« | Home | »

Casio G-Shock GBA-400-1A9ER.

Autore: Fabio Dell'Orto | 4 novembre 2014

Tecnologico dal look prezioso…di Matteo Fantinato

Il Casio G-Shock GBA-400-1A9ER in prova si presenta con un diametro equivalente di 48 mm per una peso di 71 gr.

GBA-400-1A9ER

GBA-400-1A9ER

Il look è alquanto singolare ovvero il quadrante nero è stato insolitamente impreziosito da elementi color oro disposti in maniera perfettamente simmetrica, cosa alquanto inusuale su un Casio G-Shock.

Il risultato è realmente accattivante.

Le funzioni sono le classiche ora, ora mondiale, calendario, allarmi, cronografo, timer ed avvisatore di scarica della batteria con l’aggiunta di un controller che opera via Bluetooth.

Questo ultimo dispositivo permette sostanzialmente di poter regolare il volume del riproduttore musicale del vostro smartphone e di ritrovarlo qualora lo lasciaste nelle vicinanze.

Gli smartphone su cui viene garantita l’intera compatibilità però sono sostanzialmente il Samsung S4 (e successivi Note3 ed S5 su sistema operativo Android 4.3 e 4.4 ) nonchè ovviamente Apple con iPhone 4s e successivi ( 5, 5c, 5s con iOS7).

La durata della doppia batteria viene data per 2 anni con la funzione Mobile Link limitata a 2 ore al giorno (riproduzione audio).

Sinceramente trovo la funzione del controllo del volume audio dello smartphone sull’orologio un pò singolare, la troverei utile solo nel caso di pioggia ovvero quando sia meglio tenere protetto il telefono in tasca per proteggerlo dall’acqua operando su un dispositivo impermeabile come il nostro Casio G-Shock.

La funzione di ritrovamento del cellulare la trovo più utile magari in treno o altri posti pubblici quando siete soli e non potete farvi fare uno squillo da un amico per trovarlo se non lo vedete.

Certamente queste funzioni non vi cambieranno la vita ma in alcuni casi potrebbero semplificarla.

Il rapporto qualità/prezzo purtroppo non è dei più esaltanti ma la tecnologia si paga come ben tutti sappiamo.

Personalmente lo comprerei per l’estetica mozzafiato disattivando il Bluetooth per risparmiare energia, ma sappiate che questa è l’opinione di una persona che ha gettato uno smartphone stufo di doverlo mettere in ricarica tutti i giorni per ritornare al vecchio cellulare con un’ autonomia di due settimane…

Voto 7,5

Categoria: Casio | Nessun Commento »

Commenti