-sostenibili come il legno, e che parallelamente agiscono concretamente nel ripopolamento arboreo.

Ecco quindi il consequenziale il lancio dei segnatempo EcosWatch, come guanto di sfida a chi non vuole bene al nostro pianeta.

Il materiale utilizzato è legno naturale, che può essere scelto tra il profumato sandalo, o il bamboo,  o altro ancora, a seconda È tempo di Natura, è tempo di EcosWatchdella nostra sensibilità o predisposizione, perché anche quella del legno è una cultura che sarebbe auspicabile venisse appresa con maggiore consapevolezza.

Ma l’aspetto di significato non esime la giovane azienda italiana a trascurare quello prettamente tecnico, e per questo ogni EcosWatch è equipaggiato da un movimento a quarzo di Miyota, la casa costruttrice di proprietà di Citizen, proprio per affiancare all’aspetto concettuale un’affidabilità indiscutibile in termini di qualità, precisione e durabilità.

Non mancano infine le espressioni estetiche, come le rifiniture della lunette bombata, quando addirittura non si ricorre alla ghiera girevole. E quel che conta maggiormente è che un orologio non potrà mai essere uguale ad un altro, proprio perché il legno è come noi: irripetibile.

Sostenibile è anche il prezzo, che si mantiene sotto la barriera di €. 100,00 proprio per significare che il protagonista è il messaggio e non l’aspetto economico.

Insomma, un orologio in legno pare proprio l’accessorio più coerente in questo momento in cui, dopo averci dato tanto, il pianeta ha bisogno di noi.

 

Categoria: EcosWatch | Nessun Commento »

Commenti